EasyJet: con Brexit crollano azioni e utili. Fine dei biglietti aerei low cost?

Cristiana Gagliarducci

6 Ottobre 2016 - 14:45

condividi

EasyJet: crollano azioni e utili a causa della Brexit. È la prima volta dal 2009. Viaggiare ed acquistare voli low cost con EasyJet sarà ancora possibile?

EasyJet con Brexit: crollo azioni e utili. E i voli low cost? - Le azioni EasyJet continuano a crollare a causa della Brexit, ossia a causa della decisione del Regno Unito di abbandonare l’Unione Europea. Prenotare viaggi e voli low cost con EasyJet sarà ancora possibile?

Le azioni EasyJet hanno immediatamente risentito della Brexit e la decisione del Regno Unito di lasciare l’Unione Europea ha iniziato a ripercuotersi anche sul settore dei viaggi. Azioni e utili di EasyJet sono crollati e il futuro della compagnia aerea britannica non appariva così buio dal 2009. Viaggiare e prenotare voli low cost con EasyJet sarà ancora possibile?

Le compagnie aeree low cost hanno fatto delle tariffe basse il loro cavallo di battaglia. Molte erano state le previsioni circa il futuro delle compagnie aeree post-Brexit ed EasyJet sembra essere una delle più colpite dalla decisione del Regno Unito. Azioni e utili della compagnia sono crollati, il che spinge a chiedersi se sarà più possibile viaggiare e prenotare voli low cost con EasyJet dopo la Brexit.

Vediamo come stanno reagendo le azioni EasyJet alla Brexit e quali sono le previsioni per il futuro della compagnia. Sarà più possibile viaggiare e trovare voli low cost con EasyJet?

EasyJet: crollo azioni con Brexit. E i voli low cost?

Le azioni EasyJet proseguono il trend negativo inaugurato il 23 giugno scorso, giorno in cui la Brexit è diventata una realtà. Da quel momento le azioni EasyJet non hanno fatto altro che viaggiare in ribasso e la preoccupazione maggiore è che tali performance si ripercuoteranno su viaggi e voli low cost.

Nel momento in cui si scrive le azioni EasyJet perdono quasi il 6% e viaggiano a quota 947 sterline per azione a causa della Brexit. Le azioni EasyJet non toccavano minimi del genere dal gennaio del 2013. Tutto ciò fa domandare se sarà ancora possibile viaggiare e trovare voli low cost con EasyJet dopo la Brexit.

EasyJet: giù anche utili con Brexit. Quale futuro per voli low cost?

Dopo le azioni EasyJet, sono gli utili della compagnia a spaventare di più dopo la Brexit. Per la prima volta dal 2009 EasyJet chiuderà l’anno con utili in calo, il tutto a causa della Brexit e degli attacchi terroristici che ora pesano sul futuro dei voli low cost.

Il crollo della sterlina che ha fatto seguito alla Brexit ha avuto immediate ripercussioni sia sulle azioni EasyJet che sugli utili della società e la domanda che molti si pongono è se sarà ancora possibile viaggiare e trovare voli low cost.

EasyJet ha annunciato che l’utile pre-tasse per l’anno che si è chiuso il 30 settembre si attesterà tra 490-495 milioni di sterline, ossia il 28% in meno rispetto al 2015, mentre gli analisti avevano previsto 516 milioni di sterline.

Crollo EasyJet dopo Brexit: le previsioni della compagnia

Secondo quanto affermato da EasyJet, le cui azioni continuano a sprofondare, per il nuovo anno fiscale l’impatto del deprezzamento della sterlina si aggirerà intorno ai 90 milioni. Il crollo di azioni EasyJet e di utili della compagnia non fa ben sperare. Ci sarà ancora un futuro per i viaggi e i voli low cost?

Dopo la Brexit era stata la stessa EasyJet a fare previsioni circa il suo futuro. Nella seconda metà del 2016 l’aspettativa della compagnia aerea inglese, a tassi di cambio costanti, era stata quella di un crollo dei profitti di almeno il 5% rispetto alla seconda metà del 2015.

Le previsioni EasyJet parlavano di almeno 1.000 voli cancellati nel terzo trimestre del 2016 e di un impatto negativo di circa 28 milioni di sterline - quasi 34 milioni di euro. Nonostante questo, il capo esecutivo di EasyJet Dame Carolyn McCall, aveva tentato di mantenere la calma nel post-Brexit affermando:

“La compagnia continua ad avere fiducia nel suo potenziale anche dopo la decisione del Regno Unito di lasciare l’Unione Europea”.

Previsioni a parte, la Brexit ha riversato tutto il suo potenziale distruttivo sulla compagnia e sulle azioni EasyJet, il che potrebbe ripercuotersi sul futuro di viaggi e voli low cost.

Crollo EasyJet: non solo colpa della Brexit. Quale futuro per voli low cost?

Nel fare le sue previsioni nel post-Brexit, EasyJet aveva però sottolineato tutta un’altra serie di elementi a sfavore delle azioni e dei profitti della compagnia. I continui scioperi del traffico aereo in Francia, le cattive condizioni meteo, i problemi di congestione dell’aeroporto di Gatwick (Londra) ed un calo nella domanda da parte dei consumatori in seguito alle ultime tragedie in volo come quella di Egyptair: tutti elementi che, secondo EasyJet avrebbero inciso negativamente sulle compagnie di voli low cost.

I dati della compagnia inglese parlano chiaro. Con azioni e utili in calo, quale futuro attende EasyJet e quali prospettive si apriranno per i voli low cost dopo la Brexit?

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.