È troppo tardi per investire in Bitcoin?

Pierandrea Ferrari

22 Febbraio 2021 - 14:47

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Il Bitcoin ha ormai scavallato la soglia dei 50.000 dollari e continua ad allungare, ma un interrogativo (pesante) inizia a serpeggiare tra gli investitori: è troppo tardi per scommettere sulla criptovaluta?

È troppo tardi per investire in Bitcoin?

È troppo tardi per investire in Bitcoin?

Mentre la criptovaluta continua a strappare in avanti – ora a quota 52.804 dollari, ma in flessione rispetto ai picchi del fine settimana - l’interrogativo inizia a ronzare nella mente degli investitori.

Di fronte due scuole di pensiero: da una parte i fedelissimi del BTC, che vedono nella nuova natura mainstream della crypto il carburante per alimentare ancora il rally; dall’altra, gli scettici della prima ora, con gli occhi ben puntati sul rischio di nuove regolamentazioni e sulla sostanziale inaffidabilità della valuta. Nel mezzo, forse, la verità.

Perché conviene ancora investire in Bitcoin

Tanti, tantissimi i fedeli della prima parrocchia: ad alimentare i sentimenti bullish sulla quotazione del Bitcoin la sempre più marcata apertura alle crypto da parte dei colossi dei pagamenti online, come PayPal e Square, il favore delle grandi banche internazionali e le scommesse al rialzo delle corporate statunitensi, con Tesla a fare da apripista lo scorso mese.

Endorsement decisi e trasversali, questi, che hanno consentito alla criptovaluta di rompere la quota psicologica dei 50.000 dollari e affacciarsi verso nuove vette. Solo un assaggio, secondo i bull dell’asset, del potenziale ancora parzialmente inespresso del BTC: come sottolineato dall’executive director di BC Group, Dave Chapman, le prove sin qui raccolte sono però sufficienti per affermare che “il Bitcoin non andrà via”.

Di questo avviso, del resto, sono alcune delle principali banche statunitensi e – con qualche divergenza di opinioni – gli analisti. JP Morgan vede in 146.000 dollari il target di lungo periodo della crypto, mentre la scorsa settimana il co-fondatore di Morgan Creek Digital Assets, Anthony Pompliano, ha spiazzato i mercati con le sue previsioni: BTC a quota 500.000 dollari alla fine del decennio, per poi continuare la sua marcia verso il milione.

Insomma, c’è ancora tempo per salire sul carrozzone dorato del BTC. E il prezzo – ora più che quintuplicato rispetto ad un anno fa, e a distanza siderale dalla quotazione degli esordi – è solo apparentemente un ostacolo: gli investitori che non hanno a disposizione il capitale per mettere le mani su un Bitcoin possono decidere infatti di acquistarne solo una frazione e partecipare al grande rally della crypto.

leggi anche

Come comprare bitcoin

Quali fattori possono frenare il rally del Bitcoin?

Il momento migliore per investire sul Bitcoin era ieri”. Cambio di sponda, cambio di tono: l’orientamento bearish di alcuni segmenti del mercato è da ascrivere al rischio di nuove regolamentazionigià invocate da Christine Lagarde, numero uno delle BCE – che potrebbero spezzare il momentum del BTC e mettere un punto al frenetico rally dell’ultimo anno.

Ma ad alimentare la vocazione ribassista sulla crypto c’è anche quell’alta volatilità che, sin dagli esordi, ha tenuto i big della finanza USA lontani dagli asset digitali. Del resto, poco è cambiato: gli “up and down” della quotazione sono regolari, e rischiano di pregiudicare l’ambizione del BTC di imporsi come mezzo di pagamento delle future generazioni. “Uno show incredibile, ma non un investimento”, ha chiosato Aswath Damodaran, professore ordinario della New York University.

In breve, la stagione dei profitti volge al termine, secondo i bear della crypto. E forse alcuni primi segnali del mercato stanno arrivando: al momento della scrittura il Bitcoin viene scambiato a 52.804 dollari, in contrazione dell’8,1% nelle ultime ventiquattro ore.

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories