Duna House Holding acquisirà il 70% di Hgroup

Stefano Tempera

16 Dicembre 2021 - 16:31

condividi

Il colosso ungherese acquisirà il 70% del capitale di Hgroup, posizionando la società come il più grande operatore europeo nella mediazione di servizi immobiliari, creditizi e assicurativi.

Duna House Holding acquisirà il 70% di Hgroup

Hgroup S.p.a. e Duna House Group hanno annunciato di aver raggiunto un accordo per l’acquisizione da parte della holding ungherese di una quota di partecipazione pari al 70% del capitale sociale di Hgroup S.p.a.

L’Enterprise Value è stato definito da un moltiplicatore pari a 10,5 volte l’Ebitda stimato di Hgroup nel 2021, che potrebbe raggiungere i 40-45 milioni di euro. Il valore finale sarà da fissare in base ai risultati finanziari effettivi del 2021, all’earn out aggiuntivo sui risultati del 2022-2024 e al meccanismo di opzione put/call sui risultati futuri, che potranno portare la proprietà di Duna House al 100% delle quote.

Duna House, fondata nel 1998, è la società leader del mercato creditizio e immobiliare ungherese. Quotata alla Borsa di Budapest, è presente anche in Polonia e Repubblica Ceca. L’ingresso in Italia, grazie alla sinergia con Hgroup, ha l’obiettivo strategico di rafforzare ulteriormente il proprio ruolo in Europa.

Duna House si distingue in cinque segmenti operativi: franchising, gestione immobiliari delle proprie sedi operative, intermediazione di prodotti finanziari, vendita di servizi correlati e investimenti immobiliari.

Duna House Group ha raggiunto negli ultimi 12 mesi un fatturato di 34,2 milioni di euro e un Ebitda di 6,2 milioni di euro. L’acquisizione di Hgroup aumenterebbe i ricavi di DHG del 134%, portando l’Ebitda consolidato vicino agli 11 milioni di euro, con una crescita del 59%.

Hgroup S.p.a. è una holding a capo di una serie di società specializzate in servizi per il settore immobiliare, mediazione assicurativa e creditizia. L’attività di mediazione creditizia è svolta da Credipass, presente su tutto il territorio italiano e formata da una rete commerciale di circa 1.000 Promotori creditizi.

Hgroup adotta un sistema ad architettura aperta, gestendo in maniera trasversale i tre settori strategicamente connessi secondo un modello innovativo e flessibile, orientato alla trasparenza, alla sinergia dell’offerta e alla centralità del cliente.

Nei primi dieci mesi dell’anno, la sola Credipass ha raggiunto 1 miliardo di euro di intermediato bancario e secondo le stime, entro fine anno, il valore della produzione supererà quota 1,25 miliardi, con un aumento di oltre il 25% rispetto al 2020. La proiezione del fatturato, entro fine 2021, è di oltre 43 milioni, con un Ebitda che si chiuderà intorno ai 4,5 milioni di euro.

L’ingresso nel capitale di Hgroup da parte di Duna House dà vita, di fatto, al più grande operatore europeo nel mercato della mediazione dei servizi finanziari, immobiliari e assicurativi, consolidando il proprio posizionamento di rilievo in 4 Paesi.

I volumi di intermediato aggregati relativi al 2021 sono pari a circa 2 miliardi di euro con una rete commerciale di oltre 5.000 agenti.

Diego Locatelli, Presidente di Hgroup ha commentato: «Negli ultimi mesi dell’anno, il nostro gruppo ha ricevuto espressioni di interesse da diversi fondi di private equity, ma la scelta di DHG è stata frutto dell’approccio industriale e non speculativo della loro proposta. Con DHG condividiamo strategie di sviluppo e una visione complessiva dei mercati in cui operiamo. Sono certo che da questa unione nascerà un gruppo molto più forte e competitivo, pronto ad affrontare le sfide del mercato con l’obiettivo dichiarato di essere il primo gruppo europeo del nostro settore».

Guy Dymschiz, co-fondatore di Duna House Group ha dichiarato: “L’attuale acquisizione è un enorme passo in avanti per Duna House Group. Ci dà accesso a uno dei più grandi Paesi in Europa, aumentando significativamente le nostre dimensioni e capacità di generazione di profitti, aprendo possibilità di espansione in ulteriori mercati dell’Europa occidentale e portando il gruppo a un passo importante, più vicino alla nostra visione di diventare un attore leader nel mercato immobiliare residenziale e dei servizi finanziari europei.

"In Hgroup - conclude Dymschiz - vediamo un ulteriore potenziale di crescita, incluso il rafforzamento della sua rete di intermediazione immobiliare. A tal fine, potremmo prendere in considerazione ulteriori acquisizioni aggiuntive nel campo immobiliare in Italia.”

Il closing dell’operazione è previsto entro il mese di gennaio 2022.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Argomenti

# Banche

Iscriviti a Money.it