Draghi convertito alla MMT? “Teoria economica banale”, secondo Marcotti

Violetta Silvestri

06/02/2021

04/03/2021 - 13:09

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Draghi convertito alla MMT, Teoria Monetaria Moderna? Sarebbe una svolta inutile e banale: la riflessione di Marcotti.

Draghi sotto i riflettori italiani e non solo: in attesa di capire se l’ex banchiere riuscirà davvero a formare un nuovo Governo, si intensificano le analisi economiche.

Giancarlo Marcotti, nel consueto appuntamento con Money.it ha riportato alla luce una questione interessante: Mario Draghi si è convertito alla MMT?

Il focus è sulla Teoria Monetaria Moderna, della quale l’ex banchiere parlò anni fa e che, a detta dell’esperto di finanza, sarebbe un’indicazione di banalità e poca intelligenza sull’ex governatore BCE.

Draghi pensa alla MMT? Un segnale di poca intelligenza

Non ha usato mezzi termini Marcotti per inquadrare la Teoria Monetaria Moderna:

“Pensare che la moneta sia emessa dalla banca centrale e poi distribuita è una cosa che fa ridere, solo una è persona che non ha una minima base di economia monetaria può dire una cosa del genere.”

Il riferimento è alla possibilità che Draghi, incaricato alla presidenza del Consiglio, possa essere un estimatore ti tale orientamento dottrinale. Il legame che unisce l’’ex banchiere alla MMT risale soprattutto a un intervento che fece nel 2019. In Parlamento Europeo, Draghi aprì alla possibilità di considerare la Teoria Monetaria Moderna come una strada diversa e percorribile dalla banca centrale.

In pratica, cosa sostiene la MMT? Di solito, la liquidità erogata dalla BCE utilizza il canale delle banche private per essere poi immessa nell’economia reale.

Con la teoria si propone che la spesa dello Stato sia finanziata direttamente dalla banca centrale stessa, senza passare attraverso il filtro degli istituti privati. Specialmente, secondo la riflessione di Draghi, per canali di sviluppo cruciali dei Paesi quali il cambiamento climatico o la lotta alla disuguaglianza.

Quella dell’ex banchiere fu un’apertura cauta ma possibilista, volta a dare diverse chances alla politica monetaria della BCE.

Nella morbosa ricerca di inquadrare Draghi e il suo pensiero ora che si accinge a dirigere l’Italia con un potenziale Governo, è quindi riemersa anche l’analisi sul suo pensiero riguardo la MMT.

E Marcotti ha dato la sua indicazione:

“La MMT ha avuto successo perché è una teoria economica banale, capibile da tutti ....il fatto che Mario Draghi abbia una conversione alla MMT gioca a suo sfavore, se vera...”

Troppo facile, quindi, secondo l’esperto intervenuto a Money.it pensare e sostenere che la moneta stampata dalla BCE arrivi diretta nelle casse dello Stato: ma con quali conseguenze? Non positive per Marcotti.

Bisognerà capire qual è il reale pensiero di Draghi sulla MMT (per ora frutto più di speculazioni che di certezze) e come, concretamente, possa influenzare la sua strategia economica per l’Italia.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories