Disdetta Fastweb: modulo (pdf) e costi

Come disdire il contratto Fastweb prima della scadenza: qui modulo prestampato in pdf, istruzioni di compilazione, costi e come restituire il modem dopo la disdetta.

Disdetta Fastweb: modulo (pdf) e costi

Fastweb offre molteplici servizi adsl per navigare su Internet a grande velocità, tuttavia può accadere che, dopo la stipulazione del contratto, l’utente voglia procedere alla disdetta prima della scadenza naturale. Ciò può accadere perché si vuole cambiare operatore o perché non si è soddisfatti del servizio offerto, per prezzo o velocità di navigazione.

La disdetta del contratto Fastweb segue modalità ben precise: a prescindere dalle ragioni, bisogna inviare il modulo prestampato pdf e, quando, presenti, allegare eventuali prove che dimostrino il disservizio.

La disattivazione non è sempre gratuita: in questa guida vedremo come procedere, quanto costa e come restituire il modem o gli altri strumenti messi a disposizione da Fastweb.

Come fare disdetta dall’abbonamento adsl Fastweb

Chi è insoddisfatto del servizio adsl Fastweb può disdire l’abbonamento stipulato prima che il contratto scada oppure omettere il rinnovo quando decorre il termine contrattuale, che solitamente è di un anno.

Le modalità di disdetta dipendono dal motivo e dal momento in cui il cliente intende disdire e cambiare operatore. Si possono distinguere quattro ipotesi:

  • disdetta entro i 14 giorni dalla sottoscrizione del contratto adsl Fastweb;
  • disdetta antecedente alla scadenza naturale del contratto;
  • disdetta la momento della scadenza dell’abbonamento Internet (solitamente un anno);
  • disdetta a causa di disservizi o malfunzionamenti della rete o del modem.

Il primo caso, ovvero la disdetta entro 14 giorni dalla stipulazione del contratto Fastweb, è disciplinato dal Codice del Consumo come “recesso anticipato” e permette di disdire senza pagare alcuna penale o costo di disattivazione. Questo termine infatti funge da “prova” del servizio Internet offerto, per questo è possibile recedere senza costi aggiuntivi. Quando l’utente vuole disdire l’abbonamento entro 14 giorni deve compilare il modulo predisposto (qui in allegato) ed inviarlo tramite raccomandata a/r all’indirizzo Fastweb S.p.A – Casella Postale 126 – 20092 Cinisello Balsamo (MI). Invece chi è in possesso di indirizzo di posta certificata PEC può inviare il suddetto modulo a fwgestionedisattivazioni@pec.Fastweb.it.

Altro caso è la disdetta dal contratto adsl Fastweb dopo i 14 giorni ma entro la fine del periodo contrattuale (generalmente 12 mesi). In questo caso la disattivazione è soggetta a dei costi che variano in base al momento della disdetta e alla tipologia di offerta contratta.

I contratti che ogni consumatore può sottoscrivere hanno solitamente una durata di 12 mesi, la disdetta che viene effettuata prima della scadenza naturale, obbliga il consumatore al pagamento di costi di disattivazione, che variano in base all’offerta precedentemente sottoscritta. Il modulo da inviare è lo stesso e sono uguali anche gli indirizzi PEC e di posta cui inviare la comunicazione. Generalmente la disattivazione ha in costo di circa 50 euro, salvo l’aggiunta di eventuali addebiti promozionali che l’utente aveva ottenuto in omaggio (se previsti dal contratto).

Nessun costo di disattivazione se la disdetta del contratto arriva alla scadenza naturale del contratto, solitamente annuale, trattandosi in pratica di un mancato rinnovo per l’anno seguente. Indirizzo e modulo sono gli stessi.

Disdetta Fastweb, si può avere il risarcimento per disservizi?

Un caso a sé stante si ha quando l’utente vuole recedere dal contratto e disattivare il servizio a causa di malfunzionamenti del modem o perché insoddisfatto dalla velocità di Internet o altri disservizi.

In questo caso non solo è possibile recedere senza alcun costo aggiuntivo ma anche ottenere il risarcimento, ma solo se l’utente fornisce la prova del disservizio, cosa non sempre agevole. Invece le spese eventualmente sostenute, per esempio per la sostituzione del modem, verranno integralmente restituire, dietro prova del loro pagamento (per questo è fondamentale conservare sempre scontrini e ricevute).

Per disdire bisogna inviare il modulo allegato all’indirizzo Fastweb S.p.A., Casella Postale 126 – 20092 Cinisello Balsamo (MI), oppure fwgestionedisattivazioni@pec.Fastweb.it, allegando alla domanda eventuali prove dei danno e delle ulteriori spese sostenute.

Disdetta adsl Fastweb: modulo prestampato pdf e istruzioni per la compilazione

Fastweb mette a disposizione degli utenti un modulo per disdire l’abbonamento a Internet prima che il contratto scada.

Qui è necessario inserire i propri dati, l’indirizzo dove il contratto è attivo, il motivo del recesso e indicare gli estremi dell’abbonamento e le caratteristiche del contratto stipulato. Ecco il modulo in pdf:

Modulo disdetta Fastweb
Clicca qui per scaricare il modulo prestampato

Si ricorda che qualunque sia il motivo del recesso, è sempre necessario allegare la fotocopia del contratto stipulato e del documento di identità di chi lo ha sottoscritto. In caso di richiesta di rimborso o risarcimento danni bisogna anche allegare copia di eventuali prove.

Gli indirizzi a cui inviare la comunicazione di disdetta sono:

  • fwgestionedisattivazioni@pec.Fastweb.it.
  • Fastweb S.p.A – Casella Postale 126 – 20092 Cinisello Balsamo (MI)

Passaggio ad un altro operatore

È possibile disdire il contratto da Fastweb e passare contestualmente ad un altro operatore. In questo caso l’utente deve contattare telefonicamente il nuovo gestore Internet e comunicare il codice di migrazione che si trova stampato su ogni bolletta Fastweb; sarà il nuovo gestore a provvedere a tutte le pratiche per chiudere il vecchio contratto e passare al nuovo. La procedura richiede in media 10 giorni lavorativi.

Come individuare il codice di migrazione? Questo si trova in genere sulla seconda pagina della bolletta ai margini della stessa ed è una serie alfanumerica di lunghezza variabile dai 7 ai 20 caratteri.

Quanto costa disattivare Fastweb?

La disattivazione del servizio adsl Fastweb è soggetta a costi quando sono trascorsi più di 14 giorni dalla stipulazione del contratto. Si tratta di costi variabili che dipendono dal tipo di abbonamento e dal titolo di possesso del modem, precisamente:

  • 34 euro se il modem o altri apparecchi in dotazione sono di proprietà del cliente;
  • 42,60 euro se il modem è stato fornito da Fastweb.

Se si intende recedere il modem. il telefono o altri eventuali strumenti messi in dotazione devono essere restituiti entro e non oltre 45 giorni dalla disdetta, pena l’addebitamento di una sanzione da 10 euro fino a 110 euro, in base al ritardo e alla strumentazione da consegnare.

Disdetta Fastweb, come restituire il modem

Dunque, per evitare sanzioni, come avviene la restituzione del modem? Chi procede alla disdetta e aveva ricevuto in comodato o a noleggio il modem, il telefono o altri dispositivi deve inviarli entro 45 giorni dalla cessazione del contratto.

La consegna deve essere effettuata presso un centro di raccolta autorizzato oppure tramite Poste Italiane all’indirizzo indicato dal Fastweb al momento della ricezione del modulo di disdetta.

Iscriviti alla newsletter Tecnologia per ricevere le news su Fastweb

Argomenti:

Fastweb Adsl

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \