Dal 1° luglio obbligo mascherina all’aperto: multe fino a €3.000, ecco dove

Mascherine, dal 1° luglio cambiano le regole in Lombardia: Fontana ha firmato un’ordinanza che stabilisce l’obbligo di indossarla anche all’aperto. Multe fino a 3.000 euro per chi trasgredisce.

Dal 1° luglio obbligo mascherina all'aperto: multe fino a €3.000, ecco dove

Obbligo di mascherina anche all’aperto e multa salata per i trasgressori: è il provvedimento in vigore dal 1° luglio in Lombardia, dove a partire da oggi cambiano le regole anti-contagio. La misura è contenuta nell’ordinanza firmata dal presidente della Regione Attilio Fontana. Ecco le cose da sapere.

Mascherina obbligatoria: nuove regole dal 1° luglio

Secondo quanto stabilito nell’ordinanza n. 573 del 29 giugno 2020, la Regione Lombardia obbliga all’utilizzo della mascherina o di altre protezioni ogni volta che si esce di casa.

Nel testo si legge infatti che è previsto l’utilizzo della mascherina o, in alternativa, di qualunque indumento a copertura di naso e bocca, contestualmente a una puntuale disinfezione delle mani. In ogni attività sociale esterna deve essere comunque mantenuta la distanza di sicurezza interpersonale di almeno 1 metro.

Non sono obbligati a usare la mascherina i bambini sotto i 6 anni e i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina e i loro accompagnatori. Esonerato anche chi svolge intensa attività motoria e sportiva, ma solo durante l’attività fisica. Ciò significa che è obbligatorio indossare la mascherina prima di iniziare e quando si termina l’attività fisica, e mantenere il distanziamento sociale.

Le disposizioni dell’ordinanza si applicano dal 1 luglio fino al 14 luglio 2020.

Obbligo mascherina anche per andare a ballare

Anche quando dal 10 luglio riapriranno le discoteche e le sale da ballo in Lombardia sarà obbligatorio, tanto per il personale quanto per i clienti, indossare la mascherina.

Il mancato rispetto delle misure di cui alla presente ordinanza è sanzionato secondo quanto previsto dall’art. 2 del decreto-legge n. 33/2020. Chi viola la norma rischia quindi una sanzione amministrativa che va dai 400 ai 3.000 euro.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories