Crisi Carige, Di Maio: ecco i responsabili

Di Maio sulla crisi di Carige: ecco i nomi dei responsabili che l’hanno portata ad un passo dal fallimento

Crisi Carige, Di Maio: ecco i responsabili

Da cosa (e da chi) è stata causata la crisi di Banca Carige?

Per Luigi Di Maio non ci sono dubbi: l’incompetenza dei manager e le ingerenze politiche hanno determinato il progressivo tracollo dell’istituto di credito ormai commissariato dalla BCE.

La critica ha raggiunto un nuovo stadio nel momento in cui Di Maio ha reso noti i nomi dei “responsabili del disastro” che, per dirla con le sue stesse parole dovranno pagare le conseguenze dei propri errori.

“Banca Carige è l’ennesima banca portata sull’orlo del fallimento a causa di una gestione scellerata che non è stata causata solo da una incompetenza dei manager ma anche dalle commistioni con la politica,”

ha tuonato.

Carige, Di Maio: chi sono i responsabili della crisi

Come accennato, il Vicepresidente del Consiglio non si è limitato a una semplice critica della gestione, definita scellerata, ma - rispettando alcune promesse del passato - ha rivelato i nomi dei debitori della ligure.

Nella lista dei responsabili, Di Maio ha inserito il sottosegretario di Prodi Giovanni Marongiù, il fratello dell’ex ministro Alessandro Scajola, il parlamentare dell’Ulivo Alberto Repetto e il figlio di Vito Bonsignore ed eurodeputato Pdl Luca Bonsignore.

Di Maio sul salvataggio pubblico di Carige

Per quel che riguarda lo stato di salute della ligure, il vicepremier ha espresso ancora qualche dubbio sulle prossime mosse dell’esecutivo.

Non so se interverremo ma se mettiamo dei soldi, la banca diventerà dei cittadini”.

I risparmiatori che stanno guardando con timore alla crisi di Carige, ha concluso Di Maio, non dovranno pagare per le azioni dei colpevoli.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Banca Carige

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.