Covid, previsti più di 2 milioni di nuovi casi in estate e 10 milioni di persone in quarantena

Fiammetta Rubini

07/07/2021

22/09/2021 - 09:33

condividi

La previsione del Guardian sulla situazione Covid in UK, dopo che il segretario alla Salute ha parlato di 100.000 nuovi possibili casi al giorno entro agosto.

Covid, previsti più di 2 milioni di nuovi casi in estate e 10 milioni di persone in quarantena

Più di 2 milioni di persone potrebbero contrarre il Covid quest’estate in UK, il che significa almeno 10 milioni costrette all’isolamento. Questa la stima del Guardian, che mette in allerta circa una nuova possibile crisi sanitaria ed economica.

Al momento le nuove infezioni da coronavirus si aggirano intorno alle 29.000 al giorno in tutto il Regno Unito. Il segretario alla Salute Sajid Javid ha detto che con lo stop alle misure anti-Covid dal 19 luglio, l’Inghilterra entra in “territori inesplorati”. I modelli, dice Javid, suggeriscono che si potrebbero raggiungere i 50.000 casi al giorno entro il 19 luglio e 100.000 casi al giorno entro il 16 agosto.

Sarebbe una cifra senza precedenti finora nel Regno Unito, che ha raggiunto il picco di contagi a fine dicembre, con più di 81.000 casi giornalieri.

Più di 2 milioni di nuovi casi entro agosto: le previsioni

Come riporta il Guardian, anche con una proiezione più cauta e ottimista che prevede una media di 35.000 casi al giorno da oggi al 19 luglio e una media di 60.000 casi dal 19 luglio al 16 agosto in Gran Bretagna ci sarà un totale di nuovi contagi superiore ai 2 milioni.

Il Governo inglese sa che un aumento delle infezioni sarà inevitabile con l’eliminazione delle misure restrittive ani-Covid, ma è ottimista sul fatto che grazie alle vaccinazioni l’aumento dei casi non sarà accompagnato da un aumento di ricoveri o decessi.

Stando agli ultimi dati ufficiali il numero di persone ricoverate in ospedale con Covid in Gran Bretagna è aumentato del 38% nell’ultima settimana arrivando a 1.988, il tasso di aumento più rapido registrato dallo scorso ottobre.

Pur riconoscendo i rischi, Downing Street considera la riapertura estiva potenzialmente meno pericolosa rispetto a uno sblocco del Paese in autunno, quando bambini e ragazzi torneranno a scuola e inizierà la stagione dell’influenza.

Possibili 100mila casi al giorno, ma governo fiducioso

Anche con 100.000 infezioni al giorno ad agosto, dice Javid, “il servizio sanitario non sarebbe travolto perché il programma di vaccinazione è ormai diventato un muro contro forme gravi e decessi di massa”.

Secondo il segretario alla Salute, non possiamo più vivere in un mondo in cui l’unica cosa a cui pensare è il Covid, e che il Paese deve sfruttare l’efficacia dei vaccini e imparare a convivere con il virus.

“Questa pandemia è tutt’altro che finita e continueremo a procedere con cautela. Ma siamo sempre più fiduciosi che il nostro piano stia funzionando e che presto potremo iniziare un nuovo capitolo, basato sulla responsabilità personale e il buon senso piuttosto che sullo strumento brusco di regole e regolamenti”, ha affermato.

Iscriviti a Money.it