Covid, un gene protegge dalla malattia sintomatica: ecco qual è

Martino Grassi

6 Giugno 2021 - 12:40

condividi

Un gene potrebbe proteggere le persone affette da coronavirus impedendo loro di sviluppare forme gravi della malattia. Ecco qual è.

Covid, un gene protegge dalla malattia sintomatica: ecco qual è

Un gene è stato associato ad una maggiore probabilità di sviluppare il Covid in forma asintomatica nel caso di infezione. Dopo più di un anno di convivenza con il coronavirus ancora non si sa con certezza come avvenga il decorso della malattia, ma una delle ipotesi più quotate è legata alla genetica.

Una prima ed importante conferma arriva da un studio intitolato “The influence of HLA genotype on the severity of COVID-19 infection” e pubblicato sulla rivista scientifica HLA, secondo il quale un particolare gene sarebbe in grado di ridurre la probabilità di sviluppare la forma sintomatica del Covid.

Covid, un gene protegge dalla malattia sintomatica

Secondo un nuovo studio le persone con il gene HLA-DRB1*04:01 hanno il triplo delle probabilità di risultare asintomatiche dopo il contagio. In sostanza, nonostante siano in grado di infettarsi e contagiare le altre persone hanno una minore probabilità di finire in ospedale o di morire a causa del Covid-19.

La scoperta è stata fatta da un gruppo di ricerca internazionale guidato da scienziati dell’Università di Newcastle e del Newcastle Hospitals NHS Foundation Trust, che hanno collaborato con gli scienziati dell’Ospedale Universitario di North Tees, del Dipartimento di Genetica Medica dell’Università di Oslo (Norvegia) e della società di biotecnologie ExplantLab – The Biosphere, Newcastle Helix, Newcastle-upon-Tyne.

Nello studio sono stati confrontati i risultati ottenuti dal sequenziamento genetico di campioni di tre gruppi di pazienti, il primo composto da 49 persone ricoverate in ospedale con Covid grave e con insufficienza respiratoria, il secondo da 69 operatori sanitari risultati positivi al test sierologico ma asintomatici e terzo di controllo, con persone coinvolte in uno studio genotipico dedicato ai geni HLA. I risultati hanno evidenziato come nelle persone asintomatiche il gene HLA-DRB1*04:01 fosse presente il triplo delle volte rispetto a quelle con forma grave.

Cos’è e quanto è diffuso questo gene

Il gene preso in considerazione dai ricercatori è situato sul cromosoma 6 e fa parte della famiglia del sistema dell’antigene leucocitario umano. Questo gene è maggiormente diffuso nelle persone che vivono nel Nord e nell’Ovest dell’Europa.

“Questa è una scoperta importante in quanto potrebbe spiegare perché alcune delle persone vengono contagiate ma non si ammalano. Potrebbe portarci a un test genetico in grado di indicare le persone a cui dobbiamo dare la priorità per le vaccinazioni future, ha dichiarato il professor Echevarria in un comunicato stampa, andando a sottolineare il profondo legame che c’è tra ambiente, genetica e malattia.

Iscriviti a Money.it