Covid-19, perché le cure domiciliari sono ancora un problema

Redazione IlGiornale.it

16 Aprile 2021 - 12:41

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Occorrono specifici protocolli sulle cure domiciliari, una grande speranza nella gestione dell’emergenza legata al Covid-19.

Covid-19, perché le cure domiciliari sono ancora un problema

Da quando l’emergenza coronavirus ha iniziato a manifestare i suoi tragici effetti, molti studiosi hanno sottolineato l’importanza di assistere un paziente prima del manifestarsi degli effetti più gravi causati dal contagio.

Le cure domiciliari rappresentano in tal senso una grande speranza nella gestione dell’emergenza: un soggetto affetto dal Covid-19 potrebbe guarire senza ricorrere a cure più delicate e, al contempo, negli ospedali si eviterebbe un’eccessiva saturazione dei posti letto.

Diverse ricerche hanno dimostrato l’efficacia di molte terapie domiciliari, a partire da quelle che prevedono la somministrazione di integratori a base di vitamina D.

In Italia tuttavia si è ancora indietro: soltanto ad aprile il Senato ha approvato una mozione che impegna il governo ad applicare su tutto il territorio nazionale specifici protocolli sulle cure domiciliari. Il nostro Paese, anche su questo fronte, si è mostrato impreparato e in preda ad un colpevole ritardo.

Continua a leggere su InsideOver

Argomenti

# Italia

Iscriviti alla newsletter