Cos’è e come funziona E-Gap, la ricarica mobile on demand per le auto elettriche

A Milano è attivo un servizio che risolve il problema della ricarica e quindi dell’autonomia per le auto elettriche.

Cos'è e come funziona E-Gap, la ricarica mobile on demand per le auto elettriche

Uno dei maggiori ostacoli alla diffusione delle auto elettriche, oltre al prezzo elevato, riguarda l’autonomia spesso ritenuta troppo limitata e quindi anche l’esiguo numero di stazioni di ricarica che non consentono di poter rifornire la propria batteria ogni volta che ce ne è bisogno.

A Milano è disponibile E-Gap, il primo servizio di ricarica mobile on demand per auto elettriche e ibride che debutta in Italia e in Europa, ed è un progetto completamente made in Italy.

Vediamo di preciso cos’è e come funziona la ricarica a chiamata, che potrebbe agevolare l’utilizzo dei veicoli a batteria, facendo passare agli automobilisti l’ansia per l’autonomia e per la ricerca di una colonnina.

Cos’è E-Gap?

Se la ricarica sta per terminare e non ci sono colonnine nei paraggi, o quelle presenti sono fuori servizio, l’automobilista a bordo della sua auto elettrica è praticamente destinato a rimanere a piedi. E-Gap risolve il problema, raggiungendo l’auto e ricaricando a chiamata.

Per il progetto pilota è stata scelta Milano, dove E-Gap dispone di una flotta di 10 van dotati di un sistema di ricarica rapida. Nato dall’idea di alcuni imprenditori con esperienza nella green economy, E-Gap è in collaborazione con il gruppo di elettronica di sicurezza MetaSystem, e arriverà anche a Roma, Parigi, Madrid, Berlino, Londra, Stoccarda, Amsterdam, Utrecht e Mosca.

Come funziona E-Gap? Costi e tariffe

La ricarica rapida di E-Gap è da 25 o 50 kW, e si prenota via web o tramite l’app. Entro 90 minuti arriverà il furgone per la ricarica. I tempi di attesa sono destinati a scendere non appena sarà a regime l’intera flotta di E-Gap.

Il servizio permette di fare anche ricarica a domicilio pur in assenza del proprietario tramite l’installazione di una green box come nelle auto del car sharing, e comprende optional come il lavaggio auto, il gonfiaggio delle gomme e la sostituzione delle spazzole tergicristallo. Durante il tempo di ricarica, E-Gap mette a disposizione del cliente anche un monopattino elettrico nel caso in cui debba spostarsi rapidamente.

Dove utilizzare E-Gap? Per la fase di lancio i furgoni della ricarica si muoveranno nelle zone più densamente elettrificate, quindi centro urbano e aeroporti, ma si estenderà anche alle zone periferiche della città a metà 2019.

I costi sono in base alla rapidità del servizio, con un’oscillazione dal 30% o dal 50% in più rispetto alla ricarica ordinaria. Ad un prezzo diverso ci sono i pacchetti mensili che prevedono la ricarica ogni volta che il livello della batteria scende sotto una certa soglia.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Auto Elettriche

Argomenti:

Auto Elettriche

Condividi questo post:

Commenti:

Prova gratis le nostre demo forex

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Potrebbero interessarti

Luca Secondino

Luca Secondino

3 ore fa

Auto Elettriche, Merkel: produzione delle batterie in Unione Europea

Auto Elettriche, Merkel: produzione delle batterie in Unione Europea

Commenta

Condividi

Luca Secondino

Luca Secondino

ieri

Auto ecologiche, Italia prima in Europa grazie a metano e GPL

Auto ecologiche, Italia prima in Europa grazie a metano e GPL

Commenta

Condividi

Luca Secondino

Luca Secondino

3 giorni fa

Tesla Model 3, sicurezza a 5 stelle nei crash test NHTSA

Tesla Model 3, sicurezza a 5 stelle nei crash test NHTSA

Commenta

Condividi