Conto base: cos’è e come funziona il conto corrente gratuito

Anna Maria D’Andrea

20 Giugno 2018 - 17:01

condividi

Conto base senza spese e totalmente gratis per pensionati e famiglie con redditi bassi: con il decreto MEF in vigore dal 20 giugno 2018 si potrà richiedere l’attivazione del nuovo servizio. Ecco come funziona e quali sono i requisiti ISEE richiesti.

Conto base: cos'è e come funziona il conto corrente gratuito

Conto corrente base gratuito per pensionati e lavoratori con reddito basso: con la pubblicazione del decreto attuativo del MEF in Gazzetta Ufficiale del 19 giugno 2018 sono stabiliti i requisiti per poter risparmiare sulle ormai sempre più care spese di gestione.

Potranno infatti aderire a questo tipo di proposta i pensionati con assegno inferiore o uguale ai 18.000 euro lordi l’anno e coloro che presentano un modello ISEE di valore inferiore ad 11.600 euro.

In tal caso sarà possibile richiedere il conto gratis e alle persone con problemi economici non saranno addebitate spese di gestione nonché l’imposta di bollo sui conti correnti.

L’iniziativa serve appunto a garantire la possibilità di avere un conto corrente senza spese. C’è da sottolineare, tuttavia, che il conto base a costo ridotto, così come il conto gratuito, prevede servizi limitati e i titolari potranno effettuare soltanto un determinato numero di operazioni.

Ecco come funziona il conto base e quali requisiti di reddito per l’apertura, invece, del conto corrente gratis.

Conto base: cos’è e limiti operazioni

Il conto base è stato introdotto dalla direttiva 2014/92/UE e con il decreto del MEF pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 20 giugno 2018 vengono resi noti quelli che sono i requisiti per richiederlo.

La proposta di un conto basic nasce per dare a tutti la possibilità di effettuare pagamenti e accedere ad uno strumento di risparmio, senza dover sostenere i costi di un normale conto corrente.

Per i contribuenti che apriranno un conto di base, sarà necessario pagare soltanto un canone annuo, che dovrà essere di importo limitato e coerente con la finalità di inclusione sociale, mentre non potranno essere addebitate spese e commissioni ulteriori.

Tale tipologia di conto corrente presenta il vantaggio di avere, rispetto a quelli ordinari, un costo annuo notevolmente ridotto. Tra gli svantaggi vi è, invece, il numero ridotto di operazioni che sarà possibile effettuare.

Nello specifico, il decreto del MEF ha chiarito quali sono i servizi previsti dal conto di base:

Tipologie di servizi inclusi nel canone annuale del Conto di baseNumero di operazioni annue include nel canone
Canone annuale del conto (con possibilità di addebito periodico) comprensivo dell’accesso ai canali alternativi ove offerti -
Elenco movimenti 6
Prelievo contante allo sportello 6
Prelievo tramite ATM del prestatore di servizi di pagamento o del suo Gruppo sul territorio nazionale Illimitate
Prelievo tramite ATM di altro prestatore di servizi di pagamento sul territorio nazionale 12
Operazioni di addebito diretto SEPA Illimitate
Pagamenti ricevuti tramite bonifico SEPA (incluso accredito stipendio e pensione) 36
Pagamenti ricorrenti tramite bonifico SEPA effettuati con addebito in conto 12
Pagamenti effettuati tramite bonifico SEPA con addebito in conto 6
Versamenti contanti e versamenti assegni 12
Comunicazioni da trasparenza (incluso spese postali) 1
Invio informativa periodica (estratti conto e documento di sintesi) (incluso spese postali) 4
Operazioni di pagamento attraverso carta di debito Illimitate
Emissione, rinnovo e sostituzione carta di debito 1

Ovviamente, non sarà vietato effettuare operazioni aggiuntive, ma al cliente saranno addebitate spese ulteriori che, in ogni caso, non potranno essere superiori a quanto richiesto normalmente per effettuare le medesime operazioni.

Conto corrente gratis: ecco i limiti di reddito per lavoratori e pensionati

Il conto base sarà totalmente gratuito per alcune categorie di contribuenti.

Potranno richiedere di aprire un conto corrente a zero spese i pensionati, con trattamenti pensionistici non superiori a 18.000 euro all’anno, nonché tutti i contribuenti che presentano un modello ISEE di valore non superiore a 11.600 euro.

Così come indicato dal MEF nel decreto pubblicato in GU del 19 giugno 2018, per richiedere il conto base gratis sarà necessario autocertificare il possesso dei requisiti di reddito sopra elencati e entro il 31 maggio di ciascun anno bisognerà darne comunicazione alla banca.

Si potrà avere un solo conto di base gratuito, che potrà essere anche cointestato, ma soltanto a componenti del nucleo familiare che sono stati considerati nel calcolo dell’ISEE.

Conto base: operazioni gratuite

Le operazioni di base legate al conto corrente in questione saranno quindi gratuite, mentre per le altre saranno applicati i costi della banca. Per operazioni di base si intendono:

  • accredito dello stipendio o della pensione;
  • bonifici;
  • carta di debito legata al conto in questione;
  • pagamenti attraverso il conto;
  • prelievo di contante tramite gli sportelli della banca.

Le banche avranno infatti l’obbligo di rilasciare una carta di debito (ossia un bancomat) legato al conto corrente di base. Questo strumento non avrà alcun costo di gestione e le operazioni che verranno effettuate con questo bancomat saranno gratuite.

È previsto un tetto massimo di operazioni che si possono effettuare gratuitamente e nel caso si superasse il tetto stabilito verranno applicati dei costi. Ecco quali servizi saranno offerti:

Tipologie di servizi offertiNumero di operazioni
Elenco movimenti 6
Prelievo contante allo sportello 12
Prelievo tramite ATM del prestatore di servizi di pagamento o del suo Gruppo, sul territorio nazionale Illimitate
Prelievo tramite ATM di altro prestatore di servizi di pagamento o del suo Gruppo sul territorio nazionale 6
Operazioni di addebito diretto SEPA Illimitate
Pagamenti ricevuti tramite bonifico SEPA (incluso accredito pensione) Illimitate
Pagamenti ricorrenti tramite bonifico SEPA con addebito in conto 6
Versamenti contanti e versamenti assegni 6
Comunicazioni da trasparenza (incluso spese postali) 1
Invio informativa periodica (estratti conto e documento di sintesi) (incluso spese postali) 4
Operazioni di pagamento attraverso carta di debito Illimitate
Emissione, rinnovo e sostituzione carta di debito 1

Iscriviti a Money.it