Concorso notaio 2018-2019: i nomi degli idonei

Concorso notaio 2018-2019: il Ministero della Giustizia ha pubblicato l’elenco degli idonei che saranno ammessi alla prova orale.

Concorso notaio 2018-2019: i nomi degli idonei

Concorso notaio 2018-2019: dopo una lunga attesa il Ministero della Giustizia, in data 9 maggio, ha pubblicato la lista contenente il nome dei candidati risultati idonei nelle prove scritte.

Adesso per diventare notaio, chi compare nell’elenco (in allegato) dovrà superare la prova orale.

L’elenco contiene 109 nominativi di candidati idonei su 300 posti messi al bando per il concorso indetto con decreto dirigenziale del 2 ottobre 2017.

Concorso notaio 2018-2019: i nomi degli idonei

In data 9 maggio 2019, il Ministero della Giustizia ha finalmente pubblicato l’elenco degli idonei alle prove scritte per il concorso a 300 posti da notaio indetto con decreto dirigenziale del 2 ottobre 2017.

I candidati contenuti nella lista (in allegato) sono ammessi alla prova orale.

CONCORSO PER ESAMI A 300 POSTI DI NOTAIO DECRETO DIRIGENZIALE 02/10/2017 RISULTATI PROVE SCRITTE. CANDIDATI AMMESSI ALLE PROVE ORALI

Ministero di Giustizia, elenco idonei concorso a 300 da notaio
Clicca qui per aprire il file

Il concorso notarile

Il concorso notarile è un concorso pubblico, bandito ogni anno dal Ministero della Giustizia, mirato all’assegnazione di un numero programmato di risorse da inserire in sedi determinate.

Possono partecipare al concorso coloro che terminano la pratica entro i 45 giorni successiva alla pubblicazione del bando, termine entro il quale occorre presentare la domanda.

Per partecipare al concorso è previsto il limite del 50° anno di età ed è stabilito il numero massimo di 5 tentativi per candidato.

La prova si svolge a livello nazionale a Roma e si compone di due prove:

  • un esame scritto;
  • un esame orale, al quale possono accedere solo quei candidati che abbiano superato la prima prova.

Come funziona l’assegnazione della sede

Il Ministero di Giustizia procede all’assegnazione delle sedi ai vincitori del concorso in base alla graduatoria raggiunta. In questa sede, il neo notaio è tenuto ad avviare entro 3 mesi uno studio (nel quale saranno obbligatoriamente depositati e conservati gli atti, i registri e i repertori notarili). L’assegnazione della sede e la nomina avvengono mediante decreto del Direttore Generale della Giustizia Civile del Ministero e sono pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale.

Al vincitore sono forniti, dal Ministero di Giustizia, il sigillo e lo strumento per apporre la firma digitale. Per questo motivo il notaio deve depositare la propria firma autografa accompagnata dall’impronta del sigillo presso il Consiglio Notarile di appartenenza, che provvederà quindi a iscriverlo nel proprio ruolo.

Iscriviti alla newsletter "Lavoro" per ricevere le news su Notaio

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.