Concorso ACI per diplomati, candidature entro il 10 gennaio

L’ente pubblico ACI ha indetto un concorso per impiegati amministrativi da inserire a tempo indeterminato, anche senza laurea. Per fare domanda c’è tempo fino al 10 gennaio 2020. Guida alla candidatura.

Concorso ACI per diplomati, candidature entro il 10 gennaio

Opportunità di lavoro per l’ACI (Automobile club d’Italia) fino al 10 gennaio 2020. Questo ente pubblico ha indetto un bando per la selezione di 63 risorse da inserire con un contratto a tempo indeterminato.

Per partecipare non occorre la laurea ma basta il diploma di scuola superiore.

Il bando è disponibile in Gazzetta Ufficiale numero 87, sezione Concorsi ed esami, del 5 novembre 2019 ed è rivolto a reperire risorse da inserire a diverso titolo nell’area C, C1, B e B1.

I termini per inviare la propria candidatura sono differenziati in base al profilo prescelto: fino al 5 dicembre 2019 per chi aspira all’area C, con titolo di studi universitario e fino al 10 gennaio 2020 per il profilo B per chi è in possesso del solo diploma di scuola superiore.

In questo articolo forniremo tutte le informazioni per partecipare, i requisiti necessari, le prove d’esame e termini e modalità per fare domanda.

Concorso ACI, come sono divisi i 305 posti al bando

Con questo concorso pubblico l’ACI intende assumere 305 unità da inserire in diversi profili con contratto a tempo indeterminato. Per quanto riguarda i profili C e C1, per chi è in possesso del diploma di laurea, i posti a concorso sono 242, divisi come segue:

  • 200 in area amministrativa;
  • 10 in analisi e organizzazione delle procedure amministrative
  • 8 in area contrattualistica pubblica;
  • 8 in controllo gestione e reporting;
  • 5 in contabilità pubblica;
  • 4 in area web comunication e social media;
  • 3 in politiche del turismo.

I posti riservati all’area B e B1, invece, solo 63 non occorre la laurea, basta il diploma di scuola superiore.

Concorso ACI: requisiti

Per partecipare al concorso indetto dall’ACI i requisiti sono differenziati in base ai due profili richiesti.

Per il profilo C e C1 è necessario possedere il titolo di laurea magistrale o di laurea specialistica in una delle seguenti facoltà: Economia. Giurisprudenza, Lingue straniere, Scienze del turismo, promozione e management, Sociologia, Psicologia e Relazioni pubbliche.

Nessun particolare requisito per l’area B, per la quale basta il diploma di qualsiasi indirizzo di scuola superiore.

Per avere un quadro più completo si consiglia di leggere attentamente il bando ufficiale:

Gazzetta Ufficiale, bando di concorso ACI

Fino a quando posso fare domanda?

Chi vuole partecipare al concorso ACI deve inoltrare la propria candidatura esclusivamente in via telematica seguendo le istruzioni indicati sul sito ufficiale www.aci.it.

Il termine ultimo per presentare la candidatura è:

  • dal 6 novembre al 5 dicembre 2019 per il profilo di area C e C1 (riservato a laureati);
  • dall’11 dicembre al 10 gennaio 2020 per il profilo B (per diplomati).

Assunzioni ACI: quante e quali prove

I candidati che aspirano ad un contratto a tempo indeterminato in ACi dovranno cimentarsi in diverse prove, scritte e orali, differenziate in base all’area e al profilo per il quale si compete.

Solamente per il profilo C e C1 è prevista la prova preselettiva sempre che il numero delle candidature sia superiore a 600. Le avranno ad oggetto quesiti di diritto civile, amministrativo, logica, contrattualistica con la Pubblica amministrazione e Statuto dell’ACI.

Chi concorre per il profilo B invece dovrà cimentarsi in:

  • un test su diritto civile, amministrativo, informatica, logica, inglese e cultura generale;
  • una prova orale sulle stesse materie dello scritto e in più sullo Statuto dell’ACI.

Cosa è l’ACI

La sigla ACI sta per Automobile Club d’Italia. Si tratta di un ente pubblico, non economico, fondato nel 1905 a Torino. Questo ente si occupa di promuovere, creare nuovi indirizzi normativi e controllare quelli esistenti in campo automobilistico e assicurativo.

Attualmente i soci ACI sono più di un milione, con sedi e uffici sparsi in tutta Italia. Una realtà solida e stabilizzata che offre posti di lavoro con possibilità di carriera e ottime prospettive di guadagno.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Concorsi pubblici

Argomenti:

Concorsi pubblici

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.