Come pagare meno l’affitto di casa: 5 consigli per risparmiare

Laura Pellegrini

30 Gennaio 2021 - 07:45

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Pagare meno l’affitto di casa è possibile: ecco 5 consigli per risparmiare sul canone di locazione.

Come pagare meno l'affitto di casa: 5 consigli per risparmiare

Con la crisi economica e sanitaria sono sempre di più le famiglie che non riescono a pagare il canone di affitto di casa. A tale scopo, il Governo ha introdotto alcune misure a sostegno delle famiglie in difficoltà: ad esempio, è stato confermato il blocco degli sfratti fino al 30 giugno 2021.

Inoltre, per i proprietari degli immobili è stato introdotto il bonus affitto 2021 che prevede un contributo a fondo perduto del 50% della riduzione del canone. Il tetto massimo dell’agevolazione è stato fissato a 1.200 euro.

Come fare per pagare meno di affitto? Esistono dei semplici trucchi per imparare a risparmiare sulle spese di locazione di un immobile.

5 trucchi per risparmiare sulle spese di affitto

Pagare meno di affitto è possibile e spesso basta semplicemente adottare dei piccoli accorgimenti quotidiani. Che si tratti di una ricerca di un appartamento o del canone di locazione di un immobile precedentemente affittato, esistono alcuni modi per risparmiare denaro.

La prima cosa da fare è quella di distinguere le spese fisse da quelle variabili: tra le spese fisse rientrano appunto il canone di locazione e le bollette, mentre tra i costi variabili c’è quello per la spesa alimentare e lo svago. Dunque, un buon modo per risparmiare è ridurre i costi variabili, ovvero limitare al minimo le spese extra (come un aperitivo al bar o una cena al ristorante) e risparmiare il denaro per sostenere i costi fissi di ogni mese.

Un’altra possibilità è quella di ridurre i consumi per risparmiare sulle bollette. Se, per esempio, ci troviamo fuori casa per tutta la giornata, è bene spegnere il riscaldamento e impostare la sua accensione alla sera quando rientriamo. Oppure, per quanto riguarda la luce è bene tenere accese solo quelle indispensabili. Inoltre, anziché lasciare i dispositivi elettronici in standby è bene spegnerli per limitare il consumo di energia elettrica.

Il terzo consiglio per spendere meno sul canone di affitto è quello di trovare un inquilino che possa aiutarci a dividere le spese. Se, per esempio, abbiamo affittato un appartamento con due stanze da letto a 1.200 euro, possiamo affittarne una per risparmiare 600 euro al mese (ovvero 7.200 euro all’anno). Prima di cercare un inquilino, però, occorre chiedere al padrone di casa se sia possibile affittare l’appartamento ad un’altra persona.

Un altro consiglio per risparmiare sul canone di locazione di un immobile riguarda la scelta della posizione dell’appartamento. Preferire i piccoli centri urbani rispetto alle grandi città è fondamentale per risparmiare denaro sull’affitto.

Infine, se per un certo periodo ci sono delle difficoltà sul pagamento del canone di affitto è possibile concordare con il locatore una riduzione del prezzo. Nella Legge di Bilancio 2021, in particolare, è stato inserito un contributo a fondo perduto per gli affittuari che abbasseranno il canone di locazione ai loro inquilini. Vediamo come funziona.

Bonus affitto 2021, fino a 1.200 euro per i locatori

La Legge di Bilancio 2021 ha confermato la possibilità di ottenere un contributo a fondo perduto fino al 50% dello sconto applicato al canone di affitto. Ciò significa che un locatore che ha applicato una riduzione di 1.000 euro sul canone al suo inquilino, potrà ottenere fino a 500 euro di contributi. Il tetto massimo è fissato, però, a 1.200 euro.

Il bonus affitti è stato introdotto in un periodo di particolare crisi economica per sostenere le famiglie che hanno riscontrato le maggiori difficoltà nel pagamento del canone e anche per sostenere i proprietari di immobili che si sono visti prorogare il blocco degli sfratti fino al 30 giugno 2021.

Affinché si possa beneficiare del contributo a fondo perduto, l’accordo tra le parti deve risultare registrato presso l’Agenzia delle Entrate. Ricordiamo che la modifica del canone non cambia gli altri aspetti già previsti nel contratto di locazione.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories