Bonus affitto 1.500 euro: a chi spetta, come funziona e come risparmiare in base alla Regione

Claudia Cervi

27 Luglio 2022 - 16:42

condividi

Bonus affitto per aiutare le famiglie in difficoltà: a chi spetta, come funziona e come risparmiare fino a 1.500 euro. Tutti i dettagli sui bandi ufficiali delle Regioni.

Bonus affitto 1.500 euro: a chi spetta, come funziona e come risparmiare in base alla Regione

Le Regioni hanno un’arma in più per aiutare le famiglie in difficoltà in questo momento di crisi economica: il bonus affitto può arrivare fino a 1.500 euro per coprire le spese dell’affitto di casa.
Ogni Regione può infatti decidere di applicare uno sconto sull’affitto, permettendo alle famiglie in possesso dei requisiti di risparmiare sul canone annuale.

Vediamo di seguito a chi spetta, come funziona il contributo con tutti i dettagli sui bandi ufficiali delle Regioni che aderiscono all’iniziativa.

Bonus affitto fino a 1.500 euro in Emilia-Romagna

Per sostenere famiglie e cittadini in difficoltà nel pagare l’affitto, la Regione Emilia-Romagna prevede l’assegnazione di un contributo che copre fino a tre mensilità, con un tetto massimo di 1.500 euro.

In base alla delibera della giunta regionale, il bonus spetta:

  • a chi ha perso il lavoro, è in cassa integrazione o in stato di mobilità,
  • ai lavoratori precari o stagionali che hanno subito una riduzione delle entrate di almeno il 25% rispetto a quello del 2021 e reddito Isee fino a 35mila euro,
  • ai nuclei familiari con reddito Isee molto basso, fino a 17.154 euro.

Il bando 2022, per il quale sono stati stanziati 40 milioni di euro, prevede che le domande ai Comuni vengano inoltrate per via telematica a partire dal 15 settembre e fino al 21 ottobre 2022.

Per richiedere il bonus affitto da 1.500 euro sarà necessario collegarsi alla nuova piattaforma web messa a punto dalla Regione.

Bonus affitto in Lombardia

La Regione Lombardia ha stanziato per il 2022 fondi per 34 milioni di euro, prorogando i termini per l’attivazione dei bandi al 31 dicembre 2022. A giugno, la giunta regionale ha integrato il fondo con un ulteriore stanziamento di 2,6 milioni di euro.

Per godere dell’agevolazione sul canone d’affitto, i cittadini devono rispettare questi requisiti:

  • non essere sottoposti a procedure di rilascio dell’abitazione;
  • non essere proprietari di alloggio adeguato in Regione Lombardia;
  • ISEE non superiore a 26 mila euro
  • avere un contratto di locazione da almeno sei mesi al momento della presentazione della domanda.

Dal sito della Regione si legge che un criterio preferenziale per l’erogazione del contributo è il verificarsi di una o più cause determinate dall’emergenza sanitaria. In particolare:

  • la perdita del posto di lavoro o una riduzione consistente dell’orario di lavoro
  • mancato rinnovo di contratti a termine
  • cessazione di attività autonome
  • malattia grave, decesso di un componente del nucleo familiare.

Le domande potranno essere inviate entro il 31 dicembre 2022. Lo sconto si potrà applicare fino a 10 mesi consecutivi ed entro 3.000 euro per contratto.

Bonus affitto: come funziona nella Regione Lazio

Ammontano a 28 milioni di euro i fondi stanziati dalla Regione Lazio per sostenere i cittadini in difficoltà con il pagamento dell’affitto di casa.

“Attualmente solo nella città di Roma sono circa 30.000 le persone che non riescono a pagare le spese di locazione dell’appartamento", ha dichiarato Massimiliano Valeriani, assessore alle Politiche abitative della Regione. «Le risorse messe a disposizione dall’Amministrazione regionale consentiranno di aiutare molti cittadini».

Bonus affitto in Puglia

La Regione Puglia ha già erogato quasi 6,9 milioni di euro di contributi per aiutare i cittadini in difficoltà con il pagamento dei canoni di locazione.
I fondi complessivamente a disposizione della Regione ammontano a oltre 23 milioni di euro, metà dei quali sono risorse statali e gli altri provenienti da un cofinanziamento regionale e dal bilancio autonomo.

A breve sarà pubblicato il nuovo bando sul sito ufficiale della Regione.
Il contributo affitto è un bonus economico che aiuta i nuclei familiari nel sostenere la spesa per l’affitto quando questa incide notevolmente sul reddito familiare" ha dichiarato Anna Grazia Maraschio, assessore alle Politiche abitative.

Iscriviti a Money.it