Come aprire un negozio Bottega Verde in franchising: la guida rapida

Claudio Garau

20 Dicembre 2021 - 11:13

condividi

Aprire un negozio Bottega Verde riserva sicuramente vari vantaggi all’affiliato, tra cui il risparmio di spesa per l’avvio dell’attività. Ecco alcuni interessanti dettagli sull’iter di affiliazione.

Come aprire un negozio Bottega Verde in franchising: la guida rapida

I negozi Bottega Verde sono piuttosto comuni nelle città italiane, e sono sempre stati caratterizzati dalla natura come fonte d’ispirazione. Il modello iniziale è stato quello della piccola erboristeria, fino ad evolversi nella struttura ramificata di oggi: vero è che Bottega Verde ha saputo conservare il tratto della naturalità, in modo da perseguire sempre un processo di innovazione mirato a garantire prodotti al contempo efficaci e sicuri. Non sorprende dunque che in Bottega Verde vi sia la rinuncia alla chimica superflua e la continua ricerca di elementi naturali.

Di seguito vogliamo occuparci di questa catena, onde saperne un po’ di più sul profilo aziendale e focalizzarci poi sul sistema di franchising praticato. Come funziona? Quanto è conveniente per l’affiliato? Quali sono gli step da compiere? Scopriamolo.

Come aprire un negozio Bottega Verde: il contesto di riferimento

Bottega Verde è un marchio ai vertici nel nostro paese per quanto attiene la produzione e vendita di cosmetici a base di principi attivi naturali. Sorta a Pienza in Toscana nel 1972 come erboristeria, rivolta - con passione artigianale - alla produzione di cosmetici a base di principi funzionali naturali, nei tempi odierni l’idea dietro a quella piccola impresa si è trasformata in una catena composta da centinaia di negozi.

Anzi, in un paio di decenni l’azienda è stata in grado di allargarsi e di ideare e proporre al pubblico una ampia gamma di prodotti di bellezza che vende per il tramite di vari canali: retail monomarca, e-commerce, vendita per corrispondenza.

Vero è che il segreto del successo di Bottega Verde è la capacità di rispondere alle esigenze e necessità di un pubblico sempre più attento alla naturalità e alla qualità, sfruttando l’uso di ingredienti naturali ben selezionati nei luoghi d’origine. Da notare che nella tenuta di proprietà - Palazzo Massaini - sono coltivate le eccellenze degli attivi italiani, quali viti, olivi e avena. Essi costituiscono tre linee cosmetiche nelle quali si distingue il loro prezioso principio funzionale.

In laboratori caratterizzati dall’utilizzo di evolute scienze e tecnologie cosmetiche, Bottega Verde trasforma il meglio della natura in formule efficaci, con la scelta espressa di non usare componenti chimiche superflue e proteggendo così la salute di chi sceglie i suoi prodotti.

Non solo. La catena si distingue per la continua attività di sviluppo di brevetti innovativi in collaborazione con le maggiori università italiane. Tutto questo conservando ed anzi rafforzando la filiera corta, la quale è un tratto tipico di Bottega Verde. Essa di fatto consiste in una filiera produttiva basata su un numero limitato di passaggi produttivi e di intermediazioni commerciali. In quanto tale, ha il vantaggio di consentire ai consumatori prodotti di elevata qualità a prezzi convenienti. E questo sistema sicuramente gioca a vantaggio di chi vuole aprire un negozio Bottega Verde in franchising. Peculiarità dell’azienda è la formula di distribuzione multi-canale e diretta, “dal produttore al consumatore”. Detta formula ha consentito all’azienda di consolidare un rapporto di grande fidelizzazione con i clienti.

Ma è altrettanto vero che un altro punto di forza del brand è dato dalla presenza capillare nella penisola grazie a centinaia di negozi monomarca (tra diretti e in franchising), e-commerce e vendite per corrispondenza. E non stupisce dunque che oggi i clienti Bottega Verde siano milioni, come ricordato nelle pagine internet dell’azienda.

Come aprire un negozio Bottega Verde: il rispetto per l’ambiente

Nel sito web ufficiale Bottega Verde sono indicati con chiarezza i quattro pilastri su cui poggia l’attività aziendale. Eccoli di seguito:

  • no alla chimica superflua: i trattamenti dermocosmetici Bottega Verde sono formulati senza componenti chimici superflui e non includono sostanze quali paraffina, vaselina, cessori di formaldeide e parabeni.
  • sì alla ricerca naturale: nei laboratori Bottega Verde, i principi funzionali naturali sono trasformati in formule innovative ed efficaci.
  • sì agli ingredienti naturali: nella tenuta toscana sono coltivate le eccellenze degli attivi italiani con le quali sono formulati i prodotti della linea Bottega Verde. E in tutto il mondo sono selezionati i migliori ingredienti naturali.
  • sì alla biodiversità: l’azienda si impegna costantemente a selezionare ogni ingrediente nel suo habitat naturale.

Sul sito web ufficiale sono altresì indicate alcuni dati che ci fanno immediatamente capire qual è l’attenzione di Bottega Verde verso l’ambiente. Eccoli di seguito:

  • 1,3 tonnellate di carta sono risparmiate in un anno, eliminando i foglietti illustrativi dalle nuove linee di Palazzo Massaini;
  • il nuovo tappo dei bagnodoccia consentirà all’azienda di ridurre del 50% l’uso di plastica e di risparmiare 25,56 tonnellate di Co2 all’anno;
  • 3,4 tonnellate di cartone sono risparmiate in un anno, in virtù dell’utilizzo di una carta più leggera per gli astucci.

Insomma, vi sono certamente validi elementi per prendere in considerazione l’ipotesi di aprire un negozio Bottega Verde in franchising. Vediamo ora quali sono gli step da compiere.

Aprire un negozio Bottega Verde in franchising: come funziona il meccanismo?

L’azienda usa queste parole per definire la formula di franchising Bottega Verde: “Il franchising chiavi in mano: rischio minimo + piccolo investimento = grandi risultati”.

Oggi in Italia si contano più di 450 negozi, aperti in circa 18 anni: ecco perché l’azienda sa bene quali requisiti deve avere chi intende diventare un affiliato/franchisee. Essi sono l’impegno, la professionalità e la determinazione.

Si tratta degli aspetti essenziali, che deve possedere chiunque voglia diventare partner e aprire un negozio monomarca Bottega Verde in franchising. Al resto ci pensa l’azienda: infatti, anche se l’interessato non ha esperienza nel settore, ma ha un negozio o un piccolo capitale da investire, Bottega Verde saprà dare tutti gli strumenti per aver successo imprenditoriale nel mondo della cosmetica naturale.

Come accennato, all’interno del suo sito web, l’azienda rimarca che aprire un negozio Bottega Verde in franchising è una scelta vantaggiosa, in quanto caratterizzata da rischi e investimenti minimi. Infatti, gli affiliati possono contare su una serie di vantaggi, quali ad esempio:

  • la merce in conto vendita. Non vi sarà necessità di anticipare grosse somme di denaro per rifornire il negozio Bottega Verde in franchising, né dare alle banche quelle garanzie che solitamente sono richieste: infatti, i prodotti saranno pagati soltanto dopo essere stati venduti.
  • zero vincoli onerosi per l’affiliato, in virtù di una formula di affiliazione che include condizioni assai vantaggiose per abbassare il proprio investimento iniziale al minimo possibile.

In particolare - come indicato nel sito internet aziendale - sono 3 i no di Bottega Verde ad un investimento oneroso per colui che vuole diventare affiliato: no al minimo di acquisto, no alle royalties e no al diritto d’ingresso. Si tratta certamente di una formula conveniente, specialmente per chi non ha importanti disponibilità economiche, ma ha le doti imprenditoriali che servono per emergere grazie ad un affermato marchio come Bottega Verde.

Come aprire un Negozio Bottega Verde in franchising: l’aspetto della formazione

Non può mancare un programma dettagliato di formazione dell’affiliato, che consentirà di acquisire tutti gli strumenti e le competenze per operare con successo in franchising per Bottega Verde. Ecco i punti clou del programma di formazione:

  • corsi intensivi;
  • programmi formativi in sede e a distanza;
  • affiancamento presso «negozi palestra»;
  • momenti di formazione e addestramento «on the job».

Particolare non secondario è il seguente: a cominciare dalla scelta della posizione migliore del negozio, Bottega Verde affiancherà l’affiliato, realizzando il progetto esecutivo e d’arredamento, approntando il conto economico previsionale e dando supporti di marketing e comunicazione. Le figure denominate ’District Manager’ invece avranno compiti di assistenza, continua e costante e molto utile soprattutto nelle fasi iniziali.

Anche il fattore pubblicità ha rilievo, perché “genera fatturato in modo diretto”. Il modo di fare pubblicità in Bottega Verde è rappresentato dal marketing diretto: infatti ai tantissimi clienti Bottega Verde sono inviati messaggi personalizzati presso la propria abitazione, che includono una serie di eventi speciali ricchi di offerte commerciali, di regali e di concorsi. Mentre, all’affiliato che ha scelto di aprire un negozio Bottega Verde in franchising è garantito sempre un margine lordo, anche sui prodotti scontati o nei periodi di saldo. Non sorprende allora che negli ultimi anni i negozi della catena siano aumentati, e ad oggi vi sono più di 400 punti vendita in Italia e oltre 50 in tutto il globo.

Infine, in questa pagina web è possibile effettuare la richiesta per diventare affiliato e dunque per aprire un negozio Bottega Verde in franchising. In essa l’interessato dovrà indicare, oltre ai dati personali, anche la zona in cui vi è la volontà di aprire un negozio della catena, e se vi è disponibilità di un locale (indicazione metri quadri, numero vetrine ecc.).

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Argomenti

Iscriviti a Money.it

SONDAGGIO