Co Unilav: comunicazione di assunzione

Come comunicare l’assunzione di un lavoratore dipendente ai servizi per l’impiego in via telematica.

Co Unilav: comunicazione di assunzione

Devi assumere un dipendente? Da parecchi anni a questa parte, non è più necessario comunicare l’assunzione, singolarmente, agli enti competenti, come Inps, Inail ed Ispettorato del lavoro, ma ti basta inviare la comunicazione di assunzione ai servizi per l’impiego del tuo territorio, telematicamente, attraverso il modello Co Unilav.

Per inviare il modulo, devi esserti accreditato, in qualità di consulente o di datore di lavoro, presso il portale web dei servizi per l’impiego del tuo territorio (ad esempio Sintesi per Milano, Romalabor per Roma, Sil Sardegnalavoro per la Sardegna…); in alcuni casi, se hai la necessità di inviare comunicazioni riferite a sedi di lavoro situate in territori diversi, puoi chiedere l’accentramento ed inviare tutte le comunicazioni avvalendoti di un solo servizio territoriale.

Ma quali dati devono essere contenuti nel modello Co Unilav- comunicazione di assunzione? In questa breve guida, vediamo come compilare il modello.

Co Unilav: sezione datore di lavoro

La prima sezione del modello Unilav è dedicata al datore di lavoro. In questa sezione devi indicare:

  • il codice fiscale del datore di lavoro
  • la sua denominazione
  • il settore in cui opera l’azienda, l’ente o lo studio: è richiesto il codice Ateco, ad esempio, 56.10.30 - Gelaterie e pasticcerie
  • se si tratta di una Pubblica Amministrazione
  • l’indirizzo della sede legale ed il recapito telefonico
  • l’indirizzo della sede di lavoro ed il recapito telefonico.

Co Unilav: sezione lavoratore

La seconda sezione del modello Unilav deve essere compilata con i dati del lavoratore. È importante che ti faccia consegnare, dunque, una copia del documento d’identità e del codice fiscale, ma non solo: è preferibile che il lavoratore consegni anche la sua scheda anagrafica, nella quale sono riportati ulteriori dati.

Questi dati aggiuntivi, tra i quali ad esempio è specificato il titolo di studio posseduto, sono fondamentali non solo per la compilazione del form online, ma anche per la fruizione di incentivi all’assunzione: è specificato, difatti, se il lavoratore si trova o meno in stato di disoccupazione.

Nel dettaglio, i dati da riportare nella sezione lavoratore sono:

  • codice fiscale
  • cognome e nome
  • sesso
  • data di nascita
  • comune / stato estero di nascita: in questa sezione è richiesto anche il codice del comune; se non lo conosci, devi cercarlo dall’apposito menu di ricerca;
  • cittadinanza: per la cittadinanza italiana il codice è 000;
  • domicilio
  • livello di istruzione: ad esempio diploma di istruzione secondaria superiore che permette l’accesso all’università.

Se il lavoratore è uno straniero in possesso di regolare permesso di soggiorno, bisogna compilare, all’interno dell’Unilav, anche il cosiddetto Modello Q, in cui si dichiara, oltre al numero e al tipo del permesso di soggiorno, alla sua scadenza e all’ente che lo ha rilasciato, l’esistenza di un’idonea sistemazione alloggiativa per il dipendente e si assume l’impegno di sostenere le spese di un eventuale rimpatrio.

Co Unilav: sezione rapporto di lavoro

Nella terza sezione vanno poi inseriti i dati relativi al rapporto di lavoro:

  • data inizio
  • data fine (va compilata solo se si tratta di un contratto a termine;
  • ente previdenziale (nella generalità dei casi, bisogna indicare Inps)
  • codice ente previdenziale: qui bisogna indicare il codice matricola Inps dell’azienda;
  • numero di PAT Inail
  • tipologia contrattuale: in questa sezione bisogna specificare se si tratta di un contratto a tempo indeterminato, a termine, di un contratto di apprendistato...bisogna anche specificare se si tratta di un socio lavoratore, di un lavoratore in mobilità o di lavoro stagionale
  • tipo orario: part time orizzontale, verticale o misto, tempo pieno;
  • ore settimanali medie: ad esempio, per un part time del 50% (su un orario full time pari a 40 ore medie), bisogna indicare 20;
  • qualifica professionale ISTAT: ad esempio, 5.1.2.2.0.5 aiuto commesso; se non si conoscono il codice Istat e la precisa denominazione della qualifica, si possono cercare i dati dall’apposito menu;
  • bisogna specificare, poi, se si tratta di un’assunzione obbligatoria, ad esempio di un disabile nella quota di riserva prevista dalla legge;
  • contratto collettivo applicato: ad esempio, 167 - Turismo - C.c.n.l. per i dipendenti di: aziende alberghiere; pubblici esercizi; stabilimenti balneari; alberghi diurni; imprese di viaggio e turismo; campeggi e villaggi turistici; se non si conosce il codice del contratto collettivo applicato dall’azienda, lo si può cercare dall’apposito menu;
  • livello di inquadramento
  • retribuzione / compenso lordo annuale: qui va specificato il compenso che si prevede di erogare nell’anno al dipendente; è un dato che serve non solo a fini statistici, ma anche per l’eventuale mantenimento dello stato di disoccupazione;
  • bisogna infine specificare se si tratta di un lavoro in agricoltura.

Co Unilav: sezione dati di invio

Nell’ultima sezione devono essere compilati i dati relativi a chi effettua l’invio della comunicazione, ad esempio l’azienda, il consulente del lavoro o il diverso intermediario; ecco i dati da inserire:

  • soggetto che effettua la comunicazione: ad esempio 001 - Consulenti del Lavoro (art. 1, co. 1, Legge 12/1979)
  • codice fiscale del soggetto che effettua la comunicazione
  • e-mail del soggetto che effettua la comunicazione
  • Tipo comunicazione: nella generalità dei casi si indica 01 - comunicazione obbligatoria;
  • codice comunicazione: questo codice è compilato in automatico dal sistema;
    bisogna infine specificare se l’assunzione è avvenuta per cause di forza maggiore.

Effettuato l’invio, il sistema offre la possibilità di stampare la ricevuta col numero di protocollo. Una copia della comunicazione deve essere consegnata al lavoratore assunto.

Co Unilav: errori

Se ti accorgi di aver inserito dei dati errati nella comunicazione di assunzione, puoi correggerli entro 5 giorni dallo stesso portale dei servizi per il lavoro.

Per la correzione, puoi servirti della funzione rettifica ed intervenendo direttamente sul form inviato.

Invio di più comunicazioni di assunzione

Devi inviare parecchie comunicazioni di assunzione? Oppure il tuo programma paghe genera in automatico la comunicazione di assunzione in formato xml? In questo caso, sempre dal portale territoriale dei servizi per l’impiego, puoi procedere all’upload dei form xml ed all’invio massivo.

Iscriviti alla newsletter "Lavoro"

Argomenti:

Lavoro dipendente

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.