Cinema, stadi e teatri: ok al consumo di cibo e bevande, restano le altre regole

Alessandro Cipolla

17/02/2022

17/02/2022 - 16:25

condividi

L’annuncio è del sottosegretario alla Salute Andrea Costa: dopo uno stop di quasi tre mesi, dal 10 marzo si potrà tornare a consumare cibo e bevande all’interno di cinema, stadi e teatri.

Cinema, stadi e teatri: ok al consumo di cibo e bevande, restano le altre regole

Cinema, stadi e teatri, arrivano buone notizie. Dal 10 marzo si potranno tornare a consumare cibi e bevande dopo che a ridosso di Natale, a causa dell’aumento dei casi Covid, il ministro alla Salute Roberto Speranza aveva decretato la stretta.

Ad annunciare questo alleggerimento delle misure restrittive è stato Andrea Costa, il sottosegretario alla Salute che ha emesso una nota al termine dei lavori della XII commissione Affari sociali della Camera.

Dal 10 marzo - ha fatto sapere Costa - Sarà nuovamente possibile consumare cibi e bevande anche in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, nei locali di intrattenimento e musica dal vivo e in altri locali assimilati e in tutti i luoghi in cui svolgono eventi e competizioni sportive”.

Il via libera è arrivato tramite un emendamento, cui il Governo per mezzo del sottosegretario Andrea Costa ha dato parere favorevole, al ddl appena approvato all’unanimità dalla commissione Affari sociali.

Cinema, stadi e teatri: cosa cambia dal 10 marzo

Da quando è scoppiata la pandemia il settore della cultura, cinema e teatri in primis, è stato senza dubbio uno dei più colpiti. Nonostante le varie riaperture, le presenze sono ancora molto lontane dall’essere paragonate a quelle pre-Covid.

La decisione di tornare, a paritre dal 10 marzo, a consumare cibo e bevande all’interno di cinema, teatri e stadi, è una scelta che potrebbe ridare ossigeno a un settore che ancora stenta a riprendersi.

Per quanto riguarda gli stadi, nei giorni scorsi è stata resa nota la decisione di portare la capienza degli impianti al 75% a partire dal primo marzo, ultimo step prima del ritorno al pubblico in presenza al 100%.

Visto il miglioramento della situazione sanitaria nel Paese, si è ipotizzato un possibile anticipo della capienza degli stadi al 75% già a partire da questo fine settimana. A prescindere dalle tempistiche, la strada comunque è stata già tracciata.

Non dovrebbero cambiare invece le altre regole in vigore: l’ingresso nei cinema, nei teatri e negli stadi, sarà concesso solo a chi indossa una mascherina Ffp2 ed è in possesso del green pass rafforzato.

Argomenti

# Cinema
# Stadio

Iscriviti a Money.it