Chi è Roberto Burioni: docente e virologo famoso sui social, biografia e carriera

Chi è Roberto Burioni: biografia e carriera del virologo e docente universitario famoso sui social network, dove cura un sito ufficiale e un profilo Twitter sempre aggiornato.

Chi è Roberto Burioni: docente e virologo famoso sui social, biografia e carriera

Chi è Roberto Burioni: in molti se lo saranno chiesti sentendo e vedendo apparire sempre più spesso il nome e il volto dell’infettivologo italiano nel corso di interventi e dibattiti sull’emergenza Coronavirus in Italia, ma non solo.

La carriera e la biografia di Roberto Burioni sono di prim’ordine e lo vedono da diversi anni attivo nel campo della divulgazione scientifica sul mondo dei vaccini, specialmente tramite social network (soprattutto sull’account Twitter @RobertoBurioni e dal sito Medical Facts). Il Coronavirus vede il docente dell’Università San Raffaele di Milano (dove insegna microbiologia e Virologia) al centro di consulti e pareri, specialmente all’interno dei salotti televisivi e dei mezzi d’informazioni che dedicano una copertura costante alla diffusione del virus cinese in Italia.

Intorno alla figura di Roberto Burioni non mancano anche le polemiche, l’ultima che ha visto protagonista quest’ultimo e la dottoressa Maria Rita Gismondo, virologa e responsabile del laboratorio dell’ospedale Sacco di Milano.

Chi è Roberto Burioni: biografia e carriera del virologo

Roberto Burioni nasce a Pesaro il 10 dicembre 1962, età 57 anni. Dopo la maturità classica si laurea in Medicina e chirurgia a Roma presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore. È solo l’inizio per Burioni che si specializzerà in Allergologia e Immunologia all’Università Politecnica delle Marche a cui seguirà un dottorato in Scienze microbiologiche, quest’ultimo conseguito a Genova.

Virologo dall’esperienza maturata a livello internazionale (in alcune dei principali centri per il controllo delle malattie americana da Atlanta alla costa della California) a principale ricercatore italiano nell’ambito delle malattie infettive a cui affiancherà l’attività di docente dal 2004 presso l’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano.

Alla fama in campo medico si unisce quella all’interno di TV e stampa, quando i propri interventi su alcuni dei principali social network come Facebook e Twitter lo pongono al centro del dibattito contro i no-vax, essendo a favore della vaccinazione fin dalla prima infanzia.

Roberto Burioni sui social network: da Medical Facts a Twitter

Tra le sue pubblicazioni più famose abbiamo Il vaccino non è un’opinione (2016, Mondadori) che tratta il tema dell vaccinazioni e della protesta contro gli stessi a cui seguirà La congiura dei Somari - Perché la scienza non può essere democratica(2017, Rizzoli) e Balle Mortali (2018) in cui emerge il tipico stile di Burioni, tra divulgazione scientifica ferrea e documentata e ironia rivolta a decostruire le tesi opposte.

L’approccio sul web diventa centrale con l’apertura di Medicalfacts.it, dove vengono pubblicati articoli e approfondimenti di tipo medico. Il sito gode anche di una pagina Facebook ufficiale, Medical Facts di Roberto Burioni, attraverso cui il virologo posta e commenta i principali avvenimenti e fatti del mondo sanitario e scientifico.

Il Coronavirus in Italia lo vede in prima linea non solo per l’attenzione rivolta all’argomento, ma anche per le polemiche che lo coinvolgono in prima persona (molte sono le critiche rivolte alla sottovalutazione del Coronavirus, a sua detta ridotto a una banale influenza da parte di colleghi infettivologi e per questo sottostimato).

Attivo anche in campo politico e sociale, Burioni ha fondato nel 2019 l’Associazione Patto per la Scienza che ha come obiettivo quello di accostare l’attenzione della comunità scientifica alle scelte legislative applicate dal governo (di qualsiasi colore e partito).

Iscriviti alla newsletter

Money Stories
SONDAGGIO

Termina il 07/12/2020

Come passerai questo Natale?

727 voti

VOTA ORA