Chi è Francesco Repice: la storia del radiocronista della Rai

Elisa Corpolongo

09/07/2021

09/07/2021 - 22:14

condividi

Italia-Inghilterra, la finale degli Europei, non sarà commentata da Alberto Rimedio e il web chiede Francesco Repice: vediamo chi è.

Chi è Francesco Repice: la storia del radiocronista della Rai

Un evento, quello della finale tra Italia e Inghilterra che lascerà tutti i tifosi col fiato sospeso per 90 minuti. In quell’occasione attesa da tutti gli italiani, il web richiede proprio Francesco Repice, il telecronista Rai per commentare la finale degli Europei tra Italia e Inghilterra che prenderà luogo domenica 11 luglio alle ore 21.

Il fatto è che Alberto Rimedio, fino a oggi telecronista fisso per la Rai e per tutte le partite degli Azzurri, è risultato purtroppo positivo al Covid-19 e, pertanto, non potrà presenziare alla cronaca della finale degli Europei.

Una sostituzione obbligata quella di Rimedio e il web chiede come protagonista alla cronaca degli Europei Francesco Repice: una soluzione che sembra essere del tutto interessante. Francesco Repice è, infatti, tutt’altro che poco esperto di calcio: vediamo chi è il radiocronista prestato alla TV per la finale degli Europei 2020, con l’Italia in finale.

Chi è Francesco Repice: una biografia

Francesco Repice è nato il 4 marzo del 1963 (58 anni) ed è un giornalista italiano originario di Cosenza, un comune italiano capoluogo dell’omonima Provincia della Calabria.

Dopo aver studiato al liceo classico Giulio Cesare a Roma, Francesco Repice si appassiona allo sport e diventa tifoso della Roma e anche simpatizzante per il Frosinone. Inoltre, inizia a collaborare con diverse testate giornalistiche, tra cui La Discussione e Il Popolo, oltre che a prestarsi come paroliere per Lo Zecchino d’Oro.

Francesco Repice viene poi assunto in Rai nel 1977, iniziando poi nel 2000 a commentare il calcio. Entra poi in modo stabile nella trasmissione Tutto il calcio minuto per minuto e, successivamente, inizia la carriera per la radiocronaca di calcio.

La carriera nella radiocronaca

Dal 2007, Repice compariva già come seconda voce radiofonica per la cronaca delle partite azzurre. A partire dal 2010, per di più, diventa la voce ufficiale e portante degli anticipi e posticipi di Serie A e delle coppe europee.

Repice si trova così al centro della cronaca di eventi importanti, come la conquista della Champions League da parte dell’Inter, oppure l’ultima partita di Alessandro del Piero con la Juventus. Nel 2014, subentra definitivamente come voce ufficiale della nazionale, proprio a partire dall’amichevole Italia-Irlanda di quell’anno.

Non solo esperto di calcio, però. Infatti, Repice ha commentato per la Rai anche diversi incontri di pugilato e varie competizioni di equitazione, mostrando in più di un’occasione di essere un professionista e un appassionato di sport come pochi. Tutta da comprendere, perciò, la richiesta di chi vorrà godersi la finale Italia-Inghilterra: si potrebbe stare tranquilli così sulla telecronaca.

La vita privata di Francesco Repice

Francesco Repice è abbastanza riservato e non si sa molto della sua vita privata. Soprattutto, la riservatezza è nei confronti della famiglia. Egli vive, in effetti, con la moglie Federica e i due hanno due bambine, Maria Sole di 12 anni e Beatrice, più piccola, di 9 anni.

Una simpatica curiosità sulla vita privata di Repice è che la moglie è laziale. Ebbene sì, come dichiara il radiocronista durante un’intervista, “sennò sarebbe stato troppo facile”.

Il radiocronista prestato alla TV per la finale tra Italia e Inghilterra è molto legato alla famiglia. Infatti, molte delle sue attenzioni sono rivolte anche ai nipoti gemelli di 17 anni, Francesco e Simone, che sono i figli della sorella.

Argomenti

# Rai
# Calcio

Iscriviti a Money.it