Cene con amici e feste private si possono fare? Le regole per la zona gialla, arancione e rossa

Martino Grassi

24 Gennaio 2021 - 15:46

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Si possono fare feste private o cene con a casa o al ristorante? Ecco tutte le regole per compleanni, feste di laurea con amici e familiari.

Cene con amici e feste private si possono fare? Le regole per la zona gialla, arancione e rossa

Cene con amici e feste private in casa o al ristorante si posso fare? Nel corso del tempo i vari DPCM emanati dal governo per far fronte all’emergenza sanitaria hanno cambiato più volte le carte in tavola, creando spesso confusione tra i cittadini.

Uno degli aspetti che ha subito più modifiche sono proprio gli incontri con gli amici e con i congiunti in casa anche per festeggiare compleanni, feste di laurea o per delle semplici cene e le regole per i ristoranti. Ma vediamo cosa dice l’attuale decreto in vigore per gli incontri con gli amici e parenti.

Cene con amici e feste private in casa: le regole nella zona rossa, gialla e arancione

Il premier Conte e il Governo hanno più volte raccomandato di evitare gli incontri sia all’aperto che al chiuso se non strettamente indispensabili. Anche nell’ultimo documento si può leggere la raccomandazione di indossare i “dispositivi di protezione delle vie respiratorie anche all’interno delle abitazioni private in presenza di persone non conviventi”.

Tuttavia è possibile incontrarsi con amici e parenti sia nelle zone gialle, che in quelle rosse e arancioni, vediamo quali sono le differenze:

  • Nella zona gialla è possibile spostarsi senza alcuna limitazione all’interno del territorio regionale anche per incontrare amici e parenti, facendo una sola visita al giorno e rispettando il coprifuoco. Si potranno ospitare fino ad un massimo di 2 amici o parenti non conviventi (esclusi i ragazzi con un’età inferiore ai 14 anni e le persone non autosufficienti) anche per feste e cene;
  • Nella zona arancione e rossa si potrà far visita agli amici e parenti, anche per cene e feste, solamente se residenti nello stesso comune. In questo caso infatti gli spostamenti all’esterno del proprio comune dovranno essere motivati da esigenze di lavoro e salute. Come nella zona gialla sarà possibile incontrare solamente due persone durante gli orari in cui non vige il coprifuoco.

Si può festeggiare al ristorante?

Anche i festeggiamenti nei ristoranti sono sottoposti a delle limitazioni con il nuovo DPCM in base alla colorazione della regione. Nelle zone gialle sarà possibile andare al ristorante ma solamente fino alle ore 18. Dopo questo orario sarà consentito solamente l’asporto fino alle ore 22 e la consegna a domicilio senza limiti d’orario.

Nelle zone rosse e arancioni invece non si può andare al ristorante dal momento che sono tutti chiusi, in queste regioni è possibile solamente ordinare cibo e bevande da asporto fino alle 22 ed è consentita la consegna a domicilio.

Cosa rischia chi fa feste private: le sanzioni

Qualora non dovessero essere rispettare le normative attualmente in vigore si rischia la multa da 400 a 1.000 euro. Nei ristoranti non saranno sanzionati solamente i gestori (con sanzioni fino a 3.000 euro e la sospensione della licenza), ma anche i cittadini che non rispetteranno il provvedimento. Anche in questo è prevista una multa che parte da 400 euro.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories