Calcioscommesse e partite truccate: boom in Italia, ma perché da noi succede spesso?

icon calendar icon person

L’Economist rivela uno studio che vedrebbe un’allarmante crescita di partite truccate in Italia, con conseguenze anche sul calcioscommesse. Ecco come stanno le cose e perché da noi è così frequente.

Calcioscommesse e partite truccate: allarme boom in Italia a inizio stagione 2016. Ecco come stanno le cose secondo uno studio dell’Economist e perché l’Italia è uno dei Paesi più colpiti dal fenomeno.

Quando la stagione calcistica si apre in Italia il 20 agosto, i fan esultano dopo aver dovuto rinunciare alle amate partite durante la pausa estiva, ma sanno veramente cosa stanno guardando? Recenti indagini hanno dimostrato che un numero allarmante di partite in Italia sono truccate e i risultati del calcioscommesse sono già noti prima del fischio d’inizio.

Per tutti i calciofili quindi arriva la brutta notizia che in Italia è cresciuto il numero di partite truccate, stando ad una ricerca del noto giornale britannico The Economist.

L’ultima rivelazione relativa alle categorie minori, che ha portato a dieci arresti (tra cui almeno tre giocatori) a maggio, riguarda due partite di calcio in seconda divisione della stagione 2013-14 che sarebbero state pilotate.

Si tratta della vittoria per 1-0 del Modena sull’Avellino e una vittoria per 3-0 dell’Avellino sul Reggina.

Sempre a maggio, 90 persone sono state rinviate a giudizio a Cremona per scandali legati al calcioscommesse e risultati delle partite. In questo caso si trattava di un’indagine riferita a una presunta cospirazione per determinare i risultati delle partite in Serie A e in Serie B.

Nella città meridionale di Bari, cinque persone inoltre sono state condannate per aver manovrato importanti partite di Serie B nelle stagioni 2007-8 e 2008-9.

Calciopoli e calcioscomesse tornano a far parlare di sé: dopo lo scandalo dei 41 club di calcio accusati di evasione fiscale a livello internazionale, fatture false, associazione a delinquere e riciclaggio, non si placano le polemiche sulle scommesse sportive legate a partite truccate e decise a tavolino.

Arriviamo al 2016, già ad inizio stagione si parla di 63 persone accusate di coinvolgimento con la criminalità organizzata che trucca le partite nelle serie minori.

Più di 30 squadre sono state colpite dal fenomeno e non accenna a diminuire, vediamo allora come stanno le cose in Italia per quanto riguarda partite e scommesse sportive truccate.

Calcioscommesse e partite truccate: ecco perché succede in Italia

E ’difficile dire se tutta questa attività dimostra che il calcio in Italia è inevitabilmente corrotto, anche perchè il fenomeno del calcioscommesse e partite truccate è molto noto anche all’estero.

Ma perché in Italia sembra particolarmente grave e frequente?

Ciò che rende alcuni dei casi in corso in Italia particolarmente gravi è la prova del coinvolgimento della criminalità organizzata.

Il gioco d’azzardo di ogni tipo è stato a lungo un modo per riciclare denaro sporco e le scommesse sportive sono un terreno fertile per farlo.

Nello scandalo che ha attivato gli arresti di maggio in Italia, il presunto beneficiario è proprio un membro di un clan della camorra, a riprova della forte ingerenza che la criminalità organizzata ha nel mondo del calcio professionistico italiano.

Com’è la situazione all’estero?

La corruzione nello sport è quasi vecchia quanto lo sport in sé, ma la crescita immensa di scommesse sportive illecite negli ultimi decenni, in particolare sul calcio, ha moltiplicato gli episodi di corruzione.

Secondo Sportradar, una multinazionale svizzera che analizza i dati relativi allo sport, la metà delle scommesse annuali del valore di € 750.000.000.000 ($ 845.000.000.000) riguardano il calcio.

L’unità di rilevamento frodi di Sportradar pensa che circa l’1% delle partite sono truccate.

Il caso come è noto non riguarda solo l’Italia. Nel 2013 venne arrestato a Singapore un uomo d’affari, Tan Seet Eng (più comunemente noto come «Dan Tan»), che si ritiene fosse il perno di una rete criminale globale che ha fatto milioni di dollari con le partite truccate in Italia, Ungheria e Finlandia.