CEO: chi è, cosa fa e quanto prende di stipendio? Significato e traduzione del termine

CEO: significato e traduzione del termine. Chi è, cosa fa e quale stipendio percepisce all’interno di un’azienda? Ecco cosa c’è da sapere sulla figura dell’amministratore delegato.

CEO: significato e traduzione - Chi è il CEO, cosa fa, quale stipendio ha e soprattutto perché il ruolo che ricopre all’interno di un’azienda è così importante?

Il significato di CEO è quello di amministratore delegato, la traduzione non proprio letterale di Chief Executive Officer, ma chi è, cosa fa in realtà e perché il suo stipendio è così elevato?

Il CEO, o amministratore delegato, rappresenta il ruolo esecutivo più alto ricoperto all’interno di una compagnia e la sua responsabilità primaria è quella di prendere le decisioni societarie maggiori, gestire le operazioni complessive, occuparsi delle risorse dell’azienda e agire come il maggior punto di comunicazione tra il comitato direttivo e il braccio esecutivo della stessa.

Molto spesso il significato di CEO impone la sua presenza all’interno del comitato direttivo aziendale e molte volte lui o lei ha anche il ruolo di presidente dello stesso. Ora che abbiamo identificato la traduzione del termine, scendiamo nel dettaglio ed esaminiamo a fondo il significato di CEO: dal chi è, al cosa fa, fino a quanto prende di stipendio.

CEO, chi è e cosa fa? Significato e traduzione del termine

Come già accennato la traduzione di CEO, Chief Executive Officer, è quella di amministratore delegato. Il significato di CEO è dunque sempre lo stesso, ma la sua traduzione varia a seconda dell’ordinamento che stiamo prendendo in considerazione.

Nel caso di Italia, Belgio e Portogallo, il termine CEO viene sostituito con quello di amministratore delegato, appunto. In Francia viene chiamato Directeur général, in inglese britannico Managing Director e in tedesco Vorstandsvorsitzender. Ecco chi è il CEO e quali sono la traduzione e il significato del termine.

CEO, significato: chi è e cosa fa?

Come già visto al significato di CEO sono spesso attribuiti anche altri titoli tra cui presidente, esecutivo e anche amministratore delegato o consigliere. Il ruolo del CEO varia da una compagnia all’altra e dipende dalla struttura, dalla grandezza e dall’organizzazione della stessa.

Nelle società relativamente piccole il CEO ha spesso un ruolo direttivo più evidente all’interno della compagnia e riesce a prendere molte delle decisioni di business della società, anche quelle considerate “inferiori” come le assunzioni di nuovo personale.

Nelle compagnie più grandi, invece, il significato di CEO cambia. In questo contesto l’amministratore delegato ha a che fare esclusivamente con decisioni di grado superiore, come ad esempio quelle riguardanti la strategia aziendale e la crescita complessiva della stessa. Le altre decisioni sono invece delegate ai vari dipartimenti di cui la società si compone. Definire chi è il CEO non è sempre facile.

Il CEO definisce l’intonazione e la visione che la sua società dovrà seguire e, come risultato, molto spesso diventa anche un personaggio famoso. Si pensi a Mark Zuckerberg CEO di Facebook, o al rivoluzionario fondatore e CEO di Apple, Steve Jobs, diventato così famoso da attirare su di sé l’attenzione mediatica di tutto il mondo - i documentari e i film sul suo personaggio rendono l’idea. Ecco, insomma, chi è il CEO, quale significato ha il termine e cosa fa all’interno dell’azienda.

Amministratore delegato: differenza CEO-presidente

Mentre il CEO dirige gli aspetti operativi di una compagnia, il comitato, o consiglio, sovrintende ad essa in modo complessivo e il leader dello stesso consiglio è chiamato presidente (chairman). Il consiglio societario ha il potere di revocare le decisioni del CEO, ma il presidente non ha la facoltà di revocare le decisioni del consiglio.

Chi è il presidente? Egli è considerato alla pari degli altri membri del consiglio e in alcuni casi la sua figura e quella del CEO possono coincidere, anche se nella maggior parte delle compagnie si tende a separare i due ruoli per garantire una gestione più definita della società.

Amministratore delegato: differenza CEO-CFO

Ora che il significato di CEO comincia ad essere sempre più chiaro occorre capire chi è il CFO e qual è la differenza tra i due ruoli. Quest’ultimo termine si riferisce al capo finanziario della compagnia, più noto come direttore finanziario aziendale. Mentre, come abbiamo visto, il significato di CEO gli impone di focalizzare la propria attenzione sugli aspetti generali della compagnia, la traduzione di CFO, Chief Financial Officier, lo rende adatto ad occuparsi (quasi) esclusivamente di questioni finanziarie.

Al contrario del CEO, il CFO analizza i punti di forza finanziari della società e formula giudizi e raccomandazioni volti al loro miglioramento. Esso inoltre traccia il flusso di cassa societario e si prende cura della pianificazione finanziaria con riguardo a investimenti e struttura del capitale.

Amministratore delegato: differenza CEO-COO

Quando si parla di posizioni esecutive all’interno di una stessa azienda, fare confusione può essere piuttosto facile. Per le piccole aziende ancora in fase di sviluppo, il CEO può assumere contemporaneamente il significato e ruolo di CFO e anche il ruolo di COO, ossia il Chief Operating Officier.

Qual è la differenza CEO-COO? Il significato di COO è letteralmente quello di direttore operativo in genere posto alle dipendenze del CEO. Il compito del COO è quello di gestire le operazioni giornaliere della compagnia, monitorare la metrica societaria (come le sue quote di produzione) e determinare gli obiettivi. Un ruolo di coordinamento.

Chi è il CEO e che impatto ha sull’azionario

Capita molto spesso che la nomina di un CEO anziché di un altro vada a ripercuotersi in senso positivo o negativo sull’andamento del titolo societario. Cambiamenti di questo tipo possono essere determinati da diversi fattori tra cui, ovviamente, la percezione del mercato in merito alle reali capacità del nuovo CEO. In realtà il modo in cui il titolo societario reagisce dipende da come l’azienda gestisce la fase di transizione da un CEO all’altro.

Vale la pena di notare, comunque, che un cambiamento di CEO celi più rischi al ribasso che al rialzo, soprattutto nel caso in cui la transizione non sia stata pianificata. I mercati odiano l’incertezza e l’arrivo di una nuova gestione è un classico esempio di questa. Gli investitori tendono ad essere più a loro agio con l’arrivo di un CEO con esperienza nel settore in cui opera l’azienda. Anche la reputazione del nuovo amministratore delegato ha la sua importanza e può influenzare nell’uno o nell’altro senso l’andamento del titolo.

Quanto prende un CEO? Lo stipendio

Ora che abbiamo capito chi è il CEO, cosa fa e quale il significato del suo ruolo, passiamo a chiederci quanto prende di stipendio. Le retribuzioni degli amministratori delegati sono note per l’essere piuttosto elevate. Nel 2015 il CEO di Expedia, Dara Khosrowshahi , ha portato a casa ben 94,6 milioni di dollari e dato che la forbice tra lo stipendio di un CEO e quello di un lavoratore medio sembra crescere a dismisura, in molti si chiedono perché la retribuzione degli amministratori delegati debba sfiorare cifre così astronomiche.

Il CEO di Google, Sundar Pichai, è un altro classico esempio da fare per meglio capire a quanto ammonta lo stipendio di un amministratore delegato. Nel solo 2016, Pichai ha guadagnato circa 199,35 milioni di dollari: di questi 650 mila di vero stipendio e in 198,7 milioni di dollari in azioni.

Quanto prende di stipendio Tim Cook, CEO di Apple? Nonostante all’inizio dell’anno la sua retribuzione sia stata tagliata del 15% per aver mancato alcuni obiettivi aziendali, lo stipendio di Cook continua a far girare la testa: 8,7 milioni di dollari non sono poi così male come somma.

Ecco, insomma, chi è e cosa fa un CEO, qual è il significato del suo ruolo e quanto percepisce di stipendio.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Amministratore delegato

Money academy

Questo articolo fa parte delle Guide della sezione Money Academy.

Visita la sezione

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.