Bonus cultura 2021: come richiedere e dove spendere i 500 euro

Teresa Maddonni

31/03/2021

31/03/2021 - 17:48

condividi

Dal 1° aprile si può richiedere il bonus cultura 2021 su 18app, 500 euro che i nati nel 2002 potranno spendere ma a determinate condizioni. Vediamo come fare domanda e dove utilizzare la Card.

Bonus cultura 2021: come richiedere e dove spendere i 500 euro

Bonus cultura 2021: al via da giovedì 1° aprile la registrazione sulla piattaforma 18app per i ragazzi maggiorenni nati nel 2002.

Il bonus cultura 2021 consiste in un contributo di 500 euro da spendere in prodotti culturali, anche se a oggi abbiamo regioni in zona rossa ed eventi sospesi ormai da un anno.

Per il bonus cultura 2021, anche detto bonus 18enni, è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 17 marzo 2021 il decreto del ministero per i Beni e le Attività Culturali che consente la registrazione sulla piattaforma 18app per ottenere la card da 500 euro.

Dal 1° aprile ci si può registrare e fino al fino al 31 agosto 2021. Vediamo come richiedere il bonus cultura e dove spendere i 500 euro con le novità per il 2021 e requisiti.

Cos’è il bonus cultura 2021

Il bonus cultura 2021 è un’erogazione di denaro da parte dello Stato a sostegno della diffusione del patrimonio culturale italiano e internazionale, e arriva ai beneficiari sotto forma di un buono di valore di 500 euro nella 18app. L’erogazione del bonus cultura è un’iniziativa del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e della Presidenza del Consiglio dei Ministri, in attivo dalla Legge di Stabilità del 2016.

Bonus cultura 2021: chi può richiederlo?

Il bonus cultura di 500 euro è riservato nel 2021 ai ragazzi che hanno raggiunto la maggiore età entro il 31 dicembre 2020.

Il decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale entra in vigore il 1° aprile e i giovani che faranno richiesta per il bonus di 500 euro, possono ottenere la Carta elettronica che in realtà è un’applicazione, la 18app.

Dal suo debutto nel 2016, il bonus cultura è sempre stato un incentivo riservato ai neo-diciottenni, concesso dal Governo per un importo di 500 euro, da spendere in attività culturali.

Nel 2021 è il turno dei nati del 2002 ossia i neo-diciottenni che al momento dell’invio della richiesta siano in possesso delle seguenti caratteristiche:

  • cittadini residenti nel territorio nazionale;
  • in possesso di permesso di soggiorno in corso di validità dove richiesto;
  • che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età nell’anno precedente alla richiesta del bonus.

Bonus cultura 2021: come richiedere i 500 euro

I 500 euro del bonus cultura si richiedono per via telematica, attraverso la piattaforma 18app, disponibile anche su smartphone e tablet in versione di app scaricabile. La procedura si attiva il 1° aprile.

Per accedere a 18app è necessario essere in possesso delle credenziali SPID - Sistema Pubblico di Identità Digitale, utili per accedere ai servizi promossi dalla pubblica amministrazione e rilasciato da un Identity Provider autorizzato.

Ecco la guida riepilogativa di come ricevere il bonus cultura:

  • richiedere il codice SPID;
  • eseguire l’iscrizione a 18app;
  • assicurarsi dell’accredito dei 500 euro (in automatico);
  • utilizzare il bonus cultura negli esercenti indicati su 18app.

Dove spendere i 500 euro del bonus cultura

Una volta eseguito l’accesso a 18app, è possibile consultare il catalogo degli esercenti che hanno aderito all’iniziativa, in cui è possibile spendere i 500 euro del bonus cultura. Ecco cosa si può comprare:

  • biglietti per rappresentazioni teatrali e cinematografiche e spettacoli dal vivo;
  • libri;
  • titoli di accesso a musei, mostre ed eventi culturali, monumenti, gallerie, aree archeologiche, parchi naturali;
  • musica registrata;
  • corsi di musica;
  • corsi di teatro;
  • corsi di lingua straniera;
  • prodotti dell’editoria audiovisiva.

Nel 2020 i ragazzi che volevano usufruire del bonus cultura dovevano registrarsi entro il 31 agosto 2020; anche quest’anno la registrazione può essere effettuata fino al 31 agosto 2021 e il bonus essere speso fino al 28 febbraio 2022. Vediamo ora le novità per il bonus cultura.

Cosa cambia per i 2002?

Al momento, stando alle prime indicazioni in merito contenute nel decreto in Gazzetta Ufficiale, per i nati nel 2002 l’importo del bonus cultura non cambia.

C’è tuttavia una novità per i 2002 e che riguarda le modalità di spesa dei 500 euro. Molte delle attività che sono sopra elencate non sono fruibili al momento con l’emergenza Covid.

Il nuovo decreto prevede infatti che il bonus cultura, per coloro che hanno compiuto 18 anni nel 2020 e che si registrano quest’anno alla piattaforma, può essere utilizzato anche per l’acquisto di abbonamenti a quotidiani anche in formato digitale.

Iscriviti a Money.it