Benzinai: da domani 8 giorni di scioperi. Chi chiude, chi apre, orari. Tutte le informazioni per non rimanere senza carburante

8 giorni di sciopero dei benzinai che coinvolgerà anche self service e stazioni di servizio autostradali. Tutte le informazioni per non rimanere senza carburante

Domani, 14 giugno, cominceranno gli 8 giorni di sciopero dei benzinai. Gli automobilisti corrono ai ripari e invadono stazioni di servizio e self service, ma la protesta rischia di creare non pochi problemi ai cittadini.

A convincerli a bloccare tutto non è bastato neanche il summit del ministero dello Sviluppo Economico.Il viceministro De Vincenti continua a portare avanti la sua tesi: la concorrenza va ampliata, solo così i prezzi dei carburanti potranno scendere.

’Una ristrutturazione della rete che riduca i costi e migliori la qualità del servizio, l’articolazione delle forme contrattuali tra compagnie e gestori (secondo quanto previsto dal dl liberalizzazioni) e una corretta dinamica concorrenziale’’.

Queste le intenzioni del Governo.
Dall’altra parte i benzinai che, pur avendo apprezzato «la disponibilità del ministero», vanno avanti per la loro strada e accusano le compagnie petrolifere:

forti del vincolo di fornitura in esclusiva, continuano ad imporre unilateralmente ed arbitrariamente ai gestori prezzi a fuori mercato e molto più alti di quelli praticati da un ristretto numero di impianti, cosiddetti no logo’’,

Queste le motivazioni alla base dello sciopero che partirà domani e coinvolgerà, oltre ai distributori ordinari, anche stazioni di servizio autostradali e self service.

Ma cerchiamo di capire chi si fermerà, quando e se oggi è necessario fare benzina per non rischiare di rimanere a piedi.

Benzinai: il calendario dello sciopero
Si inizia domani. Alle 7 di sabato mattina i self service chiuderanno alle vendite negli orari di apertura, oscureranno gli sconti e le insegne della compagnia. Tutto questo per tre giorni, fino alle 19,30 del 17 giugno.

Lo stesso giorno e alla stessa ora comincerà la protesta degli impianti nazionali che si protrarrà fino alle 7 di mattina di giovedì 19 giugno.

Il 17 giugno inoltre incroceranno le braccia anche i lavoratori delle aree di servizio autostradali, mentre il 18 si terrà a Roma una manifestazione nazionale dei gestori.

Infine, dalle 24 del 21 giugno alle 24 del 28 giugno non sarà possibile pagare elettronicamente e sarà sospesa ogni promozione.

Riassumendo:

  • 14-17 giugno:sciopero self service;
  • 19,30 del 17 giugno - 7.00 del 19 giugno: sciopero impianti nazionali;
  • 17 giugno: sciopero lavoratori aree di servizio autostradali;
  • 21 giugno - 28 giugno: stop promozioni e pagamento elettronico.
  • 18 giugno: manifestazione nazionale nella capitale;

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.