La BMW Serie 4 Coupé è ormai realtà. In arrivo in autunno, Money.it ha raccolto tutto ciò che c’è da sapere sulla nuova coupé del marchio tedesco, dal prezzo al design, dalle dotazioni interne alle caratteristiche di interni ed esterni, passando per le doti di connettività e sicurezza e per i dettagli dei motori a disposizione.

Con una première mondiale trasmessa via web, BMW ha svelato una delle automobili più attese dell’anno, l’ultima generazione della sportiva a due porte per il segmento delle medie dimensioni premium: è la nuova BMW Serie 4 Coupé.

Tecnologia Mild Hybrid a 48 Volt, cambio Steptronic a otto rapporti, sarà in vendita da ottobre 2020 con l’obiettivo di garantire un’esperienza di guida estremamente coinvolgente.

La decisione di acquistare una coupé riflette fortemente un desiderio di dinamismo, sportività, di una filosofia di guida che la nuova BMW Serie 4 è pronta a trasmettere, elevandola ad un livello completamente nuovo rispetto al passato. Una specifica messa a punto del telaio, un comportamento stradale di riferimento, il corpo vettura dal design affinato e aggressivo rivelano sin da subito quello che è lo spirito della Serie 4, che incarna la tradizione delle 2 porte del marchio tedesco risalente ormai a quasi 90 anni fa e anticipa le forme di quella che sarà la futura i4, l’elettrica che dovrebbe entrare in produzione nel 2021.

Il design della nuova BMW Serie 4 Coupé

Proprio il disegno della vettura è l’aspetto più discusso e su cui si sono concentrate le prime attenzioni degli appassionati, divisi tra chi avrebbe preferito un look più classico del frontale, legato agli altri modelli della casa bavarese e chi ne apprezza l’imponenza. L’immancabile “doppio rene”, stilema dei modelli BMW, raggiunge una misura extra large, assicurando un ingresso d’aria adeguato al raffreddamento del motore e inglobando lo spazio destinato alla targa.

Ne risulta un anteriore sicuramente espressivo, che denota carattere e richiama alla tradizione, vedi la calandra della 328 degli anni ’30, reso ancora più forte dalla carreggiata cresciuta di 28 millimetri rispetto al modello precedente e dalle prese d’aria con struttura a maglie, caratteristica fino ad oggi solo dei modelli M, che accentuano la larghezza della vettura.

Se il grosso “naso” può suscitare qualche dubbio, decisamente riuscito è invece il disegno dei fari, full Led (di serie): aggressivi, sottili, si allungano fluidamente verso i passaruota anteriori e comprendono la luce di svolta e le funzioni di curva adattive con illuminazione stradale variabile ottimizzata per la guida urbana e autostradale.

A richiesta sono disponibili i LED adattivi con BMW Laserlight che, a velocità superiori ai 60 km/h, aumentano la portata degli abbaglianti fino a un massimo di 550 metri, seguendo dinamicamente il percorso della strada.

Anche vista lateralmente, questa BMW Serie 4 Coupé riflette l’enfasi posta sulla potenza dinamica nel processo di concezione dell’auto. Le fiancate sono modellate da superfici scolpite, mentre la linea del tetto, fluente, accompagna la finestratura priva di cornice, conferendo eleganza e sportività. Nella parte posteriore (la cui carreggiata ha guadagnato 18 mm) trovano posto delle accattivanti luci a LED composte da barre luminose a forma di “L”.

Aumentano tutte le dimensioni esterne a cominciare dalla lunghezza, +12,8 cm, che raggiunge i 4,76 metri (a metà strada fra le versioni a due porte della Mercedes, Classe C ed E). A questa seguono le altre misure, cresciute per mantenere una proporzione corretta delle forme. Larghezza +2,7 cm (1,85 m), interasse +4 cm (2,85 m). Aumenta, seppur di pochissimo, anche l’altezza: +6 mm (1,38 m). Nel complesso la linea è moderna e atletica, rimanda alla Serie 8 Coupé e ricorda, per proporzione delle forme, l’Audi A5 Coupé, sua diretta concorrente.

Gli interni della nuova BMW Serie 4 Coupé

Superfici progettate con cura, materiali di alta qualità, disposizione dell’abitacolo orientata al guidatore definiscono l’atmosfera premium e il design interno della nuova coupé. Sedili e volante sportivo, rivestiti di pelle, sono di nuova concezione. La parte centrale della plancia rialzata genera un ambiente avvolgente per i passeggeri dei sedili anteriori.

A migliorare ulteriormente il confort ci pensano il vetro del parabrezza ad isolamento acustico, un nuovo sistema di climatizzazione a tre zone e, a richiesta, il sistema audio surround Harman Kardon. Opzionale è anche la possibilità di avviare il riscaldamento da smartphone o BMW Display Key, regolando la temperatura dell’abitacolo senza che sia messo in moto il motore.

D’effetto l’illuminazione ambientale con il Welcome Light Carpet.

I sedili posteriori con poggiatesta integrati, specifici per questo modello, sono stati progettati per ospitare due passeggeri e possono essere abbattuti con suddivisione 40:20:40 oppure reclinati completamente premendo un pulsante nel bagagliaio (che ha una capienza di 440 litri).

BMW Serie 4 Coupé è super connessa e sicura

La direzione intrapresa dall’automobile e che vede le vetture sempre più connesse è ampiamente confermata in casa BMW. La strumentazione digitale e il display al centro della plancia generano un effetto di continuità, creando una sorta di grande schermo unico.

Il Live Cockpit Plus, di serie, comprende il Controller iDrive con Control Display da 8,8 pollici e Touch Controller e un quadro strumenti con un display a colori da 5,1 pollici, due porte USB per il trasferimento dei dati e un’interfaccia WiFi.

Il BMW Connected Package Professional (con scheda SIM integrata e connettività LTE 4G) consente ai passeggeri di utilizzare i servizi digitali come BMW TeleServices e Intelligent Emergency Call, Real Time Traffic Information con avviso di pericolo, Remote Services (potrete accedere da remoto alla vostra vettura per attivare determinate funzioni) e Concierge Services.

In alternativa si può scegliere il Live Cockpit Professional composto da un quadro strumenti digitale di 12,3 pollici posizionato dietro il volante e da un display da 10,25 pollici al centro della console. Un sistema che, avvalendosi della tecnologia software BMW Operating System 7 e del Parking Assistant Plus, consente la visualizzazione 3D dell’area circostante il veicolo e la registrazione della stessa con il BMW Drive Recorder.

Sia il BMW Live Cockpit Plus che il BMW Live Cockpit Professional sono ottimizzati per garantire un’interazione ottimale con lo smartphone. Così, accanto ad Apple CarPlay, il sistema operativo della nuova Serie 4 Coupé adotta anche Android Auto.

Massima attenzione è riservata agli ADAS la cui presenza è e sarà sempre più consistente nel corso del tempo. Si va da quelli standard, l’avviso di collisione anteriore con frenata attiva e di abbandono di corsia con rientro tramite l’assistenza dello sterzo, al Driving Assistant Professional che include funzioni in grado di guidare la macchina sul lato più appropriato della sua corsia.

Meccanica raffinata, tecnologia ibrida

Se l’elettronica ha il suo peso, la meccanica ha altrettanta importanza, specie quando si parla di un’automobile con un animo rock, un’auto tutta da guidare. In attesa di poterla provare su strada, sono i tecnici bavaresi a garantire per la nuova BMW 4 un carattere deciso, capace di emozionare. Durante l’intera fase di sviluppo, l’obiettivo a Monaco è stato quello di realizzare luna vettura che fosse precisa come un bisturi, una vera BMW con un comportamento stradale reattivo e indulgente, per permettere al guidatore facili correzioni in caso di errore, generando divertimento a profusione. Per questo la struttura della scocca e la tecnologia del telaio (la piattaforma modulare CLAR, costruita attraverso l’utilizzo e la combinazione di acciaio, alluminio e fibra di carbonio) garantiscono caratteristiche prestazionali uniche.

Per una migliore percorrenza in curva, il baricentro è stato abbassato di 21 millimetri. La distribuzione del peso, 50:50, è finemente bilanciata. Profondo lo studio che ha interessato l’aerodinamica da cui si è ottenuto una riduzione della portanza sull’asse posteriore. A richiesta è possibile inoltre adottare una sospensione adattiva con ammortizzatori a controllo elettronico per un feeling totale.

Al momento dell’inizio delle vendite, in autunno, la M440i xDrive, alimentata da un motore a benzina a sei cilindri in linea da 374 CV (500 Nm di coppia a 1900 giri/min e 0-100 km/h in 4,5 secondi), rappresenterà il vertice della gamma, che comprenderà anche due motori a benzina a quattro cilindri (420i e 430i rispettivamente da 184 e 258 CV) e un’unità diesel a quattro cilindri (420d, 190 CV e 400 Nm di coppia massima già da 1750 giri/min).

Due motori diesel in linea a sei cilindri e trazione integrale si uniranno alla gamma nel marzo 2021 (430d xDrive e M440d xDrive, rispettivamente con 286 e 340 CV). Con loro, a completare la famiglia, l’immancabile versione performante M4, di cui circolano alcune foto spia in rete, aspettando di vedere anche una declinazione cabrio. Per ottimizzare l’efficienza, tutte le motorizzazioni saranno supportate dalla tecnologia Mild Hybrid 48 Volt che potenzia il propulsore a combustione con ulteriori 11 CV (8 kW). I motori diesel avranno un turbocompressore a due stadi mentre la trasmissione Steptronic a otto rapporti sarà il cambio adottato da tutti i modelli.

Il prezzo della BMW Serie 4 Coupé

Prezzi. Si parte dai 50.000 euro di entrambe le 420, benzina e gasolio, per arrivare a 77.000 euro necessari per mettersi in garage la M440i xDrive. I sostenitori del “full optional” facciano però attenzione nell’attingere al lunghissimo elenco di accessori e pacchetti che regalano una moltitudine di personalizzazioni pressoché infinita, ma fanno lievitare velocemente il preventivo di una decina di migliaia di euro.