Azioni FCA: slitta il deal con Samsung per Magneti Marelli? Possibile discesa a €5,5

Livio Spadaro

14 Settembre 2016 - 15:01

Azioni FCA piuttosto volatili quest’oggi dopo un’apertura in forte ribasso. E’ possibile che salti, per il momento, la cessione di Magneti Marelli. Buone nuove da Commissione UE.

Azioni FCA: slitta il deal con Samsung per Magneti Marelli? Possibile discesa a €5,5

Le azioni di Fiat Chrysler registrano al momento un ribasso del -1,47%, pari ad un prezzo di €5,72. La partenza di questa mattina del titolo della società torinese è stata alquanto movimentata: dopo un iniziale ribasso di oltre il 5%, con relativa sospensione, le azioni FCA hanno recuperato terreno fino anche a spingersi in territorio positivo.

E’ probabile che il pesante ribasso di questa mattina sia dovuto ad un errore di immissione di un ordine da parte di qualche “mano forte”. In realtà, ci sono due notizie che riguardano FCA. La prima non è molto positiva, in quanto il deal per Magneti Marelli con Samsung potrebbe slittare a causa delle difficoltà di quest’ultima. La seconda, invece, ha contorni positivi in quanto la Commissione Europea sembra che stia lavorando con Germania e Italia per risolvere la disputa sulle emissioni di alcuni modelli FiatChrysler.

Azioni FCA: slitta deal con Samsung per Magneti Marelli?

Seduta piuttosto volatile per le azioni FCA, in linea con lo stesso indice Ftse Mib anch’esso abbastanza movimentato. Il titolo dell’azienda automobilistica, dopo un’iniziale pesante ribasso di oltre il 5%, ha recuperato parecchio terreno fino a spingersi in positivo.

Al momento, tuttavia, a ridosso dell’apertura di Wall Street, le azioni FCA rimangono in ribasso dell’1,47% pari ad un prezzo di €5,72.

Per il gruppo torinese ci sono due novità. La prima riguarda il possibile slittamento dell’accordo di cessione di Magneti Marelli a Samsung.

Come riportano gli analisti di Banca Akros (rating buy, tp di €10), Samsung sta attraversando un periodo turbolento a causa del richiamo di 2,5 milioni di Galaxy Note 7 per un costo complessivo di $1 miliardo.

Nonostante Lee Jae-Yong, nipote del fondatore del colosso coreano ed ora alla guida dello stesso, abbia mostrato qualche settimana fa interesse per Magneti Marelli nel suo viaggio europeo, è possibile che il deal debba slittare.

Le difficoltà riscontrate con i richiami del Galaxy Note 7 ed il calo a $22 mld di capitalizzazione in Borsa di Samsung potrebbero spingere i vertici dell’azienda coreana a rimandare le operazioni di M&A.

Azioni FCA: Commissione UE fa da mediatrice tra Germania e Italia

Buone notizie invece dal fronte europeo come sottolineano gli esperti di Icbpi. La Commissione Europea ha inviato una lettera sia all’Italia che alla Germania per invitare i funzionari a Bruxelles il mese prossimo per discutere sulla disputa riguardante le emissioni di alcuni modelli FCA.

Per gli analisti della casa d’affari è auspicabile una soluzione della disputa sul tema emissioni, in quanto questa affligge da tempo il titolo di FiatChrysler. Dunque, concludono gli analisti, la mediazione della Commissione UE è da valutare positivamente e confermano il prezzo obiettivo a €11,3 con rating buy.

Azioni FCA: analisi tecnica di breve periodo

L’impostazione tecnica delle azioni FCA per il momento rimane leggermente positiva nel breve-medio termine anche se sta prendendo contorni negativi. La media mobile semplice di breve periodo si sta incurvando verso quella di medio periodo lanciando così un segnale di possibili ribassi.

Gli indicatori tecnici, e cioè il MFI ed il RSI, sono in fase di debolezza il che suggerisce un proseguimento della fase negativa attuale. Le bande di Bollinger stanno anch’esse tendendo verso una fase di estensione della fase a ribasso anche se i volumi degli ultimi giorni risultano comunque contenuti.

Per il momento sembra che i target più alla portata delle azioni FCA siano prima il supporto statico in colore viola a quota €5,5 e poi quello di colore giallo in area €5,32.

La perdita dei supporti psicologici offerti dalle medie mobili di breve e medio termine suggerisce quanto meno un test di area €5,5 la cui rottura porterebbe all’appoggio su quella di €5,32. Eventuali inversioni si potrebbero avere solo al superamento di quota €6,017 corrispondente al livello della media mobile di breve periodo.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo