Azioni Exor in calo dopo i conti del primo semestre 2016. Target quota €36,89?

Livio Spadaro

29 Agosto 2016 - 18:02

Le azioni di Exor chiudono in calo del -1,53% dopo la pubblicazione dei dati semestrali. Tuttavia, il grafico segnala una fase positiva per le prossime sedute.

Azioni Exor in calo dopo i conti del primo semestre 2016. Target quota €36,89?

Le azioni Exor hanno chiuso la giornata borsistica odierna in calo del -1,53%, pari ad una quotazione di €36,01. Il titolo della holding finanziaria targata Agnelli chiude così in ribasso la seduta dopo la pubblicazione dei dati relativi al primo semestre 2016 i quali hanno visto un aumento di quasi il doppio dell’utile netto consolidato, salito a €430,3 milioni dai €219,3 milioni dello stesso periodo 2015, ma anche un deciso calo del Nav (Net asset value) del 13,9% rispetto a quello del 31 dicembre 2015. La posizione finanziaria netta è invece passata in negativo, a causa principalmente dell’esborso per PartnerRe, anche se i vertici dell’azienda prevedono risultati positivi per il semestre in corso. Risultati che dipenderanno principalmente dall’andamento delle controllate di Exor.

Azioni Exor: utile semestrale raddoppia. Giù Nav e patrimonio netto

Le azioni di Exor, holding finanziaria della famiglia Agnelli, chiudono la sessione odierna in calo del -1,53% in scia alla pubblicazione dei dati relativi al primo semestre 2016. Durante la prima metà dell’anno in corso, gli utili consolidati del gruppo sono saliti a quota €430,3 milioni dai €219,3 milioni del primo semestre del 2015.

Il Net Asset Value (Nav) di Exor è invece risultato in calo del 13,9% rispetto al 31 dicembre 2015, portandosi così a €11,501 miliardi. La posizione finanziaria netta è risultata negativa per €3,605 miliardi contro un saldo positivo di €1,336 miliardi del 31 dicembre 2015.

Nel comunicato, la società spiega che l’aumento degli utili è dovuto principalmente all’incremento della quota delle società partecipate (su €211 milioni di aumento, €157 milioni derivano da PartnerRe), dalla crescita dei dividendi incassati e dalle variazioni nette positive.

Il tutto è stato parzialmente compensato dalla discesa delle plusvalenze di partecipazioni, dall’incremento degli oneri finanziari su debito e da oneri netti non ricorrenti. Il patrimonio netto attribuibile ai soci ha invece mostrato un calo di €52 milioni, imputabile all’effetto di conversione da cambi, dal buyback di azioni di The Economist Group, dalle variazioni nette di fair value e dai dividendi attribuiti da Exor.

Per l’esercizio in corso, i vertici della holding prevedono un risultato positivo che dipenderà, si legge nella nota, dall’andamento delle società controllate.

Azioni Exor: analisi tecnica di breve periodo

Dall’analisi grafica delle azioni Exor emerge un quadro positivo per le future sedute. Le medie mobili semplici sono incrociate a rialzo, soprattutto quelle di breve e medio termine.

La media mobile a 60 periodi sta incrociando in maniera positiva quella di lungo periodo, lanciando così un ulteriore segnale di rialzo. I volumi di scambio della sessione odierna sono piuttosto bassi, il che non fornisce una precisa conferma dell’andamento negativo di oggi per le prossime sedute.

Gli indicatori tecnici segnalano una forza positiva del trend. Il RSI si muove poco al di sopra dell’area di neutralità mentre il MFI sta scaricando una fase di ipercomprato.

Il titolo azionario oggi ha appoggiato sulla linea di supporto di colore giallo, senza tuttavia scenderne al di sotto. Questo lascia pensare, unitamente a quanto esposto finora e all’andamento a rialzo delle bande di Bollinger, ad un possibile nuovo test di area €36,89.

Difficile dire al momento se tale test possa avere successo. Nel caso questo succedesse, il primo obiettivo sarebbe quota €38. Per il momento, non sembrano esserci i presupposti per una discesa oltre il supporto in colore giallo. Tuttavia, in caso di deterioramento delle condizioni di mercato, potrebbe verificarsi un test della media mobile di breve a quota €35,3.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo