Trimestrale ENI: utile netto in forte ripresa, ma stime deluse. I dettagli

Violetta Silvestri

30/04/2021

30/04/2021 - 10:54

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Azioni ENI in flessione dopo i conti del primo trimestre 2021: i conti sono risultati in crescita, anche se al di sotto delle previsioni. I dettagli della trimestrale.

Trimestrale ENI: utile netto in forte ripresa, ma stime deluse. I dettagli

Azioni ENI in calo a Piazza Affari: la società ha annunciato i risultati economici del primo trimestre 2021.

La trimestrale ha evidenziato la crescita dei conti, con un utile netto quintuplicato rispetto al periodo 2020. Tuttavia, le previsioni non sono state soddisfatte.

Pesa, anche nell’outlook, la non completa ripresa dei prezzi del petrolio - pur in rialzo - e dei consumi certi del carburante.

Alle ore 10.15 le azioni ENI scambiano a 10,06 euro con un ribasso dell’1,39%.

ENI: luci e ombre sui conti del I trimestre 2021

Azioni ENI in perdita a Milano negli scambi mattutini. I conti del primo trimestre 2021 hanno mostrato luci e ombre della società, in questo periodo ancora incerto per tutto il comparto energetico.

Nello specifico, l’azienda ha evidenziato un’ottima performance sul lato dell’utile netto adjusted: 270 milioni di euro, per un valore quintuplicato rispetto allo stesso periodo del 2020.

L’ebit operativo adjusted si è attestato a 1.321 miliardi di euro e l’utile netto a 856 milioni di euro. Le previsioni non sono state centrate e stimavano 440 milioni di euro per l’utile netto adjusted e 1,51 miliardi di euro per l’ebit.

La produzione di idrocarburi del trimestre ha avuto un ritmo di 1,7 milioni di barili al giorno, con una diminuzione del 5%. C’è stato un rallentamento degli investimenti di sviluppo, ma una crescita produttiva in Egitto, con un incremento di domanda per il gas.

L’indebitamento netto (post passività per leasing ex IFRS 16) è salito al 31 marzo 2021 rispetto all’inizio dell’anno, per un valore di 17,51 miliardi di euro. Il leverage (rapporto tra indebitamento finanziario netto e patrimonio netto comprese le interessenze di terzi) si è attestato a 0,44.

Il flusso di cassa operativa del trimestre ha avuto un ammontare di 1,38 miliardi di euro e gli investimenti netti un valore di 1,39 miliardi di euro.

Le azioni ENI sono in perdita dell’1,00% alle ore 10.38.

ENI: le previsioni per il 2021

L’ad De Scalzi ha dato questa visione sintetica dei conti appena pubblicati:

“In un primo trimestre ancora fortemente caratterizzato dagli effetti dei lockdown Eni ha evidenziato una robusta ripresa dei risultati, in particolare nel settore E&P e nella chimica. Prosegue la crescita del nostro business retail G&P (+19% l’EBIT rispetto al 2020), grazie alla espansione dei clienti power e dei servizi extra-commodity. La performance di R&M è stata invece penalizzata dalla ridotta domanda di carburanti in Europa, derivante dalla pandemia, e da un margine di raffinazione negativo.”

In questa cornice, la previsione per l’anno è produrre idrocarburi al ritmo del primo trimestre di 1,7 milioni di barili al giorno, tenendo in conto i tagli OPEC+ di circa 35 mila barili al giorno in media annua, e portare avanti una spesa organica per investimenti di circa 6 miliardi di euro.

L’outlook sarà comunque influenzato dall’andamento della pandemia, che ancora espone il settore a rischi per quanto riguarda il ritorno alla normalità nei consumi.

Inoltre, da sottolineare che la ripresa dei prezzi del petrolio intorno ai 60 dollari al barile non ha effetti diretti positivi su ENI per via dell’apprezzamento di circa il 10% del cambio EURO vs. USD.

Infine, la società ha comunicato che a luglio, con l’Interim Report, verrà aggiornata la previsione del Brent di riferimento 2021 e sarà quindi determinata la componente variabile del dividendoe della possibile riattivazione del buy-back nel 2021”.

Argomenti

# ENI

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.