Azimut possibile target di un player straniero

Secondo quanto riportato in un’intervista dal Presidente della società, Pietro Giuliani, i fondi istituzionali starebbero prendendo di mira l’azienda per poterla acquistare successivamente

Azimut possibile target di un player straniero

Azimut possibile target di un player straniero? A confermarlo sarebbe lo stesso Presidente della società, Pietro Giuliani, in un’intervista rilasciata al settimanale del lunedì Affari & Finanza.

Secondo il numero uno dell’azienda le vendite che hanno colpito il titolo durante tutto l’arco dello scorso anno sarebbero state finalizzate a comprimere il prezzo delle azioni in modo tale da permettere una scalata sul capitale della holding quotata a Piazza Affari.

Come più volte ricordato fin dall’inizio su Money.it, la società di consulenza e gestione patrimoniale è la principale vittima delle posizioni nette corte da parte dei fondi istituzionali dell’intera Piazza Affari.


Elaborazione Ufficio Studi di Money.it su dato Consob all’8 febbraio 2019

Engadine Partners e Blackrock interessati a scalare Azimut?

In particolare, stando ai dati riportati da Consob all’8 febbraio scorso, il 10,34% del capitale di Azimut è tenuto sotto scacco da investitori istituzionali e/o hedge funds in ottica speculativa.

Nello specifico, le quote più importanti sono di Blackrock Investment Management (UK) e di Engadine Partners, pari rispettivamente al 2,49% e al 3,82% di capitale sociale.

Dallo scorso 19 gennaio, quando le posizioni ribassiste erano ai minimi da quattro mesi, gli short sul titolo sono incrementati del 6,38%.

Gli istituzionali potrebbero quindi voler abbassare ulteriormente il prezzo prima di liberare quote più consistenti di capitale.

Al momento della scrittura, le azioni Azimut si apprezzano del 2,98%, attestandosi a 11,25 euro.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Azimut Holding

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.