Auto ferma in autostrada: cosa fare e chi chiamare in caso di guasto

Un’auto ferma in autostrada può essere un grosso pericolo. Vediamo come comprtarsi, cosa fare e chi chiamare quando si rimane bloccati con il proprio veicolo guasto.

Auto ferma in autostrada: cosa fare e chi chiamare in caso di guasto

Rimanere con l’auto ferma in autostrada per un guasto non è un’esperienza piacevole, perché oltre al problema meccanico occorre gestire l’emergenza evitando situazione di potenziale pericolo e chiedendo tempestivamente soccorso ai soggetti autorizzati.

Infatti, rispetto alla viabilità ordinaria, in autostrada i maggiori rischi derivano dalla velocità degli altri veicoli e dal traffico. In caso di guasto quindi, oltre ad accostare di lato e segnalare prontamente la vettura guasta, bisogna tenere un comportamento adeguato alla situazione e contattare il soccorso per rimuovere l’auto il più presto possibile.

Niente tentativi di riparazione fai da te, quindi, soprattutto se l’auto è ferma sulla corsia d’emergenza. L’ideale sarebbe raggiungere una piazzola di sosta, maggiormente protetta dai veicoli che sopraggiungono e con maggiore spazio di manovra per l’eventuale soccorritore. Vediamo cosa fare e chi chiamare con l’auto in panne in autostrada.

Auto ferma in autostrada: cosa fare e cosa non fare

Se l’auto si ferma in autostrada per un guasto, come prima cosa occorre mantenere la calma e tranquillizzare anche gli altri passeggeri, soprattutto i più piccoli. La soluzione migliore - se il guasto permette di continuare a camminare senza creare pericoli per la circolazione - è quella di raggiungere una piazzola di sosta.

In alternativa ci si può fermare sulla corsia d’emergenza, accostando il più possibile a destra e cercando di evitare di posizionarsi in curva. La prima azione da fare è quella di attivare le luci d’emergenza - o “quattro frecce” -, per segnalare la presenza dell’auto ferma. Poi indossare il gilet catarifrangente ad alta visibilità e farlo indossare a chiunque debba scendere dal veicolo. Per questa ragione è consigliabile averne a bordo almeno due.

Prestare la massima attenzione nello scendere dal veicolo portandosi, subito sul lato del guardrail, con particolare cautela se ci si trova su ponti o viadotti. È fondamentale poi posizionare il triangolo - detto segnale mobile di pericolo - che va collocato ad una distanza di almeno 100 m dal veicolo (articolo 176 del Codice della Strada).

In austostrada - e in maniera assoluta sulla corsia d’emergenza - è vietata la sosta se non per cause di forza maggiore. Il veicolo va rimosso quanto prima perché rappresenta un pericolo, quindi niente tentativi di riparare il guasto da se. E divieto assoluto anche di abbandonare l’auto in panne per cercare aiuto o soluzioni.

Bisgona chiamare il soccorso stradale autorizzato, che ha gli strumenti e le conoscenze per intervenire in autostrada. Se a casusa del guasto il veicolo ingombra la carreggiata, o se possono esserci situazioni di perciolo - ad esempio una perdita di olio o di pezzi - va allertata immediatamente la Polizia Stradale, o telefonicamente (anche tramite 112) o tramite le colonnine SOS.

In sisntesi, ecco cosa fare con un auto ferma in autostrada per un guasto:

  • accendere le lucidi emergenza;
  • trasportare il veicolo nella corsia d’emergenza o nelle apposite piazzole;
  • prima di scendereindossare il giubbotto catarifrangente;
  • posizionare il triangolo)ad una distanza di almeno 100 m dal’auto;
  • nel caso non possa essere spostato, scendere e spostarsi in un luogo sicuro prestando la massima attenzione alle altre auto;
  • chiamare il soccorso stradale indicando esattamente la collocazione e attendere i soccorsi.

Auto ferma in autostrada: chi chiamare

Quando l’auto è ferma in autostrada bisogna chiamare il pronto intervento meccanico per far mandare un carro attrezzi e sgomberare la carreggiata. Occorre verificare se l’assicurazione auto del conducente includa il servizio di traino, dettaglio che è bene conoscere in anticipo. Nel contratto assicurativo sono indicate le istruzioni per ottenere soccorso e i relativi numeri telefonici da contattare.

In alternativa si può contattare il soccorso stradale ACI al numero 803 116, mentre gli automobilisti stranieri che sostano in Italia possono rivolgersi all’800 116 800. È una soluzione da prendere in considerazione solo se non si ha il soccorso stradale incluso nella polizza assicurativa, perché prevede il pagamento di tariffe piuttosto salate, mentre quello convenzionato con l’asscurazione è gratutito.

Quando si chiama il soccorso stradale è importante comunicare la posizione esatta in cui ci si trova. La si può dedurre dai segnali di progressiva ettometrica che campeggiano sul lato sinistro della carreggiata. Oppure, se la zona è coperta, si possono inviare le coordinate sfruttando il GPS del cellulare. In alternativa si possono utilizzare le colonnine SOS, che essendo geolocalizzate trasmettono automaticamente la posizione ai soccorsi.

Iscriviti alla newsletter Motori per ricevere le news su Sicurezza stradale

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.