Aumento assicurazione auto nel 2022: di quanto e nuovi importi

Giorgia Bonamoneta

07/10/2021

13/10/2021 - 08:31

condividi

Aumenta il costo dell’assicurazione per l’auto di milioni di italiani. La notizia emerge a seguito di un’analisi di Facile.it sulle nuove assicurazioni sottoscritte. A quanto ammonta l’aumento?

Aumento assicurazione auto nel 2022: di quanto e nuovi importi

Aumenterà il costo dell’assicurazione per tutti gli automobilisti. A farlo sapere è Facile.it che ha confrontato i dati delle assicurazioni di oltre 100 mila nuovi acquirenti sulla propria piattaforma.

Le motivazioni sono svariate e l’analisi di Facile.it tiene in considerazione l’aumento delle auto in circolazione post lockdown, l’aumento dei chilometri percorsi e il conseguente aumento dei sinistri.

Incrociando questi dati la compagnia è riuscita a materializzare il numero di questo aumento già annunciato lo scorso 4 gennaio. Per gli automobilisti la stangata sarà di 1,4 miliardi di euro totali, che equivalgono a circa 35-40 euro in più sull’assicurazione di ogni persona o mezzo posseduto.

Aumentano i costi dell’assicurazione: 1,4 miliardi in più nel 2022

Facile.it ha analizzato i dati di 185 mila nuove polizze auto (comprate attraverso i suoi canali) e da queste ha ricavato il premio medio relativo a settembre 2021. Un dato tuttavia ancora ai minimi storici, ovvero pari a 296,5 euro.

Un costo così basso che equivale a un -6,5% rispetto al 2020 (anno dello scoppio della pandemia) e a -11% rispetto al 2019 (anno pre pandemia). Ma cosa accadrà nel 2022? È stato calcolato che l’aumento del costo dell’assicurazione sarà in totale di 1,4 miliardi di euro, che corrisponde per ogni cittadino a più o meno 35-40 euro per mezzo posseduto.

Perché aumenterà il costo dell’assicurazione auto?

Da cosa deriva questa fluttuazione del costo dell’assicurazione auto? La risposta non è semplice perché viene determinata da diversi fattori che influiscono tra di loro.

Un caso evidente a tutti è il ritorno in strada di un numero maggiore di veicoli. Questo dato, appunto evidente e sotto gli occhi di tutti, corrisponde a un ritorno alla normalità post lockdown.

Attualmente (settembre 2021) il tempo trascorso il macchina ha superato di gran lunga (40%) quello del periodo pre-pandemia, ovvero febbraio 2020.

L’aumento dei sinistri è strettamente collegato a questi due fattori: più auto, più tempo trascorso in auto vuol dire maggior possibilità di incidenti stradali.

I dati supportano questo collegamento logico, infatti la frequenza di sinistri del secondo trimestre del 2021 segnano un aumento del 23% rispetto allo stesso periodo del 2020. Se il 2020 ha segnato il ribasso del costo dell’assicurazione per il 2021, è chiaro che il 2021 porterà invece a un aumento del costo nel 2022.

Lo ha spiegato proprio Diego Palano, il General Manager di Facile.it:

Può essere necessario diverso tempo, anche fino a 9 mesi, prima che le tariffe si adattino alla sinistrosità. Dato che gli incidenti stradali sono tornati a crescere nella prima parte dell’anno [...] ci aspettiamo un incremento del costo delle polizze entro il primo trimestre del 2022.

L’assicurazione potrebbe non aumentare davvero

Dalle parole di Palano emerge la possibilità che i sinistri continuino a crescere e quindi a crescere sarà il costo delle assicurazioni. Ma, c’è sempre un ma, “nel determinare gli eventuali rincari sarà comunque importante l’andamento della situazione epidemiologica”, dice Palano.

Infatti potrebbe accadere che, per non applicare gli aumenti previsti da Facile.it, le compagnie assicurative mettano un blocco all’aumento. Non è qualcosa d’impensabile, infatti già lo scorso anno le compagnie di assicurazione avevano deciso di non applicare gli aumenti relativi all’anno 2019.

Iscriviti a Money.it