AstraZeneca, perché il Governo cambierà idea sulla somministrazione ad Under-60

Mario D’Angelo

04/05/2021

04/05/2021 - 23:10

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Il CTS, l’ISS e Figliuolo stanno valutando se riprendere la somministrazione con AstraZeneca ai minori di 60 anni.

AstraZeneca, perché il Governo cambierà idea sulla somministrazione ad Under-60

I vaccini vanno impiegati tutti”, ha detto il Commissario straordinario all’emergenza Covid-19 Francesco Paolo Figliuolo a proposito di quello AstraZeneca. E così l’Italia potrebbe presto tornare a somministrarlo anche ai minori di 60 anni.

Si tratta di una vera e propria inversione di rotta in meno di un mese: dalla sospensione in attesa di accertamenti da parte dell’EMA circa il presunto collegamento fra vaccino e rari casi di trombosi, alla raccomandazione di AIFA di usarlo soltanto sulle fasce di popolazione più anziana. Cosa ha determinato il mutamento di strategia? Il virologo Massimo Galli ha una teoria.

AstraZeneca, il Governo ha cambiato idea?

È probabile che nell’arco della rolling review si possa valutare l’estensione anche agli Under-60. Ne stiamo parlando con il CTS, l’ISS e l’AIFA in base a studi fatti in Gran Bretagna. I vaccini vanno impiegati tutti”, ha spiegato Figliuolo.

La Gran Bretagna ha 30 milioni di persone vaccinate più di noi. Noi giustamente riabilitiamo AstraZeneca perché senza noi non arriviamo coprire il fabbisogno”, ha detto Galli ospite di Myrta Merlino a L’aria che tira, su La7.

I commenti del virologo arrivano all’indomani delle polemiche sugli assembramenti di Milano per la vittoria dell’Inter. “Avessimo avuto quelle 15-20 milioni di dosi in più saremmo stati tutti più tranquilli”, ha detto l’infettivologo del Sacco di Milano.

Quanto agli assembramenti, Galli ha detto: “È vero. La gente è stanca di essere chiusa, è primavera, tutti fuori alla grande ma quando si apre una falla poi diventa una voragine”.

Galli, non abbiamo numeri per riaperture

Nel corso della stessa giornata, il virologo è tornato in televisione - stavolta ospite a Cartabianca su Rai3, per parlare delle aperture. “Abbiamo avuto una serie di aperture, non potevamo aprire in sicurezza con i numeri che avevamo. Vediamo come sarà la situazione verso la fine del mese. Mi auguro che la progressione dei vaccini riesca a compensare i danni delle aperture e a darci respiro”, ha affermato Galli criticando le riaperture decise per il 26 aprile.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.