Apple non è la più preziosa azienda al mondo: ecco chi l’ha superata

Violetta Silvestri

30 Ottobre 2021 - 10:34

condividi

Apple scende dal podio come azienda pubblica più preziosa al mondo. La big tech ha subito il colpo della carenza di chip, spingendo al primo posto per capitalizzazione di mercato un’altra azienda.

Apple non è la più preziosa azienda al mondo: ecco chi l'ha superata

Apple perde il primato di azienda più preziosa al mondo dopo la presentazione dei conti del quarto trimestre fiscale: c’è stato il sorpasso di Microsoft.

La big tech fondata da Bill Gates ha raggiunto una capitalizzazione di mercato di quasi $2,49 trilioni alla chiusura del mercato di venerdì 30 ottobre, mentre quella di Apple si attestava a circa $ 2,46 trilioni.

Perché l’azienda di Cupertino ha perso slancio? I motivi del calo del potente produttore di iPhone e del successo di Microsoft.

Microsoft alla ribalta supera Apple per valore di mercato

Microsoft ha battuto le aspettative di fatturato nel suo primo trimestre fiscale, che è aumentato di circa il 22% anno su anno. Segnando la crescita più rapida dal 2018, la società ha fatto un balzo importante, strappando il primato ad Apple per la preziosità mondiale.

Le azioni del produttore di software Windows hanno chiuso la seduta a $ 331,62 con una valutazione di mercato di 2.490 miliardi di dollari il 30 ottobre. Il titolo è dunque schizzato, registrando un +48% dall’inizio dell’anno.

Microsoft ha previsto una forte fine dell’anno solare grazie al suo boom del business cloud. Tuttavia ha avvertito che i problemi della catena di approvvigionamento continueranno a perseguitare le unità chiave, come quelle che producono i suoi laptop Surface e le console di gioco Xbox.

Il declino di Apple: quanto pesa la carenza chip?

Apple è stata la prima azienda a raggiungere una capitalizzazione di mercato di $1 trilione e $2 trilioni. È diventata la società quotata in borsa più preziosa al mondo quando ha superato il gigante petrolifero statale Saudi Aramco nel valore di mercato lo scorso anno.

I nodi della carenza di chip e delle supply chain sotto pressione sono stati, però, fatali per l’azienda di Cupertino.

Apple ha riferito che le entrate hanno mancato le aspettative di Wall Street nel quarto trimestre fiscale della a causa dei vincoli della catena di approvvigionamento.

Il CEO Tim Cook ha dichiarato a CNBC che il deficit di entrate è stimato in $6 miliardi, ma si aspetta problemi peggiori nelle forniture nel trimestre di dicembre.

Le vendite di iPhone sono aumentate del 47% anno su anno, ma sono state inferiori alle aspettative degli analisti. Il quarto trimestre dell’azienda includeva solo pochi giorni di lancio di iPhone 13.

Secondo alcuni analisti, rispetto alle altre aziende FAANG meno focalizzati sull’hardware, Apple è molto più esposta alle interruzioni della catena di approvvigionamento. Da segnalare, che il titolo ha chiuso gli scambi di venerdì in perdita dellì1,81% a 149,81 dollari, dopo aver subito un calo anche di oltre il 3%.

Argomenti

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.