Analisi tecnica indici: S&P 500, come impostare le proprie strategie dopo il nuovo record?

L’indice statunitense segna nuovi massimi assoluti nella seduta di ieri prima di calare nuovamente intorno ai livelli toccati nella prima decade di luglio

Analisi tecnica indici: S&P 500, come impostare le proprie strategie dopo il nuovo record?

Con la seduta di ieri l’indice statunitense segna un nuovo massimo assoluto, ora il nuovo record da battere è 2.873,23 punti che prende il posto al livello di massimo segnato il 26 gennaio a quota 2.872,87 punti, prima che si verificasse il vigoroso sell off che ha caratterizzato l’indice da metà mese di gennaio a metà mese di febbraio.


S&P 500, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

La candela di ieri dopo aver segnato un nuovo record ha ceduto parte dei guadagni ristabilendosi di nuovo a quota 2.862,96 punti, area di massimi segnati nella prima decade di agosto. Ora bisognerà attendere e monitorare cosa accadrà da questi livelli: la seduta di oggi ha aperto in leggero gap down ed è ancora presto per valutare un probabile andamento dei prezzi, tuttavia la tendenza dell’indice statunitense è ormai rialzista dal mese di aprile fa pensare ad una prosecuzione del trend toro in atto.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategie operative su S&P 500

Alla luce del forte trend rialzista in atto si privilegia un’operatività di tipo rialzista su eventuale ritracciamento su alcuni livelli dinamici e statici. I livelli tecnici ai quali prestare attenzione sono molteplici e di diversa entità: il primo livello da monitorare, data la sua vicinanza ai prezzi attuali, è quello statico di breve termine a 2.848,03 punti ereditato dal massimo segnato il 25 luglio scorso.

Successivamente la trendline supportiva di breve termine ora transitante a 2.821,60 punti che conta il minimo in area 2.691,99 punti segnato il 28 giugno 2018 e il minimo di swing più recente a 2.802,49 punti segnato il giorno di Ferragosto. Il successivo livello di natura statica si trova a quota 2.801,89 punti ereditato dal massimo segnato il 13 marzo scorso e coincidente pressappoco con il minimo più recente a 2.802,49 punti. Un altro livello dinamico è espresso dalla trendline di più lungo periodo ora transitante a 2.790,56 punti che conta il minimo segnato a 2.594,62 il 3 maggio con il minimo segnato il 28 giugno a 2.691,99


Elaborazione ufficio studi Money.it

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su S&P 500

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.