Analisi tecnica e Grafico: USD/CAD (Dollaro USA/Dollaro Canadese)

Pubblicato il 17 settembre 2018

Analisi tecnica e grafico USD/CAD (Dollaro USA/Dollaro Canadese)
Valori
Ultimo prezzo 1,3033
Variazione 0,02%
Max (52 settimane) 1,3386
Min (52 settimane) 1,22
Indicatori
MM200 1,29
RSI 14 46,96
MACD 0,000
Performance
1 settimana 1,01%
1 mese 0,21%
3 mesi 1,30%

Analisi Forex: USD/CAD, la flag ribassista torna a dirigere i prezzi

I corsi del cambio USD/CAD sono ritornati all’interno del canale discendente che ha caratterizzato la stagione estiva. Valutiamo le strategie operative a seguito di questa falsa rottura

Le quotazioni del cambio USD/CAD sono ritornate all’interno della flag ribassista che caratterizza i corsi da fine giugno, dopo la breve fuoriuscita favorita dal vigoroso rialzo partito a fine agosto con il pattern inside bar.

Al momento, i prezzi si trovano a ridosso della trendline discendente superiore, nei pressi della quale, potrebbe partire un nuovo impulso ribassista con direzione l’area supportiva dinamica che conta i minimi segnati il 9 luglio a 1,3066, il 7 agosto a 1,2962 e il 28 agosto a 1,2888, ora transitante a 1,2817.

Importante notare anche il passaggio di una trendline di lungo periodo che conta i massimi segnati il 20 gennaio 2016 a 1,4690 con il 5 maggio 2017 a 1,3793, già sporcata con la rottura del pattern inside bar formato con le candele del 28 e 29 agosto.

Alla luce della falsa rottura del canale discendente, confermata dal forte impulso ribassista delle sedute del 11 e del 12 settembre, una tenuta della trendline superiore del canale potrebbe favorire un nuovo calo delle quotazioni in direzione dei due livelli dinamici di breve e lungo periodo.

In particolare, prima di implementare qualsiasi strategia short, si privilegia la rottura del minimo della candela doji a quota 1,2976. Gli obiettivi di profitto potrebbero essere identificati a ridosso dei livelli dinamici discendenti: il più vicino quello di lungo periodo, il secondo che disegna la parte inferiore del canale, ora transitanti rispettivamente a 1,2900 e a 1,2817.

Se la view ribassista dovesse rivelarsi errata, con una chiusura al di sopra della trendline superiore discendente, allora una eventuale rottura del massimo della candela del 12 settembre a quota 1,3079 potrebbe favorire un rialzo dei prezzi fino al massimo segnato il 6 settembre a 1,3226, obiettivo successivo a quota 1,3290, massimo segnato il 20 luglio.

SCENARIO LONG

Long da 1,33079 con stop loss fissato a 1,3026, primo target a 1,3226, target finale a 1,3290.

SCENARIO SHORT

Short da 1,2976 con stop loss fissato a 1,3026, primo target a 1,2900, target finale a 1,2817.

Iscriviti ora alla newsletter di Money.it

Scopri le ultime analisi e notizie dal mondo dell’economia, della finanza e del Forex.