Analisi tecnica e Grafico: Euro Yen giapponese

Pubblicato il 4 settembre 2018

Analisi tecnica e grafico Euro Yen giapponese
Valori
Ultimo prezzo 128,94
Variazione 0,08%
Max (52 settimane) 137,5
Min (52 settimane) 124,62
Indicatori
MM200 131,27
RSI 14 51,35
MACD -0,050
Performance
1 settimana 0,85%
1 mese -0,18%
3 mesi -0,37%

Analisi Forex: EUR/JPY, pronti per il breakout della inside bar?

I prezzi del cross valutario Euro-Yen si mantengono al di sotto del livello statico chiave dopo la sua rottura con la candela di venerdì scorso

Il cross EUR/JPY, dopo dieci sedute positive, ha disegnato un pattern di inversione ribassista (bearish Engulfing) a ridosso del livello dinamico di lungo periodo, che conta il massimo segnato il 2 febbraio a 137,50 e il massimo segnato a 131,99 il 17 luglio scorso, il quale ha favorito un calo dei prezzi portandoli al di sotto della linea di demarcazione tra tori e orsi espressa dal livello statico a 129,26.

Inoltre, sul grafico giornaliero, con la seduta di ieri, si è completato un segnale inside bar proprio al di sotto del livello statico chiave, la cui rottura del minimo della candela madre a 128,56 potrebbe portare le quotazioni nuovamente verso i minimi annuali già toccati il 30 maggio e il 15 agosto scorsi.

Una rottura del minimo precedentemente menzionato, corrisponderebbe anche alla rottura del minimo del segnale Pin Bar ribassista del grafico settimanale, che come il pattern bearish Engulfing mostrava un rifiuto del livello dinamico di lungo periodo. La price action del cross Euro-Yen sta lasciando dei chiari indizi circa la predominanza delle forze ribassiste al momento attuale.

Alla luce del quadro tecnico del cross EUR/JPY e dalla presenza dei segnali candlestick dalle implicazioni ribassiste sia sul time frame settimanale che sul grafico giornaliero, si privilegia un’operatività di tipo short alla rottura del minimo della candela madre a 128,56. In tal caso, un obiettivo iniziale potrebbe essere identificato a 126,65, minimo segnato il 19 giugno scorso. Un obiettivo finale, invece, potrebbe essere identificato presso l’area statica a 125.

Se la view ribassista dovesse rivelarsi errata, con una chiusura decisa al di sopra del livello statico a 129,26, allora con buona probabilità si potranno vedere i corsi in area 132,00, massimo segnato il 17 luglio, a patto che le quotazioni non vengano trattenute dalla trendline dinamica precedentemente menzionata, ora transitante a 130,35. Un obiettivo finale potrebbe essere posto a quota 133,50 massimo segnato nella seduta del 24 aprile scorso.

SCENARIO LONG

Long da 129,26 con stop loss fissato a 128,56, primo obiettivo a 132,00, obiettivo finale a 133,50 .

SCENARIO SHORT

Short da 128,56 con stop loss fissato a 129,84, primo obiettivo a 126,65, obiettivo finale a 125.

Iscriviti ora alla newsletter di Money.it

Scopri le ultime analisi e notizie dal mondo dell’economia, della finanza e del Forex.