Amianto, sussidio per l’accompagnamento alla pensione: ecco come fare domanda

Per gli ex lavoratori esposti all’amianto è possibile richiedere un sussidio per l’accompagnamento alla pensione. Ecco spiegato come fare domanda all’Inps.

Amianto, sussidio per l’accompagnamento alla pensione: con messaggio n. 2769 del 21 giugno 2016 l’Inps detta le istruzioni per usufruire del sussidio previsto per l’accompagnamento alla pensione riconosciuto agli ex lavoratori esposti all’amianto.

E’ stata la Legge di Stabilità 2016 ad istituire un apposito fondo per il finanziamento relativo agli anni 2016, 2017 e 2018 di un sussidio di accompagnamento alla pensione dei lavoratori che presentano i requisiti rischiesti dalla legge n.190/ 2014 (Legge di stabilita’ 2015) ma che non maturino i requisiti previsti per il pensionamento.

Amianto: come presentare la domanda di accesso al sussidio?

La domanda di accesso al sussidio per l’accompagnamento alla pensione che è pari all’importo previsto per l’assegno sociale va presentata all’Inps entro e non oltre il 30 giugno 2016.

L’invio della domanda di sussidio avviene mediante l’apposito modulo AP99 disponibile sul sito internet dell’Inps nella sezione “Modulistica” e può essere effettuato anche avvalendosi del Patronato.

In caso di provvedimento dell’Inps che neghi l’accesso al sussidio di accompagnamento alla pensione è possibile presentare una istanza di riesame presso la Sede Inps competente entro 30 giorni dalla data di ricevimento del provvedimento.

Chi sono i destinatari del sussidio?

I requisiti richiesti per fare domanda di sussidio di accompagnamento alla pensione sono quelli che possiedono gli ex lavoratori esposti all’amianto:

  • occupati in imprese che hanno svolto attività di scoibentazione e bonifica,
  • che hanno cessato il loro rapporto di lavoro per effetto della chiusura, dismissione o fallimento dell’impresa sottoposta a un piano di bonifica contro l’amianto;
  • che non hanno maturato i requisiti anagrafici e contributivi previsti dalla normativa vigente;
  • che risultano ammalati con patologia asbesto-correlata accertata e riconosciuta.

In presenza di tali requisiti, possono fare domanda di sussidio i lavoratori che:

  • non svolgono alcuna attività lavorativa alla data di presentazione della domanda;
  • sono in possesso dei requisiti anagrafici e contributivi e conseguono il diritto alla decorrenza del trattamento pensionistico nel corso degli anni 2016, 2017 e 2018.

Sussidio di accompagnamento alla pensione: decorrenza e durata

Il sussidio di accompagnamento alla pensione viene riconosciuto dal 1° gennaio 2016 e non oltre il 31 dicembre 2018.

Tale sussidio vale ai fini del conseguimento del diritto alla decorrenza della pensione di anzianità quale contribuzione figurativa.

Tale contribuzione viene accreditata nel periodo di percezione del sussidio ed è necessaria al perfezionamento del primo requisito contributivo utile per il diritto alla pensione.

Precisa però l’Inps che la pensione di anzianità non potrà avere decorrenza successiva al 31 dicembre 2018.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories
SONDAGGIO