Amazon non accetterà più alcune carte di credito: cosa cambia per gli utenti

Giulia Adonopoulos

18 Novembre 2021 - 10:58

condividi

Da gennaio 2022 i clienti Amazon UK non potranno più usare carte di credito Visa per i loro acquisti. Lo ha annunciato la società. Cosa sta succedendo.

Amazon non accetterà più alcune carte di credito: cosa cambia per gli utenti

Su Amazon non saranno più accettate carte di credito Visa: il colosso Jeff Bezos ha iniziato ad avvisare i clienti nel Regno Unito che dal prossimo 19 gennaio chi usa questo metodo di pagamento dovrà modificarlo.

Il motivo alla base di questa decisione sono le elevate commissioni sulle transazioni con carta di credito. “Il costo dell’accettazione dei pagamenti con carta continua a essere un ostacolo per le aziende che si sforzano di fornire i migliori prezzi ai clienti”, ha affermato Amazon. La società ritiene che i costi dovrebbero diminuire con i progressi tecnologici, invece continuano a rimanere alti se non addirittura a salire. Un portavoce di Amazon ha detto che nel corso degli anni Visa ha aumentato i costi in modo eclatante senza dare alcun valore aggiunto per il suo servizio.

In verità Amazon non ha rivelato quanto Visa addebita al rivenditore per elaborare le transazioni effettuate con le carte di credito, con il gigante dei pagamenti elettronici che he avrebbe detto che in media è meno dello 0,1% del valore di un acquisto.

Amazon, stop ad alcune carte: cosa cambia per gli utenti

In un’email inviata agli utenti Amazon ha scritto che:

“A causa del continuo alto costo dei pagamenti di Visa, ci rammarichiamo che Amazon.co.uk non accetterà più carte di credito Visa emesse nel Regno Unito a partire dal 19 gennaio 2022”.

La novità al momento riguarda i clienti di Amazon UK, e solo l’utilizzo di carte di credito Visa. Amazon ha affermato infatti che continueranno a essere accettate carte di debito Visa e altre carte di credito, tra cui Mastercard e American Express, anche se ha riconosciuto che il cambiamento sarà “scomodo” per alcuni utenti.

Come riferito da BBC, Amazon starebbe anche valutando di abbandonare Visa come partner per la sua carta di credito in co-branding.

Gli acquirenti britannici potranno continuare a utilizzare le loro carte di credito su Amazon per lo shopping natalizio: sono in molti a scegliere questo metodo di pagamento per i grandi acquisti online grazie alle protezioni extra che vengono offerte loro in caso di problemi con la spedizione.

Amazon offre £ 20 agli iscritti Prime per passare dall’utilizzo di Visa a un metodo di pagamento alternativo e 10£ a tutti gli altri clienti.

La reazione di Visa

Visa si è detta molto delusa dal fatto che “Amazon minacci di limitare le scelte dei consumatori in futuro”.

“Quando la scelta del consumatore è limitata nessuno vince”, dice in una nota. “Abbiamo una relazione di lunga data con Amazon e continuiamo a lavorare per una risoluzione, in modo che i nostri titolari di carta di credito possano utilizzarla su Amazon UK senza restrizioni imposte da Amazon a partire da gennaio 2022”.

C’entra la Brexit?

Amazon e Visa hanno affermato che le modifiche alle commissioni non c’entrano con la Brexit, ma con le commissioni che la società di carte di credito addebita ad Amazon per i suoi servizi in UK.

Sia Visa che Mastercard hanno aumentato la commissione interbancaria sulle transazioni transfrontaliere tra aziende nel Regno Unito e UE dopo la Brexit. Il British Retail Consortium ha affermato che le aziende hanno dovuto affrontare un aumento stimato di £ 150 milioni nel costo di accettazione dei pagamenti transfrontalieri con carta, con i rivenditori britannici che si fanno carico di ulteriori £ 36,5 milioni di commissioni, pari a £ 100.000 al giorno. Le più penalizzate sono le piccole imprese.

Le azioni Visa sono scese del 3,3% negli scambi pre-market USA.

Argomenti

# Visa

Iscriviti a Money.it