Amazon, quasi 20.000 dipendenti positivi al coronavirus negli USA

Nei magazzini Amazon USA, oltre 19.800 dipendenti hanno preso il coronavirus. L’azienda finalmente diffonde le proprie statistiche sui contagi

Amazon, quasi 20.000 dipendenti positivi al coronavirus negli USA

Questa settimana Amazon ha rilasciato i dati relativi alla diffusione del coronavirus presso la propria forza lavoro, rivelando quasi 20.000 casi confermati o presunti di COVID-19 nei soli Stati Uniti. Si tratta dell’1,44% del totale.

Amazon rivela i dati sui contagi di coronavirus fra i dipendenti

Il colosso di Jeff Bezos ha ricevuto numerose critiche dipendenti, sindacati e funzionari statali circa le misure di sicurezza per contenere l’epidemia.

Secondo Amazon, tuttavia, con 19.816 contagiati (pari all’1,44% su un totale di 1,37 milioni di lavoratori statunitensi), il tasso d’infezione è più basso del previsto. I dati includono i dipendenti della sussidiaria Whole Foods Market, i lavoratori stagionali e coloro che potrebbero essere stati contagiati fuori dall’azienda.

Sono tuttavia esclusi i dipendenti di terze parti, che si occupano delle consegne finali.

Finora Amazon aveva rifiutato di diffondere le proprie statistiche perché queste sarebbero state “fuorvianti e senza contesto”.

Dal primo marzo a oggi sono morti almeno 8 dipendenti Amazon per COVID-19, ma la compagnia non ha fatto nessun annuncio in tal senso.

Coronavirus Amazon, tasso d’infezione più basso della media USA

Secondo la società, il tasso d’infezione è del 44% più basso rispetto alla media nazionale: fosse stato uguale, i contagi avrebbero raggiunto le 33.952 unità.

Il gigante del retail online ha tenuto aperte tutte le attività durante la pandemia per andare incontro a un aumento della domanda di prodotti spediti a casa, avviando negli ultimi tempi anche un programma di consegna attraverso i droni.

Quanto si è arricchito Bezos durante la pandemia

L’apertura continuata, in effetti, è stata molto remunerativa per Bezos: l’uomo più ricco del mondo, infatti, ha visto aumentare il proprio patrimonio di 92 miliardi di dollari in cinque mesi, dal 18 marzo al 20 agosto. I profitti del trimestre che va da aprile a giugno sono stati i più grandi di sempre (5,2 miliardi) sin dalla nascita della compagnia, nel ‘94.

La società ha sfidato altre società a diffondere le proprie statistiche sui contagi di coronavirus.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories