Alitalia: Montezemolo Presidente, Hogan vice. Ecco come sarà la nuova compagnia di bandiera

E’ arrivata l’attesa nomina a Presidente di Alitalia di Montezemolo, ex numero uno Ferrari. A breve la nascita della nuova società che controllerà il 51% di Alitalia.

La notizia arriva in anteprima dal Messaggero che anticipa l’esito del Consiglio di amministrazione della nuova Alitalia, post matrimonio con Etihad. La nomina di Montezemolo a nuovo presidente era nell’aria da tempo visto l’impegno e il coinvolgimento dell’ex numero uno di Ferrari nel portare a termine l’accordo tra Alitalia e Etihad. Era solo questione di tempo, e il momento è arrivato: Luca Cordero di Montezemolo è il nuovo presidente Alitalia, James Hogan il suo vice. Mentre la nomina di Montezemolo era già certa dopo il suo addio alla Ferrari, la nomina di Hogan come vicepresidente è un vero e propria sorpresa.

Le nomine ufficiali avverranno nel corso dell’assemblea fissata per il 20 novembre in prima convocazione, anche se, quasi certamente, si svolgerà il 26 in seconda.

Montezemolo Presidente
La nomina di Montezemolo a Presidente della rinata Alitalia è nell’aria da quest’estate ed è diventata cosa su cui scommettere in seguito all’addio tra Montezemolo e la Ferrari. Dopo 23 anni di presidenza della Ferrari, la famiglia Agnelli ha deciso di sostituire Montezemolo con Marchionne. L’addio, non privo di polemiche, si era ufficializzato lo scorso 13 ottobre, ma si era già consumato nei primi giorni del mese di settembre.

Subito dopo l’addio alla Ferrari, la nomina di Montezemolo è stata accolta positivamente dal governo, dalle banche azioniste di Alitalia e dal partner Etihad.

La nuova Alitalia
Il 24 settembre scorso il Cda Alitalia presieduto da Roberto Colaninno ha segnato la nascita della nuova società costituita insieme a Midco. In pratica Montezemolo si appresta a diventare presidente di una società, la Holdco che avrà in pancia il 100% di Midco che a sua volta, sarà l’azionista di maggioranza di Alitalia con il 51% del capitale. Il restante 49% sarà invece nella mani di Etihad.

Secondo le indiscrezioni riportate dal Messaggero il Cda ha esaminato gli ultimi nodi della fusione e le nomine ai vertici delle nuove società. Le nomine saranno ufficializzate nel corso dell’assemblea del 24 settembre. Il tutto però, dopo l’autorizzazione dell’Antitrust Ue che, come riferito ieri da Colaninno, dovrebbe arrivare nei tempi previsti, lunedì 17. Il closing dovrebbe avvenire prima del 31 dicembre in modo da far nascere la nuova compagnia all’alba dell’anno nuovo.

Argomenti:

Italia Alitalia

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories