Alessandra Cantini: chi è davvero l’ex studentessa della foto con Conte

L’ex studentessa di Conte che lo ha fermato per strada per chiedergli un selfie (con proposta indecente annessa) si chiama Alessandra Cantini: ecco chi è davvero.

Alessandra Cantini: chi è davvero l'ex studentessa della foto con Conte

Si chiama Alessandra Cantini, ha due lauree (una in Comunicazione Media e Giornalismo e una in Relazioni Internazionali), ha fatto un film candidato all’Oscar, parla 5 lingue, ha scritto un libro in difesa dei maschi, ha fatto scandalo nel programma di Chiambretti e si è candidata alle elezioni regionali in Toscana con Forza Italia.

Ma, soprattutto, è colei che, presentandosi al premier Conte come sua ex studentessa, gli ha chiesto una foto con avances annesse. Il video, diventato virale specie per la reazione di Conte davanti alla proposta sfacciata della ragazza (tra l’altro senza mascherina), ha puntato i riflettori su Alessandra Cantini: ecco chi è.

Chi è Alessandra Cantini, l’“ex studentessa” di Conte

Sul suo profilo Instagram da quasi 40 mila follower e con tanto di spunta blu, Alessandra Cantini si presenta come dottoressa e artista, protettrice e musa del genere maschile, e Venusiana.

Nata a Livorno nel 1993, Alessandra Cantini si è laureata in Scienze Politiche all’Università “Cesare Alfieri” a Firenze con una tesi in Giornalismo Media e Comunicazione e in Relazioni Internazionali e Studi Europei. Parla 5 lingue: inglese, francese, spagnolo, russo, ebraico.

Nel 2010, a 17 anni, debutta al cinema con il film candidato all’Oscar La prima cosa bella di Paolo Virzì, dove interpreta Elena Talini, la ragazza che seduce il protagonista da giovane. Nel 2015 si candida, con Forza Italia, alle elezioni regionali in Toscana nella circoscrizione di Livorno, occasione che le offre visibilità mediatica.

Sostenitrice del neo-maschilismo, concetto che trova il clue nel suo libro Sacro maschio e sul suo blog The Venusians, la Cantini promuove l’idea di “dare valore alla donna in quanto tale, come complementare all’uomo; la difesa dell’uomo è volta ad esaltarne la mascolinità ed il ruolo che gli spettano per Natura, e questo è un compito che spetta alle vere Donne, fiere di avere uomini potenti e ambiziosi in ambito lavorativo e familiare”.

La ragazza aveva già fatto scandalo nello studio di Chiambretti, dove senza alcun pudore si è alzata il vestito e ha mostrato il lato B alle telecamere. E oggi è tornata a far parlare di sé per lo stesso atteggiamento provocatorio, questa volta indirizzato a Conte. La Cantini lo ha incontrato a Roma e gli ha chiesto un selfie, presentandosi come sua ex studentessa e annunciando che per la foto avrebbe tolto la biancheria intima. Salvo poi essere gelata dalla risposta distaccata del premier.

Argomenti:

Giuseppe Conte

Iscriviti alla newsletter

Money Stories
SONDAGGIO

1523 voti

VOTA ORA