Agevolazioni autotrasportatori 2014: confermate detrazioni Irpef, deduzioni manutenzione e riparazione

Roberto Rais

12 Giugno 2014 - 16:30

condividi

Un utile riepilogo su tutte le agevolazioni in capo agli autotrasportatori, compresa la conferma delle detrazioni Irpef.

Agevolazioni autotrasportatori 2014: confermate detrazioni Irpef, deduzioni manutenzione e riparazione

L’Agenzia delle Entrate, con comunicato dello scorso 30 maggio, ha confermato il regime agevolativo per gli autotrasportatori. Un’utile occasione per cercare di riassumere quali siano tutti i principali bonus in materia, in vigore per l’anno in corso.

Agevolazioni autotrasportatori: detrazioni Irpef

Anche per il 2014 sono state prorogate le agevolazioni già previste per il 2013. Pertanto, le imprese di autotrasporto merci - conto terzi e conto proprio - possono recuperare fino a 300 euro per ogni veicolo, relativamente alle somme versate nel 2013 come contributo al Servizio Sanitario Nazionale sui premi di assicurazione per la responsabilità civile. Il bonus potrà essere fruito in compensazione sul modello F24, utilizzando il consueto codice tributo ’6793’. In proposito, si ricorda come la possibilità sia riconsociuta solamente per le assicurazioni su veicoli a motore adibiti a trasporto merci di massa complessiva a pieno carico non inferiore a 11,5 tonnellate, che siano omologati ai sensi della Direttiva 91/542/CEE rigo B, da riscontrare sulla carta di circolazione del mezzo.

Oltre a quanto sopra, per il 2014, e sui trasporti effettuati personalmente dall’imprenditore oltre il Comune in cui ha sede l’impresa, è prevista una deduzione forfettaria di spese non documentate nel periodo di imposta 2014 pari a 56 euro per i trasporti fuori dal Comune ma all’interno della Regione e delle Regioni confinanti, e 92 euro per i trasporti effettuati al di là di tale ambito.

Agevolazioni autotrasportatori: IVA

Al di là di quanto affermato dall’Agenzia delle Entrate con recente comunicato, l’occasione è utile per ricordare che ai sensi dell’art. 74, comma 4, del DPR 633/1972, gli autotrasportatori di cose per conto terzi, iscritti all’Albo, sono autorizzati a effettuare le liquidazioni periodiche e i versamenti IVA con periodicità trimestrale, anzichè con periodicità mensile, senza pagamento di alcun interesse.

Si precisa inoltre che nei confronti di identico committente può essere emessa un’unica fattura cumulativa per più operazioni di ogni trimestre solare.

Agevolazioni autotrasportatori: altre spese

Ancora, ai sensi del TUIR, alle imprese di autotrasporto è consentito dedurre i costi di manutenzione e di riparazione relativi agli automezzi adibiti al trasporto merci c/terzi fino al limite del 25% del costo complessivo di tali beni, risultanti dal libro cespiti all’inizio del periodo di imposta: l’eccedenza sarà deducibile in quote costanti nei tre periodi di imposta successivi. È inoltre consentito dedurre integralmente i costi di telefonia, con un limite di un telefono per veicolo.

Argomenti

# IRPEF

Iscriviti a Money.it