Agevolazioni Simest: dal 28 ottobre ripartono i contributi per l’internazionalizzazione delle imprese

Fabio Pasinetti

22/09/2021

24/09/2021 - 09:27

condividi

Attraverso il rifinanziamento del Fondo 394/81 sono state previste ulteriori agevolazioni per le aziende esportatrici

Agevolazioni Simest: dal 28 ottobre ripartono i contributi per l'internazionalizzazione delle imprese

A partire dal prossimo 28 di ottobre riparte l’operatività dello sportello per le richieste di agevolazione sul Fondo 394 di Simest. Tramite il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), sono state stanziate risorse pari a 1,2 miliardi di euro per il “Rifinanziamento e ridefinizione del Fondo 394/81 gestito da Simest”. Inoltre è stata confermata anche per questa edizione la componente a fondo perduto.

Le domande dovranno essere presentate entro le 18.00 del 3 dicembre 2021, salvo eventuale chiusura anticipata del Fondo 394 per esaurimento delle risorse.

Vediamo nel dettaglio le linee di intervento finanziate da Simest a disposizione delle imprese.

Simest: i finanziamenti agevolati del Fondo 394

Gli interventi di Simest prevedono finanziamenti di 72 mesi a tasso agevolato (a oggi erogati al tasso del 0,55%) e un contributo a fondo perduto pari al 25% della domanda presentata (a esclusione della patrimonializzazione, in cui è previsto il solo finanziamento agevolato).

Gli incentivi del Fondo 394 sono suddivisi in 7 linee di intervento e possono finanziare le seguenti tipologie di investimento:

  • Patrimonializzazione
  • Partecipare a Fiere Internazionali, Mostre e Missioni di Sistema
  • Inserimento Mercati Esteri
  • Temporary Export Manager
  • E-Commerce
  • Studi di Fattibilità
  • Programmi di Assistenza Tecnica

Si segnala inoltre che le agevolazioni previste dal Fondo 394/81 di Simest vengono erogate attraverso il regime del «Quadro Temporaneo degli Aiuti di Stato». Non gravano dunque nel conteggio dei contributi de minimis.

Richiedi una consulenza esperta

Richiedi assistenza per presentare domanda

Simest - Patrimonializzazione delle imprese esportatrici

L’agevolazione si rivolge alle MidCap e alle PMI  italiane, costituite in forma di società di capitali, che nell’ultimo biennio abbiano realizzato all’estero almeno il 20% del proprio fatturato o almeno il 35% nell’ultimo anno.

Tali aziende, al fine di presentare domanda, devono rispettare inoltre il requisito di patrimonializzazione espresso dalla seguente formula: "patrimonio netto/attività immobilizzate nette <2" per le società manifatturiere e industriali (4 per le società di servizi o commerciali).

Le imprese eleggibili possono richiedere un finanziamento pari al 40% del proprio patrimonio netto fino a un massimo di 800.000€. L’operazione prevede un tasso di interesse agevolato attualmente pari a 0,55%. Come anticipato, non è previsto per questa categoria di finanziamento, un contributo a fondo perduto.

Simest - Partecipazione a fiere e mostre

L’agevolazione è volta a sostenere la partecipazione a fiere, mostre, missioni di sistema ed eventi promozionali, anche virtuali, per promuovere l’attività su nuovi mercati internazionali.

Sono ritenute ammissibili le spese relative alla partecipazione a fiere, mostre e missioni/eventi la cui data di inizio sia successiva alla data di presentazione della domanda di finanziamento organizzate anche virtualmente.

L’importo massimo finanziabile per ciascun evento fieristico è pari a € 150.000. Sul totale della domanda presentata viene erogato un contributo a fondo perduto del 25% e un finanziamento agevolato per la restante parte.

Simest - Inserimento mercati esteri

L’agevolazione «Simest - Inserimento Mercati Esteri» è lo strumento per incentivare la diffusione di prodotti e servizi a marchio italiano attraverso la realizzazione di strutture commerciali permanenti.

Gli interventi ammissibili sono la realizzazione di stabili strutture quali ufficio, show room, negozio, corner o centro di assistenza post vendita, magazzini (questi ultimi due anche in Italia), in paesi UE ed Extra UE. L’investimento può essere realizzato con le seguenti modalità:

  • gestione diretta (avvio filiale)
  • partecipata locale (interamente o parzialmente controllata)
  • trader locale (contratto di collaborazione con un distributore locale non partecipato per la messa a disposizione almeno dei locali e del personale)

L’importo massimo finanziabile non può superare il 25% del fatturato medio dell’ultimo biennio, da un minimo di 50 mila euro fino a 4 milioni di euro. L’agevolazione prevede un contributo a fondo perduto pari al 25% della domanda presentata e un finanziamento agevolato per la restante parte.

Simest - Temporary Export Manager

La misura di finanza agevolata prevede l’inserimento temporaneo in azienda di figure professionali specializzate in servizi di consulenza (Temporary Export Manager). Possono essere considerati TEM anche i Temporary Digital Marketing Manager e i Temporary Innovation Manager, qualora i loro servizi siano finalizzati a sviluppare processi di internazionalizzazione.

L’azienda interessata all’iniziativa è tenuta a sottoscrivere un contratto di servizio con il TEM il quale deve rispettare le seguenti indicazioni:

  • una durata minima pari a 6 mesi;
  • i dati che identificano la/le figure professionali individuate (TEM);
  • l’oggetto della prestazione professionale;
  • il calendario degli interventi da effettuarsi nel periodo di realizzazione del progetto;
  • l’indicazione dei Paesi di destinazione esteri;
  • il corrispettivo economico pattuito tra le parti, compresi viaggi e soggiorni.

L’importo massimo finanziabile per ciascuna domanda è pari a 150.000€. L’agevolazione prevede un contributo a fondo perduto pari al 25% dell’importo richiesto e un finanziamento agevolato per la restante parte.

Simest - E-Commerce

Lo strumento è pensato per agevolare lo sviluppo di soluzioni di e-commerce in Paesi esteri attraverso l’utilizzo di un market place o la realizzazione di un proprio sito web, per la diffusione di beni e/o servizi prodotti in Italia o distribuiti con marchio italiano.

I costi ammissibili riguardano:

  • le spese relative alla creazione e sviluppo di una propria piattaforma informatica;
  • le spese relative alla gestione/funzionamento;
  • le spese relative alle attività promozionali e alla formazione connesse allo sviluppo del programma. 

Come per le altre agevolazioni promosse da Simest la linea «E-Commerce» prevede un 25% a fondo perduto e un finanziamento agevolato per il restante 75%.

Simest - Studi di fattibilità

Il programma finanzia la realizzazione di studi di prefattibilità e fattibilità finalizzati a valutare la scelta migliore per effettuare un investimento commerciale o produttivo all’estero.

Il finanziamento agevolato include un 25% a fondo perduto sulle spese riguardanti il personale, viaggi e soggiorni necessari per la redazione di studi di fattibilità collegati a investimenti produttivi o commerciali in paesi esteri.

Simest - Programmi di assistenza tecnica

Il programma di assistenza tecnica promosso da Simest è volto al sostegno della formazione del personale in loco nelle iniziative di investimento in Paesi esteri e per l’assistenza post vendita collegata a un contratto di fornitura.

Il beneficio derivante da tale opportunità consiste in una quota a fondo perduto pari al 25% e a un finanziamento agevolato per il restante 75%.

L’ importo massimo finanziabile è pari a:

  • € 300.000, per assistenza tecnica destinata alla formazione del personale in loco;
  • € 100.000, per assistenza tecnica post vendita collegata a un contratto di fornitura.

Iscriviti a Money.it