Agenda macro 28 novembre 2018: Stati Uniti, attenzione ai numeri relativi a Pil e mercato immobiliare

Tra i dati economici in calendario macro, i più rilevanti riguardano Germania e Stati Uniti. In Italia invece il Tesoro continua le aste di titoli di Stato con l’emissione di BOT semestrali

Agenda macro 28 novembre 2018: Stati Uniti, attenzione ai numeri relativi a Pil e mercato immobiliare

Oggi tra i dati marco presenti nel nostro calendario economico i più significativi riguardano Germania e Stati Uniti. In Italia, focus sulla lettura dei prezzi alla produzione e sull’asta di BOT semestrali.

I titoli in asta questa mattina presentano scadenza 31 maggio 2019 e un importo nominale di 6,5 miliardi di euro. Ieri, segnali incoraggianti per la carta italiana sono arrivati dal collocamento dei Ctz, che hanno evidenziato rendimenti in calo rispetto alle precedenti aste.

Germania: fiducia dei consumatori Gfk

Dopo le indicazioni deludenti arrivate dall’indice IFO, per oggi è prevista la pubblicazione dell’indice di fiducia dei consumatori tedeschi relativo al mese di dicembre. Gli analisti si aspettano un dato in contrazione, alla luce della lettura finale sul Pil del terzo trimestre che ha certificato la frenata dell’economia tedesca nel terzo trimestre (-0,2%).

La lettura sulla fiducia dei consumatori è attesa in contrazione a 10,5 punti dai 10,6 punti precedenti. Se la stima degli analisti censiti da Bloomberg dovesse rivelarsi corretta, il dato sulla fiducia dei consumatori della principale economia del Vecchio continente continuerebbe il suo trend di calo dai top segnati nella lettura di febbraio, dove si registrò un dato effettivo pari a 11 punti. Il trend sarebbe in linea con la rilevazione riguardante l’intera Eurozona dove, nella lettura finale di novembre, è stato registrato il valore minore degli ultimi 20 mesi.

Stati Uniti: Pil e vendite di case nuove

La seconda lettura del Pil relativa al terzo trimestre dovrebbe confermare una crescita al 3,5% su base annuale, il dato maggiore dal 2014. Le spese dei consumatori sono invece attese in contrazione, dal 4% del dato preliminare al 3,9%.

Per quanto riguarda il mercato immobiliare, è in arrivo l’indice che misura le vendite di nuove abitazioni ad ottobre. Gli analisti censiti da Bloomberg si attendono un dato in aumento a 575.000 unità, rispetto alle 553.000 unità precedenti. Se la stima si dovesse rivelare corretta, l’indice interromperebbe il trend di calo in atto dai valori massimi registrati a novembre 2017.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Punto macro

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.