Adozione internazionale minori, quali spese sono deducibili?

I genitori adottivi possono dedurre dal 730 le spese per l’adozione internazionale di minori, purché documentate. Tra queste le spese per il viaggio e il soggiorno all’estero, per la traduzione dei documenti e anche per gli incontri post adottivi. Qui le istruzioni da seguire.

Adozione internazionale minori, quali spese sono deducibili?

L’adozione internazionale, come si sa, è un procedimento lungo e costoso. La legge italiana per venire incontro ai genitori adottivi prevede che le spese di adozione siano deducibili in dichiarazione dei redditi nella misura del 50%. Ma quali sono esattamente le spese deducibili?

In questo articolo indicheremo l’elenco completo e come procedere alla compilazione del modello 730 o persone fisiche. Per ottenere l’agevolazione è necessario che l’ente promotore dell’adozione certifichi i costi sostenuti e che la spesa venga convertita in euro.

La deduzione deve essere ripartita in maniera proporzionale tra i due genitori in base a quanto ha pagato da ciascuno; ma se un coniuge è carico dell’altro la deduzione spetta esclusivamente a chi ha sborsato le somme.

Di seguito le istruzioni da seguire per compilare correttamente la dichiarazione dei redditi e dedurre le spese di adozione.

Adozione di minori: l’elenco delle spese deducibili nel 730

Le spese sostenute per la procedura di adozione internazionale dei minori sono deducibili in dichiarazione dei redditi nella misura del 50%.
La deducibilità riguarda le spese di:

  • assistenza dei genitori adottanti;
  • traduzione della documentazione necessaria;
  • richiesta dei visti;
  • soggiorno all’estero ed eventuali trasferimenti;
  • quota associativa dell’Ente, se richiesta;
  • altre spese correlate all’adozione, sempre se documentate.

Adozione, sono deducibili anche le spese per gli incontri post adottivi

In una recente decisione (risoluzione numero 85 del 9 ottobre 2019) l’Agenzia delle Entrate ha precisato che sono deducibili nel 730 anche le spese per gli incontri post adottivi finalizzati all’inserimento del minore.

Si tratta di una decisione di grande importanza, infatti queste spese possono essere particolarmente ingenti, soprattutto se sono necessari un numero considerevole di incontri. I costi sostenuti quindi sono deducibili esattamente come le altre spese documentate indicate nel paragrafo precedente.

Deducibilità delle spese di adozione: le istruzioni da seguire

I genitori adottivi per dedurre le spese devono rispettare alcuni importanti accorgimenti. Innanzitutti le spese di adozione devono essere indicate nel 730 al rigo E26 codice 21 e nel rigo RP26 codice 21 del modello Redditi persone fisiche.

Tali spese devono essere certificate nel loro ammontare complessivo dall’Ente che ha curato la procedura di adozione e sono deducibili nella misura del 50%. Se i pagamenti sono stati effettuati in valuta estera si dovrà prima procedere alla conversione in euro. A tal fine va utilizzato il cambio indicativo di riferimento del giorno in cui le spese sono state erogate e, se manca, il cambio medio del mese di riferimento.

Iscriviti alla newsletter Fisco e Tasse per ricevere le news su Adozione

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.