Piazza Affari

FCA: oggi dividendo straordinario di 1,3 euro. Richiamate 600 mila auto

Luca Fiore 20 maggio 2019

Giornata di dividendo straordinario per le azioni FCA. La società venerdì ha annunciato di aver richiamato 600 mila modelli Chrysler e Ram.

Dopo una prima parte in positivo, le azioni FCA scivolano sotto la parità in corrispondenza del giro di boa. Al momento, le azioni FCA scambiano a 12,05 euro, -0,15% rispetto al dato precedente.

Rispetto a tre mesi fa, le azioni Fiat Chrysler segnano un rialzo del 2,6%.

Oggi il titolo Fiat Chrysler stacca il dividendo straordinario di 1,30 euro per azione legato dall’utilizzo della liquidità generata dalla cessione di Magneti Marelli. L’accredito è previsto per il 30 maggio.

FCA: richiamo da 600 mila unità negli Usa

Venerdì pomeriggio la società ha annunciato di aver richiamato 600 mila veicoli in Nord America.

Nel dettaglio, si tratta di oltre 200 mila Chrysler Pacifica che hanno evidenziato problemi ad un cavo della trasmissione e di circa 400 mila pick-up RAM che hanno registrato problematiche relative il sistema di chiusura del portellone.

Richiamo FCA: costo non significativo, probabilmente già accantonato

“Considerata la tipologia di problema e il numero di veicoli richiamati, il costo non dovrebbe essere significativo per Fiat”, hanno rilevato gli analisti di Websim. “Inoltre, potrebbe già essere stato accantonato”.

Sulle azioni FCA, Websim ha raccomandazione “interessante” con prezzo obiettivo a 17,2 euro. Il target incorpora un rialzo di oltre 40 punti percentuali rispetto ai livelli attuali.

Argomenti correlati
Stati Uniti - Fiat Chrysler Automobiles (FCA) - Settore auto

Leggi l'articolo sul sito

Altri utenti stanno leggendo:

Piazza Affari FCA: novità sul dividendo e sulla fusione con PSA Notizie Motori Fiat Chrysler: in USA cresce la rabbia per il ritorno a lavoro Piazza Affari FCA: prestito miliardario garantito dallo Stato? I dettagli Piazza Affari Prestito ad FCA, Prodi: “Non è più un’azienda italiana, servono garanzie” Piazza Affari Azioni FCA in rally: confermata procedura di prestito con il governo