I 15 libri da leggere assolutamente nel 2022

14 Marzo 2022 - 16:42

18 Marzo 2022 - 15:02

condividi

Che tu sia già un grande appassionato o no, la lettura è davvero uno dei piaceri della vita. Per questo la redazione di Money.it ha raccolto i 15 libri da leggere assolutamente nel 2022.

I 15 libri da leggere assolutamente nel 2022

La lettura è un piacere, per molti, davvero irrinunciabile. C’è chi ama viaggiare tra le pagine di un buon libro e vivere le avventure dei suoi protagonisti staccandosi, almeno per il tempo della lettura, dalla vita quotidiana, dalla sue ansie e preoccupazioni.

Per chi, invece, volesse avvicinarsi alla lettura proprio in questo nuovo anno, magari spinto dagli amici o dai social network, il consiglio è quello d’iniziare con un libro che possa riappassionare, ma anche provare a riabituarsi lentamente a leggere, dedicando del tempo ogni giorno - o quando possibile - a questa bellissima attività.

La redazione di Money.it ha selezionato i 15 libri da leggere per il 2022, non preoccuparti ci sono solamente due grandi classici, che sono davvero due must della letteratura.

I 15 libri da leggere nel 2022

Torna con un grande capolavoro - Dove sei, mondo bello - la scrittrice Sally Rooney, dopo aver conquistato tantissimi lettori con i due bestseller «Persone normali» e «Parlarne tra amici». Alice ha scritto due romanzi di enorme successo, ma per trovare compagnia deve andare su Tinder. Eileen lavora per una rivista letteraria, però non ci paga l’affitto. Simon ama da sempre la stessa donna, ma da sempre ne frequenta altre. Felix passa in birreria il tempo libero dal lavoro di magazziniere, ma la sua è una fuga. Alice, Eileen, Simon e Felix si parlano, si fraintendono, si deludono e si amano e, mentre attraversano il cerchio di fuoco dei trent’anni, si chiedono se esista davvero, al di là, ancora, un mondo bello in cui sperare.

Sei assassini e sei vittime: ma chi ha ucciso chi? Il puzzle letterario più diabolico del mondo. Un piccolo gioiello di enigmistica. Nel 1934 il cruciverbista dell’“Observer” Edward Powys Mathers, sotto lo pseudonimo del temibile inquisitore Torquemada, pubblica un enigma letterario: 100 pagine stampate in ordine sparso. Il compito del lettore, accettare la sfida, tagliare le pagine del libro e disporle nella sequenza corretta così da risolvere il caso. Solo tre persone in quasi cento anni sono riuscite a trovare la soluzione, l’unica possibile tra le milioni di combinazioni.

«La lingua batte dove il dente duole, e il dente che duole alla fin fine è sempre lo stesso. L’unica rivoluzione possibile è smettere di piangerci su.» Un romanzo esilarante e feroce, Veronica Raimo apre una strada nuova. Racconta del sesso, dei legami, delle perdite, del diventare grandi, e nella sua voce buffa, caustica, disincantata esplode il ritratto finalmente sincero e libero di una giovane donna di oggi.

Tra i libri da non perdere per questo 2022 c’è sicuramente «Niente paura» di Julian Bernes, lo scrittore analizza la paura più comune e diffusa: quella di morire. Nessun conforto può venire dalla fede, all’agnostico scrittore, che fin dalla prima riga confessa: «Non credo in Dio, però mi manca».

Se non hai mai letto delle grandi storie della caffetteria che serve un caffè dal profumo intenso e avvolgente, capace di evocare emozioni lontane, è il momento d’iniziare. «Il primo caffè della giornata» è il terzo libro di Toshikazu Kawaguchi che torna ancora una volta con storie avvincenti e dal profumo orientale.

Un romanzo, elogio alla letteratura e ai libri, che racconta le avventure di una giovanissima tutt’altro che accanita lettrice che piano piano scopre il piacere della lettura.

Osman con il suo secondo libro dei delitti del giovedì si conferma un autore dalla penna infallibile. Un romanzo che supera anche il primo e che ha venduto milioni di copie. Davvero un ottimo modo per iniziare l’anno nuovo.

Se sei appassionato di saghe familiari non puoi certamente perderti questa della famiglia Florio. Una saga avvincente che si legge pagina dopo pagina e non annoia mai.

Gianrico Carofiglio costruisce un indimenticabile racconto sulle illusioni e sul rimpianto, sul passare del tempo, dell’amore, del talento.

Un libro consigliato, anche da Fedez, a chi vuole iniziare il nuovo anno con una nuova prospettiva e un nuovo mood. L’autore, Mark Manson, con una dose di cruda verità spinge il lettore ad abbracciare le paure, i difetti, le incertezze, per cominciare a trovare il coraggio, la responsabilità, la curiosità, e il perdono che cerchiamo.

Una storia drammatica ed emozionante che elogia le vicende di grandi donne che ogni giorno lottano per un mondo migliore e più giusto.

«Tutte le famiglie felici si somigliano; ogni famiglia infelice è invece infelice a modo suo». Già dalle prime parole di uno dei romanzi più belli e appassionanti mai scritti, Lev Tolstoj spiega al lettore che in Anna Karenina troverà vicende comuni, dinamiche familiari e di coppia sicuramente conosciute e vissute, ma raccontate e analizzate seguendo le più piccole sfumature della psicologia e dei sentimenti dei suoi protagonisti. Un romanzo che, nonostante la sua lunghezza, si legge con piacere e passione.

Brit Bennett mette in scena l’avventura di chi abbraccia le proprie radici e di chi transita verso nuove identità, razziali e di genere, e con questo romanzo ci offre una grande occasione per interrogarci sul mondo che vogliamo, per aprire gli occhi sullo spirito dei tempi.

Non possiamo che concludere, questo breve elenco, con un grande capolavoro: I fratelli Karamazov di Fëdor Dostoevskij. Un capolavoro, nonché ultima opera dell’autore che morì poco dopo la sua pubblicazione. Un romanzo sempre attuale, che ruota intorno a dibattiti etici e filosofici, ma anche a dinamiche familiari osservabili in molte famiglie, soprattutto nella provincia russa di altri tempi.

Tra i grandi capolavori dello scrittore russo, da non perdere è anche l’Eterno marito. Il romanzo, scritto sotto forma di duello costante, racconta le avventure di Vel’caninov e Pavel Pavlovic. Il primo nel pieno di una crisi di quarant’anni, mentre il secondo appena diventato vedovo. Vel’caninov, a causa della sua crisi, soffre di insonnia ed è angosciato da uno strano senso di colpa. Un uomo, con il nastro nero, lo segue e lo sorveglia.

Iscriviti a Money.it