10 società mondiali da tenere d’occhio nel 2023

Violetta Silvestri

9 Gennaio 2023 - 13:25

condividi

Il 2023 è iniziato con le incognite di fine 2022: inflazione, rialzi tassi, recessione. Quali società sono in focus in questo contesto e quali aziende mondiali possono crescere? I 10 migliori titoli.

10 società mondiali da tenere d'occhio nel 2023

Quali grandi aziende osservare nel 2023? Un elenco di 10 società a livello mondiale che possono stupire per crescita e profitti è emerso da un’ampia analisi svolta da Bloomberg Intelligence.

Gli esperti economisti hanno valutato tutti i fattori chiave in grado di influenzare i guadagni di colossi globali, quali prospettive di crescita, resilienza in un ambiente inflazionistico, piani per nuovi prodotti e servizi. La guerra della Russia in Ucraina, naturalmente, è stata considerata tra gli elementi condizionanti gli affari, così come il passaggio ai veicoli elettrici, le sfide nella catena di fornitura tecnologica, il declino del mercato immobiliare cinese e i continui effetti della pandemia di Covid-19.

Facendo una somma di questi elementi, ne è scaturita una lista di grandi aziende quotate e di peso mondiale da tenere d’occhio nel 2023. Money.it ne ha evidenziate 10, quelle per le quali si prevede un maggior balzo di entrate nell’anno, con commenti di vari esperti Bloomberg.

1. CrowdStrike

La società americana di software per la sicurezza informatica aziendale potrebbe sbancare grazie a una domanda di servizi oltre i firewall aziendali.

I modelli di Bloomberg Intelligence indicano un aumento delle vendite di oltre il 30% per almeno i prossimi due anni, guidato dalla suite di prodotti in espansione di CrowdStrike, dall’aumento delle vendite tramite partner di canale come Amazon Web Services e dal crescente rischio di attacchi informatici.

L’azienda attualmente ha un valore di mercato di 31.6 miliardi di dollari e la variazione delle entrate stimate per il 2023 è del 38%.

2. Prudential

Dopo aver abbandonato le sue operazioni negli Stati Uniti nel 2021 e aver perso il suo CEO e CFO lo scorso anno, l’assicuratore sulla vita focalizzato sull’Asia è pronto per un rimbalzo.

Un nuovo CEO inizia a febbraio e l’allentamento della sua politica Covid Zero da parte di Pechino potrebbe accelerare la grande attività cinese di Prudential con sede a Hong Kong. BI ritiene che le stime di consenso sugli utili potrebbero aumentare nel corso dell’anno.

Prudential ha n valore di mercato di 31.1 miliardi di dollari e può aumentare le entrate nel 2023 del 34%.

3. CATL (Contemporary Amperex Technology)

I profitti per il più grande produttore mondiale di batterie per veicoli elettrici sono pronti a offrire una sorpresa positiva nel 2023.

Le aspettative di prezzi delle batterie più elevati, costi del litio inferiori e una ripresa sostenibile delle vendite di veicoli elettrici guidano l’analisi dello scenario di BI. I recenti tagli alle stime del margine lordo del consenso per il 2023 sembrano eccessive, con i costi delle materie prime che probabilmente diminuiranno con l’avanzare dell’anno.

Il colosso cinese vanta un valore di mercato di 128.3 miliardi di dollari e la stime della variazione delle entrate per il 2023 è del 33%.

4. Akker Bp

Anche utilizzando un’ipotesi prudente di $90 al barile per il petrolio, la previsione di consenso per la generazione di flussi di cassa libero da parte del produttore di greggio norvegese sembra bassa nel 2023, il che significa che sono probabili rendimenti del capitale degli azionisti superiori alle attese. È probabile un dividendo regolare di $2,50 ed è anche possibile un dividendo speciale.

L’azienda energetica nordica parte con un valore di mercato di 21 miliardi di dollari e con attese di una variazione di entrate nel 2023 del 26%.

5. KE Holdings

Il più grande agente immobiliare cinese rischia di mancare le stime sugli utili per il 2023 poiché la diffidenza tra i potenziali clienti impedisce la ripresa dei profitti. I rinvii degli acquirenti minacciano di limitare la crescita degli acquisti di case, il che potrebbe significare una perdita di entrate superiore al 15% e una delusione degli utili per azione del 30%.

La società ha un valore di mercato di 17.3 miliardi di dollari e vanta stime di una variazione delle entrate nel 2023 pari al 22%.

6. Singapore Airlines

Operando a circa il 75% dei livelli del 2019, la compagnia di bandiera potrebbe battere il consenso sui suoi profitti quest’anno. L’aumento della capacità dei passeggeri, la forte domanda di viaggi in tutte le classi di cabina, i livelli elevati dei prezzi del carico e i costi del carburante inferiori dovrebbero sostenere guadagni più elevati.

Un forte flusso di cassa può anche consentire il rimborso di un’obbligazione convertibile emessa durante la pandemia ed eventualmente anche acquisizioni.

La società ha un valore di mercato di 11.8 miliardi di dollari e una variazione delle entrate stimate a +22%.

7. Luxshare Precision Industry

Il produttore di elettronica potrebbe essere uno dei pochissimi fornitori Apple a guadagnare costantemente quote di mercato, mentre il gigante informatico spinge per diversificare la sua catena di approvvigionamento. BI ritiene che Luxshare potrebbe raccogliere fino al 25% degli ordini di assemblaggio di iPhone entro il 2025, rispetto a circa il 6% attuale. La leadership di Luxshare nella catena di fornitura di AirPods potrebbe anche aumentare con GoerTek, un concorrente chiave, che perderà un contratto alla fine del 2022.

Il valore di mercato è di 32.4 miliardi di euro e le entrate per il 2023 sono attese a un +18%.

8. Novo Nordisk

Il mercato sembra sottovalutare le vendite a lungo termine e il potenziale di guadagno dei farmaci per il diabete e l’obesità di Novo Nordisk.

La società dovrebbe vedere i problemi della catena di approvvigionamento risolti insieme a un aumento delle vendite nel 2023. Inoltre, il Mounjaro di Lilly (un farmaco simile) e un’approvazione rapida da parte della FDA di un altro prodotto correlato potrebbero portare maggiore attenzione alle opportunità in questa classe di farmaci.

Il colosso danese parte da un valore di mercato di 2 miliardi circa di dollari, con una variazione delle entrate nel 2023 attesa a +16%.

9. Airbus

La traiettoria di volo del produttore di aeroplani sembra più chiara, con aumenti della spesa per la difesa europea e il miglioramento delle catene di approvvigionamento che sosterranno i tassi di costruzione degli aerei commerciali.

Una migliore disponibilità dei componenti è la chiave per aumentare la produzione dell’A320 altamente redditizio di Airbus a un target di 45 al mese, che potrebbe salire a più di 60 al mese nella seconda metà dell’anno. Le tensioni commerciali Usa-Cina stanno anche aiutandola a vincere ordini in Cina rispetto alla rivale Boeing.

Con valore di mercato di 90 miliardi di dollari, le stime valutano entrate nel 2023 a +16%.

10. Computershare

Il fornitore di registri azionari per il settore degli investimenti australiano è pronto a beneficiare dell’aumento dei tassi di interesse.

I profitti della società si basano sul reddito generato dai saldi dei clienti, che sono principalmente denominati in dollari statunitensi, sterline inglesi, dollari canadesi e dollari australiani. Il rendimento di tali partecipazioni potrebbe passare dallo 0,6% nell’anno fiscale 2022 al 2,3% nell’anno fiscale 2023 e al 2,7% nel 2024, aiutando Computershare a superare le aspettative del mercato per i profitti del 2023 fino al 40%.

La società parte da una capitalizzazione di mercato di 11 miliardi di dollari e da entrate in crescita del 15%.

Argomenti

# Borse

Nessun commento

Gentile utente,
per poter partecipare alla discussione devi essere abbonato a Money.it.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.